Category: Dati Geografici

Che bello tornare al GIS!

Mappa interattiva WebGIS costruita con ArcGIS Online

La mia carriera professionale, come sai, nasce in ambito GIS. 

Da qui il mio soprannome di allora (GimmiGIS), che però uso sempre di meno, perchè da molti anni mi sto concentrando sull’evoluzione del BIM, in particolare quello dedicato alle infrastrutture. In questo ambito, del resto, le conoscenze GIS mi sono sempre state di grande utilità.

Bene, immaginate bene con quale interesse ho seguito l’accordo tra Autodesk ed ESRI annunciato alla fine del 2017 qui, durante Autodesk University di Las Vegas.

Con il rilascio dell’aggiornamento 2019.1 di Autodesk InfraWorks, l’estate scorsa sono arrivati i primi risultati di questo accordo. Da questo aggiornamento in poi, InfraWorks ha la possibilità di connettersi alle mappe di ArcGIS Online di ESRI grazie ad un nuovo comando chiamato ArcGIS Connector.

Infine ESRI ha gentilmente messo a disposizione dei Partner Autodesk una licenza di ArcGIS Online per un anno, per le dovute prove: non potevo non approfittarne, ed eccomi quindi a pubblicare, qui sopra, la mia prima mappa Web creata con ArcGIS Online.

Naturalmente la mappa che vedi qui sopra è basata su dati geografici Open, ovvero OpenStreetMap come base, e le regioni italiane messe a disposizione da Istat, che ringrazio. La puoi vedere anche in un’altra scheda facendo clic qui.

Bene, il primo obiettivo è raggiunto, ma non è finita qui, il ponte tra GIS e BIM è in piena costruzione…

Continue reading

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2019/03/che-bello-tornare-al-gis/

Georeferenziare i progetti BIM: ora hai a disposizione due strade

Approfitto del recente rilascio dell’utilità Autodesk Shared Reference Point 2019, per ribadire un aspetto molto importante della progettazione BIM: l’importanza della georeferenziazione.

Sì, perchè BIM è collaborazione. Ma come posso collaborare con tutto il mondo della cartografia e GIS, che vuol dire ortofoto, modelli digitali del terreno,  cartografie tecniche e così via, se il mio progetto ha lo zero in basso a sinistra? E come posso far collaborare i progetti BIM orizzontali (ovvero di infrastrutture) con quelli verticali (ovvero di architetture ed edifici) se non attraverso la loro georeferenziazione?

Bene, ma in pratica come posso fare? Ora hai due strade a disposizione.

La prima, quella tradizionale, prevede di usare Shared Reference Point a partire da un disegno già georeferenziato di Civil 3D, per condividere un punto ed una direzione con Revit, che così potrà creare il sistema di coordinate adeguato, anche se il progetto è stato inizialmente creato sullo zero.

La seconda, quella nuova, è resa disponibile dalle nuove versioni 2019.1 di Civil 3D e di Revit, di cui ti ho scritto qui e qui, grazie alla condivisione delle Superfici Topografiche di Civil 3D, che ovviamente possono essere già georeferenziate. Vai all’articolo su Revit 2019.1 per approfondire.

Se invece vuoi capire meglio Shared Reference Point, puoi guardare il video seguente, dove John Sayre di Autodesk ti mostra la tecnologia Shared Reference Point in azione, per di condividere la georeferenziazione dei progetti tra AutoCAD Civil 3D, Revit, InfraWorks e Navisworks. Continue reading

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2018/10/georeferenziare-i-progetti-bim-ora-hai-a-disposizione-due-strade/

Guarda la Webcast registrata su Autodesk InfraWorks ed il BIM per le infrastrutture

Il 24 luglio ho tenuto per conto degli amici di Graitec una Webcast dedicata a presentarti uno dei due pilastri fondamentali della soluzione BIM per le infrastrutture: Autodesk InfraWorks.

Penso che la sua tecnologia sia destinata a trasformare profondamente, in meglio, il modo in cui si progettano le infrastrutture: soprattutto nella parte preliminare, quella del piano di fattibilità, che è quella in cui vengono prese le decisioni più importanti.

Guardala qui sopra oppure qui su YouTube e potrai rendertene conto:

Autodesk InfraWorks, il ponte tra GIS e BIM, ti permette di prendere decisioni in un contesto tridimensionale realistico, ottenuto da dati GIS e cartografici, da rilievi oppure da uno splendido servizio cloud. Fornisce strumenti BIM semplici ed efficaci per l’analisi territoriale, la progettazione preliminare, il confronto fra alternative, la creazione di video e la pubblicazione sul web per il dibattito pubblico, ed è perfettamente integrato nella soluzione Autodesk, dialogando con Civil 3D e Revit.

