«

»

Apr 26 2017

Novità per gli strumenti BIM per le Infrastrutture: Autodesk InfraWorks 2018

infraworks-badge-256px

Da qualche giorno diversi strumenti BIM per le infrastrutture sono migliorati, grazie al rilascio delle versioni Autodesk 2018. Oggi ti scrivo di Autodesk InfraWorks: Sì, InfraWorks e basta, ed InfraWorks LT naturalmente, non più InfraWorks 360 ed InfraWorks 360 LT, ora è più semplice: cambia il nome ma le funzionalità non diminuiscono, anzi, continuano a crescere…

Autodesk InfraWorks è la soluzione che permette di costruire facilmente il modello BIM concettuale all’interno del contesto territoriale realistico e tridimensionale. Rappresenta il primo componente del Dynamic Duo per la progettazione BIM di infrastrutture, il secondo naturalmente è AutoCAD Civil 3D, di cui ti scriverò tra poco le novità della versione 2018.

Grazie ad InfraWorks puoi costruire il modello 3D del contesto territoriale usando dati CAD, GIS e BIM, nei formati più diffusi, compresi i dati geografici Open. Ma se i dati non sono disponibili, puoi scaricarli da Internet, grazie ad un potente servizio Cloud, chiamato Model Builder, che rende disponibile il modello 3D territoriale, comprese le ortofoto, pronto ad essere utilizzato.

Su questa base puoi progettare facilmente strade, ponti, impianti di drenaggio, inserire progetti architettonici e molto altro ancora, valutare le alternative di progetto, individuare gli ostacoli, presentare l’idea progettuale ai non addetti ai lavori, grazie ad immagini, video e visualizzazioni 3D sul Web.

Tutte le informazioni possono essere trasferite ad AutoCAD Civil 3D, o ad altri software Autodesk, come ad esempio i ponti in Autodesk Revit, per la preparazione degli elaborati necessari al progetto definitivo ed esecutivo.

Autodesk InfraWorks 2018 ed Autodesk InfraWorks LT sono già disponibili, in tutte le lingue, compreso l’italiano: vediamo subito quali sono le novità…

InfraWorks2018-improved-grading
Cominciamo con la progettazione stradale. Grazie ad un nuovo strumento è divenuto più facile creare le scarpate, che ora sono modificabili in modo più veloce e flessibile: è possibile suddividerle in parti con caratteristiche di pendenza e materiale differenti.

InfraWorks2018-Quantities
Il calcolo delle quantità è stato migliorato.
E’ possibile ottenere le quantità (ad esempio sterro e riporto, ma non solo)per le strade a componenti, per i ponti e le reti di drenaggio. Tutte le quantità possono essere esportate in file .CSV per l’elaborazione con fogli di calcolo o programmi di computo. Infine è possibile personalizzare il pannello delle quantità per mostrare solo quelle che si desidera esportare.

InfraWorks2018-Annotations
Sono state migliorate anche le annotazioni sul modello, relative alle progressive stradali, alle quote, alle particelle ed alle aree di esproprio. Gli stili di annotazione sono più leggibili, e si adeguano meglio agli zoom ed ai differenti punti di vista.

Fai clic qui per i tutorial in italiano aggiornati sulla progettazione stradale con InfraWorks.

InfraWorks2018-Bridge_components
Molto importanti le novità relative ai ponti: ora è possibile creare una libreria personalizzata di componenti parametrici, utilizzando Autodesk Inventor, il principe dei software per la progettazione meccanica. Ti ricordo che i ponti possono essere esportati direttamente in Autodesk Revit per il calcolo strutturale. Se poi il ponte viene modificato, per restituirlo ad InfraWorks puoi approfittare della novità di Revit che ora gestisce in modo più facile la georeferenziazione: leggi i dettagli qui.

InfraWorks2018-Simplified_Trees
Per migliorare le prestazioni, ora gli alberi possono essere rappresentati in modo semplificato. Novità molto utile nel caso si debbano rappresentare boschi molto estesi.

Civil3D-InfraWorksTab

Migliora anche l’integrazione con AutoCAD Civil 3D, di cui ti scriverò tra poco le novità 2018. Ora infatti trovi in Civil 3D una scheda intera nella Barra multifunzione dedicata ad InfraWorks.

Infine è disponibile direttamente dall’interno di InfraWorks la soluzione Autocase for Sites, gratis per un anno. Autocase for Sites fornisce dati e strumenti analitici per studiare lo smaltimento delle acque meteoriche negli Stati Uniti.

Guarda qui sotto il video che in 90 secondi ti mostra dal vivo tutte le novità:

Bene, puoi già scaricare la nuova versione 2018 di Autodesk InfraWorks. Se hai un abbonamento (Autodesk Subscription) attivo hai due opzioni:

Scarica InfraWorks 2018 dalla tua Autodesk App:

InfraWorks-2018-Download-AdskApp

Scarica InfraWorks 2018 dal portale Autodesk Accounts:

InfraWorks-2018-Download-AdskAccount

Se infine non hai ancora un abbonamento attivo, puoi provare Autodesk InfraWorks 360 gratuitamente per 30 giorni scaricando la versione di prova da quiFai attenzione perchè Autodesk InfraWorks richiede il sistema operativo Microsoft Windows, da 7 a 10, a 64 bit.

InfraWorks-2018-Download-Trial

PS: Come ho anticipato, Autodesk InfraWorks ora si chiama così, senza più il suffisso 360, che resta per i servizi completamente Cloud come Autodesk BIM 360 Team e simili (Autodesk BIM 360 Docs, Glue, Plan…), ed Autodesk Fusion 360. Anche altri prodotti Autodesk hanno perso il suffisso 360: l’app di AutoCAD, Recap, Formit ed Insight.

Per approfondire:

Se vuoi vedere dal vivo tutte le novità qui trovi i video YouTube su InfraWorks 2018.

Puoi farti un’idea dell’impetuosa crescita di InfraWorks, leggendo gli articoli sulle tre differenti versioni 2017:

Perl’uso di InfraWorks nella progettazione BIM puoi leggere:

Buon aggiornamento!
Giovanni Perego