Infrastructure Modeler e CityGML

 

Tra le molte funzionalità nuove dell’ultima versione 2013 R2 di Infrastructure Modeler, riservata ai titolari di contratto di aggiornamento, Autodesk Subscription, c’è il supporto del formato CityGML.
(PS: ora Modeler si chiama InfraWorks, dalla versione 2014).

Si tratta di un formato di scambio aperto, basato su XML, per le Città digitali 3D. Utilizzato da molte municipalità in Europa, CityGML permette di caricare l’intera struttura di una città, compresi modelli dettagliati 3D, formata da strade, reti tecnologiche e coperture, in diversi livelli di dettaglio (Leveol Of Detail – LOD). Grazie al formato CityGML, Modeler ora può utilizzare dati molto più dettagliati che in precedenza.

Puoi vedere come fare per utilizzare dati CityGML con Modeler nel filmato qui sotto.
Se non puoi accedere a Youtube puoi scaricare il filmato qui,

In realtà il filmato poi prosegue con:

  • L’inserimento nel modello di un ponte, realizzato con Revit Structure ed esportato in formato .FBX
  • La rappresentazione dinamica delle ombre portate
  • La pubblicazione del modello sul Web e sui dispositivi mobili, grazie ad AIM 360.

Le istruzioni per utilizzare CityGML in Infrastructure Modeler le trovi qui.

Qui invece trovi molti dati di esempio per fare delle prove con il formato CityGML.

PS: qui puoi leggere un approfondimento su CityGML e Modeler (tradotto dal tedesco) scritto dal mio collega Eric Sanders sul Blog Geospatial Navigator.

Grazie Gwenael!
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2013/01/infrastructure-modeler-e-citygml/