Buona visione!
Giovanni Perego

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2018/09/guarda-la-webcast-su-infraworks-ed-il-bim-per-le-infrastrutture-registrata/

Il geoportale catastale, finalmente!

Finalmente è disponibile il Geoportale cartografico catastale italiano.

Lo aspettavamo fin dai tempi in cui mostravo il fulgido esempio del catasto russo nel 2011 🙂

Del resto, che qualcosa si stesse muovendo lo avevamo notato alla fine dell’anno scorso quando l’Agenzia per le Entrate ha messo a disposizione la cartografia catastale attraverso il servizio WMS. Con una licenza d’uso troppo restrittiva, ma a quello potranno rimediare in futuro, appena avranno capito cos’è veramente INSPIRE, per esempio… 🙂

Sono lieto quindi di riprendere la buona abitudine di recensire i Geoportali italiani: leggi qui le mie recensioni precedenti oppure procedi nella lettura… Continue reading

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2018/07/il-geoportale-catastale-finalmente/

Webcast sul BIM per le infrastrutture il 24 luglio

Eccomi ad invitarti ad una Webcast BIM per le infrastrutture che mi vede direttamente coinvolto come presentatore, organizzata dagli amici di Graitec il 24 luglio nel pomeriggio, per presentare uno dei due pilastri fondamentali della soluzione BIM per le infrastrutture: Autodesk InfraWorks.

Come sai, mi sono appassionato ad InfraWorks dalla sua nascita(a dire la verità anche prima, quando aveva un altro nome) ed ho seguito da vicino la sua straordinaria crescita, perchè penso che la sua tecnologia sia destinata a trasformare profondamente, in meglio, il modo in cui si progettano le infrastrutture: soprattutto nella parte preliminare, quella del piano di fattibilità, che è quella in cui vengono prese le decisioni più importanti.

Autodesk InfraWorks infatti ti permette di prendere decisioni in un contesto tridimensionale realistico, ottenuto da dati GIS e cartografici, da rilievi oppure da uno splendido servizio cloud. Fornisce strumenti BIM semplici ed efficaci per l’analisi territoriale, la progettazione preliminare, il confronto fra alternative, la creazione di video e la pubblicazione sul web per il dibattito pubblico, ed è perfettamente integrato nella soluzione Autodesk, dialogando con Civil 3D e Revit.

Durante la Webcast, che durerà al massimo un’ora, ti presenterò una panoramica sul BIM per le infrastrutture e qual’è il ruolo di InfraWorks all’interno della soluzione complessiva, per poi mostrarti nei dettagli la facilità con cui puoi creare modelli 3D, usando ad esempio dati geografici italiani, oppure il fantastico servizio Cloud che ti permette di ottenere in pochi minuti modelli di tutto il mondo senza muoverti dall’ufficio, per poi passare alla progettazione di una strada: tracciato, profilo, ponti e gallerie, non ci faremo mancare nulla. Infine vedrai come creare facilmente video di presentazione e pubblicare sul Web il modello perchè chiunque lo possa analizzare, e come passare tutte le informazioni preliminari a Civil 3D ed a Revit per la progettazione definitiva ed esecutiva.

Cosa vuoi di più? 🙂
Prima di rilassarti per le vacanze, dedica ancora un’oretta alla tua formazione continua. la partecipazione è gratuita:

Iscriviti subito qui alla Webcast del 24 luglio alle 15.00
sul BIM per le Infrastrutture ed Autodesk InfraWorks

Ti aspetto!
Giovanni Perego

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2018/06/webcast-sul-bim-per-le-infrastrutture-il-24-luglio/

Il modello BIM di Parigi: guarda il video

Lo sai che i francesi tendono a fare le cose in grande… 🙂

Bene, ho il piacere di presentarti qui sotto il modello BIM di una grande porzione di Parigi, 2,4 Kmq, realizzato con Autodesk InfraWorks. Come puoi vedere, tutti i dettagli sono stati ricostruiti con precisione.

Infatti, grazie al supporto di Autodesk, il modello verrà utilizzato come base di rappresentazione dell’esistente, per i partecipanti alla gara indetta dalla città di Parigi per la riqualificazione del sito della Torre Eiffel. Una grande opera di riqualificazione urbana, che ovviamente verrà realizzata in modalità BIM e collaborativa in tutto il suo processo.

