Come usare i DEM Tinitaly con AutoCAD e Civil 3D

Dopo il clamoroso successo dell’articolo della scorsa settimana, in cui ho annunciato la disponibilità per tutta l’Italia dei DEM a 10 metri di Tinitaly con licenza aperta, basta un clic per scaricarli, penso sia arrivato il momento di spiegare in che modo questi preziosi dati possono essere utilizzati con profitto all’interno degli ambienti CAD, GIS e BIM per le Infrastrutture.

In questo articolo, quindi, ti spiegherò come usare Tinitaly DEM con AutoCAD, per l’esattezza AutoCAD Map 3D, che da due anni è compreso nella licenza di AutoCAD, ed Autodesk Civil 3D.

Ci sarebbe anche Autodesk InfraWorks, naturalmente, ma sarà per la prossima volta… 🙂

AutoCAD Map 3D, come ho appena anticipato, da un paio d’anni è compreso nell’abbonamento ad AutoCAD, quindi svolge davvero un ruolo molto importante: quello di ponte tra CAD e GIS.

Inoltre, AutoCAD Map 3D è contenuto in Autodesk Civil 3D, quindi svolge lo stesso ruolo di ponte tra BIM e GIS.

AutoCAD Map 3D permette di accedere ai dati GIS di pressoché qualsiasi formato, e di sovrapporli, o sottoporli, ai dati CAD e BIM, purchè siano correttamente georeferenziati: gestisce, infatti, i sistemi di coordinate. Permette anche l’esportazione dei dati CAD nei formati GIS, per renderli disponibili al resto del mondo.

Se non lo conosci, puoi approfittare del mio piccolo corso che puoi scaricare liberamente qui.

Per utilizzare al maglio i DEM di Tinitaly in Map 3D, assicurati prima di tutto di aver scelto l’area di lavoro Pianificazione ed Analisi. Questo vale, naturalmente, anche per Civil 3D.

Apri un disegno nuovo, poi, se vuoi, assegna il sistema di coordinate grazie al comando MAPCSASSIGN, che puoi attivare dal bottone Assegna, nella scheda Impostazione Carta della Barra Multifunzione.

Il bottone Assegna, contraddistinto dal globo della Terra

I DEM Tinitaly vengono resi disponibili in UTM 32 WGS84: in realtà non è obbligatorio assegnare il sistema di coordinate al disegno, ma se hai bisogno di aggiungere altri dati GIS, è utile indicarlo. Inoltre, se vuoi usare correttamente i DEM nel Sud Italia, devi assegnare il sistema di coordinate UTM 33 WGS84, e Map 3D li convertirà per te.

Detto questo, per caricare il DEM Tinitaly utilizza il comando MAPCONNECT. Lo puoi attivare con un clic sull’icona Connetti nella scheda Inizio della Barra Multifunzione.

Il bottone Connetti, a sinistra

Bene, La finestra di connessione che appare ti mostra le grandi potenzialità di Map 3D. Sì, certo, puoi connetterti a tutti questi formati GIS: basati su file come raster e Shapefile, su Geodatabase come Oracle Spatial, SQL Server e PostgreSQL, e su servizi Cloud standard come WMS con cui puoi caricare la cartografia catastale, WFS e WMTS.

Per caricare i nostri DEM, a sinistra scegli Immagine raster o superficie.
I DEM, infatti, sono file di tipo raster, dove per ogni pixel al posto del colore viene conservata la quota. A destra, invece, premi uno dei due bottoni per indicare il percorso ed il nome dove hai salvato il DEM, oppure la cartella che contiene i DEM che vuoi caricare.

La finestra Connessione dati di Map 3D

Nella schermata successiva, scegli Aggiungi a carta per veder comparire il tuo DEM nel disegno. Attenzione, lo vedi comparire in forma grezza, perchè il bello arriva con la sua vestizione.

Il DEM Tinitaly della zona a Sud di Napoli appena caricato

Premendo il bottone Stile, nel Riquadro attività, puoi vestire il tuo DEM in molti modi differenti. Io trovo molto bella la tavolozza del Servizio Geologico Nazionale degli Stati Uniti: scegli Tema, poi nella finestra indica Tavolozza e scegli USGS National Map palette.

Come impostare la vestizione del DEM con la USGS National Map palette

E non è finita: ora puoi creare automaticamente le curve di livello. Premi il tasto destro del mouse sul DEM nel Riquadro Attività e scegli Crea layer curve di livello.

Le curve di livello vengono create in formato SDF, un formato Autodesk che in seguito puoi importare nel disegno con il comando MAPIMPORT, per averle a disposizione come polilinee.

Curve di livello generate automaticamente a partire da un DEM Tinitaly

Infine puoi spegnere le curve di livello, rendere parzialmente trasparente il DEM, e sovrapporlo alle ortofoto di Bing di cui ti ho scritto qui. Il trucco della trasparenza, il cui risultato puoi vedere qui sotto, è descritto in questa procedura di Autodesk Knowledge Network: leggi l’articolo in inglese, perchè il parametro da impostare è Opacity, e non Opacità, come viene tradotto automaticamente nelle pagine in italiano…

Il DEM Tinitaly reso parzialmente trasparente sovrapposto alle ortofoto di Bing in Map 3D

Prima di tutto è importante sapere che Civil 3D contiene Map 3D. Quindi, tutto quello che hai visto finora, lo puoi fare anche con Civil 3D, ti basta scegliere l’area di lavoro Pianificazione e Analisi.

Ma Civil 3D ti mette a disposizione un comando importante in più: quello che ti permette di convertire i DEM in un Superfici TIN, ovvero le Superfici vettoriali che si usano nella rappresentazione dei rilievi topografici.

Questo comando è molto importante, perchè Civil 3D usa le Superfici TIN come base per qualsiasi progettazione BIM di infrastrutture, compito in cui è molto bravo 🙂

Bene, ti basta aprire la tendina Superfici nella scheda Inizio, per trovare l’opzione Crea superficie da DEM.

Civil 3D convertirà per te il DEM in una Superficie a maglia, alla quale potrai assegnare lo Stile che preferisci, ad esempio basato su curve di livello.

Il DEM convertito in Superficie di Civil 3D

Infine un consiglio: visto che questi DEM non sono esattamente leggeri, tieni conto che è possibile ritagliarli, per usare solo la porzione che effettivamente ti occorre. Anche questo lo puoi ottenere all’interno della soluzione Autodesk, installando il modulo aggiuntivo di Map 3D e Civil 3D, chiamato Raster Design.

Buon lavoro con i DEM Tinitaly!
Giovanni Perego

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2020/09/come-usare-i-dem-tinitaly-con-autocad-map-3d-ed-autodesk-civil-3d/