Se vuoi andare direttamente al video su YouTube fai clic qui.

Maggiori informazioni su Ingegneri.info qui.

Direi che partono bene!

Grazie sempre Gwenael e Vincent.
Giovanni Perego

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2018/05/il-modello-bim-di-parigi/

Integrazione tra BIM e GIS: guarda la Webcast Autodesk

Ieri, lo stesso giorno in cui si svolgeva l’evento di Roma sull’integrazione tra BIM e GIS, Eric Chappell di Autodesk teneva una Webcast sullo stesso tema..

Bene, la registrazione della Webcast è già disponibile qui, naturalmente nel portale Autodesk per l’ingegneria civile. Naturalmente grazie Gwenael per la dritta!

Altre informazioni sono disponibili sul sito Autodesk qui.

Buona visione!
Giovanni Perego

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2018/05/integrazione-tra-bim-e-gis-guarda-la-webcast-autodesk/

Integrazione tra BIM e GIS: i primi risultati alla conferenza ESRI di Roma

Cinque mesi fa, Autodesk ed ESRI hanno annunciato un accordo di collaborazione, con l’obiettivo di avviare la collaborazione tra i mondi BIM e GIS. Sono convinto che la costruzione di questo ponte porterà ad ottimi risultati per entrambi.

Sono felice quindi di annunciarti un evento che si terrà durante la consueta Conferenza ESRI Italia, in programma il 16 ed il 17 maggio a Roma.

L’evento, intitolato “Integrazione tra BIM e GIS: focus ed esperienze in corso”si terrà il 16 maggio dalle 16.30 alle 18.00. Sarà moderato dalla professoressa Anna Osello del Politecnico di Torino, e vedrà gli interventi di Autodesk, ESRI, l’autorevole partecipazione di Italferr, azienda tra le più avanzate in entrambi i campi, con cui ho avuto il piacere di collaborare, e quella di One Team, rivenditore e sviluppatore che conosco bene ed apprezzo perchè da decenni svolge il delicato ruolo di cerniera tra i due mondi.

Aggiornamento del 17 maggio:

Il 16 maggio Eric Chappell di Autodesk ha tenuto una Webcast intitolata BIM + GIS: What’s all the buzz about?
Fai clic qui per vedere la registrazione.

Buona integrazione!
Giovanni Perego

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2018/05/integrazione-tra-bim-e-gis-i-primi-risultati-alla-conferenza-esri-di-roma/

La cartografia catastale italiana finalmente disponibile online via WMS

Catasto italiano NON visualizzato in AutoCAD Map 3D/AutoCAD Civil 3D grazie alla connessione WMS

Una notizia attesa da anni…  Prova a leggere cosa scrivevo nel 2011.

L’Agenzia delle Entrate l’ha appena annunciato qui: finalmente il catasto italiano è disponibile online, attraverso il servizio standard WMS (Web Map Service).

Quindi possiamo caricarlo all’interno dei nostri software preferiti, come AutoCAD Map 3D, AutoCAD Civil 3D (che contiene il precedente) ed Autodesk InfraWorks, sovrapponendolo ai nostri progetti territoriali.

Ma c’è un limite, purtroppo: la licenza utilizzata dall’Agenzia delle Entrate è davvero restrittiva. Vieta sia l’uso commerciale che, soprattutto, la costruzione di opere derivate, come l’ottimo sito Opencatasto, che usa i dati regionali, e perfino la pubblicazione su questo Blog. Spero vivamente trovino il modo di ripensarci, è davvero un peccato mettere muri intorno al dato geografico online.

Intanto vediamo subito come fare per accedere con AutoCAD Map 3D oppure Civil 3D… Continue reading

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2017/11/la-cartografia-catastale-italiana-finalmente-disponibile-online-via-wms/

Usare i dati OpenStreetMap in un’applicazione BIM

Pochi giorni fa, un artista del rendering mi ha posto una domanda molto interessante, che riguarda il tema: I dati GIS possono essere utili alla progettazione BIM?

La risposta è assolutamente sì!
Ma occorre trovare le soluzioni giuste. La domanda esatta era la seguente:

Sto diventando matto nell’importare in 3ds Max dei dati OSM (OpenStreetMap) ma senza successo. Esiste un plugin ma non funziona, nelle versioni recenti del software. Tu ne sai qualcosa?

La domanda riguarda un software particolare, 3ds Max, ma la risposta che sto per darti riguarda tutti i software BIM Autodesk… Continue reading

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2017/11/usare-i-dati-openstreetmap-in-unapplicazione-bim/

Load more