Category: Formazione

Lezione 5 corso AutoCAD Map 3D

Nella Lezione 5 del corso introduttivo su AutoCAD Map 3D trovi l’esercitazione sul Libro di carte,
per creare automaticamente tutti i layout necessari per stampare una cartografia

E’ disponibile da ieri la Lezione n.5  del corso introduttivo gratuito di AutoCAD Map 3D, sul portale GEOforUS.
Te lo annuncio con molto piacere, perché penso e spero che queste 28 pagine illustrate, associate ai dati geografici italiani disponibili per le esercitazioni, ti permetteranno di fare grandi passi in avanti nell’utilizzo di AutoCAD Map 3D, e più in generale nella comprensione della tecnologia GIS.

Ancora una volta, siamo i primi a pubblicare questa Lezione, ed i numeri dei download delle Lezioni precedenti ci sostengono nel proseguire l’opera. Ad oggi vanno dai  più di 11.000 download della Lezione 0, la prima ad essere pubblicata,  fino agli 8.000 della Lezione 4 sulla conversione tra sistemi di coordinate, pubblicata in settembre dell’anno scorso. Complessivamente, superano di molto la concorrenza :-).

La nuova Lezione 5, realizzata dal tuo affezionatissimo, con l’impagabile supporto di Alessandro dal Maso di Abitat, si occupa di un aspetto fondamentale: la vestizione dei dati per la visualizzazione e la stampa. Fondamentale perché permette di costruire carte efficaci e presentarle, stampando sulla carta oppure (meglio) in digitale.

In realtà, alcuni aspetti della vestizione dei dati GIS li avevo anticipati, nella Lezione 1 per i dati vettoriali e nella Lezione 2 per i dati raster. Ma nel frattempo, il rilascio della nuova versione 2012 di AutoCAD Map 3D ha introdotto molte novità importanti, proprio per questo aspetto. Quindi ne ho approfittato per spiegare le novità, come ad esempio la possibilità,  finalmente, di utilizzare per i dati GIS gli stessi tipi di linea e gli stessi riempimenti (retini) di AutoCAD. Anche se personalizzati. Inoltre la gestione e la modifica delle etichette GIS è diventata molto flessibile, simile a quella delle etichette CAD. Mica male.

Modifica di una etichetta GIS con strumenti CAD

Nella seconda parte della Lezione 5 ho presentato una funzionalità molto interessante di AutoCAD Map 3D: il Libro di carte. Questo  permette di creare in modo pressoché automatico, tutti i layout necessari per la stampa di una Carta troppo grande per essere contenuta in un unico foglio. Libro di carte costruisce automaticamente il reticolo di suddivisione, tenendo conto della dimensione dei fogli e della scala di stampa, genera tutti i layout necessari, ognuno contenente il cartiglio, la legenda, la vista chiave e le frecce d’indicazione dei fogli confinanti. Con grande risparmio di tempo e fatica.

Fai clic qui per scaricare la Lezione 5 di AutoCAD Map 3D

Per le esercitazioni puoi scaricare i due set di dati geografici italiani, in formato Shapefile:
– I dati geografici messi gentilmente a disposizione dalla Regione Abruzzo, già impiegati per le esercitazioni delle lezioni precedenti: sono disponibili sul portale GEOforUS qui.
– I dati geografici del censimento, che Istat ha pubblicato aggiornati al 2011: puoi scaricarli dal sito Istat qui.

Naturalmente restano a disposizione le lezioni precedenti: puoi scaricarle facendo clic sui titoli seguenti:
0 – Introduzione al software: genealogia, procedura di installazione, peculiarità
1 – Caricamento, visualizzazione e consultazione dei dati vettoriali
2 – Caricamento, visualizzazione e consultazione dati raster (dtm, cartografia, ortofoto, immagini satellitari)
3 – Integrazione dati vettoriali, raster e CAD
4 – I sistemi di coordinate usati in Italia: conversioni

Questa lezione, purtroppo, è l’ultima di questo corso introduttivo, che spero ti possa essere utile nell’utilizzo del nostro software preferito.

Buon download a tutti!
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2012/02/lezione-5-corso-autocad-map-3d/

Mai più inondazioni: disponibili i due seminari online

Finalmente sono disponibili sul sito Web italiano di Autodesk entrambe le registrazioni dei seminari “Mai più inondazioni”.

Ti ricordo che questi due seminari hanno presentato le nuove potenzialità del software Autodesk per prevenire un problema di fondamentale importanza, visto quello che accade in Italia appena piove più del normale: quello delle inondazioni. Potenzialità che più in generale permettono di affrontare il tema del ciclo dell’acqua.

Bene,  se non hai potuto partecipare dal vivo, ora puoi guardarti le registrazioni online, gratuitamente: basta compilare una rapida scheda di registrazione.

Il primo seminario ha presentato la soluzione Autodesk che permette di integrare la progettazione delle condotte di scarico delle acque meteoriche, con  la verifica del loro corretto dimensionamento, sulla base delle precipitazioni previste.  Grazie a questa nuova soluzione, il progettista può modellare la rete delle condotte di scarico in tre dimensioni, tenendo conto del terreno esistente e delle superfici di raccolta delle acque. La rete può essere sottoposta alle verifiche del suo corretto dimensionamento, applicando simulazioni delle precipitazioni meteoriche. Quindi il modello della rete delle condotte può essere immediatamente modificato, per garantirne la piena affidabilità anche nel caso di precipitazioni eccezionali.

Guarda qui la registrazione del seminario online Mai più inondazioni (1^ Parte)
Progettazione e verifica delle condotte di scarico delle acque meteoriche 

Il secondo seminario ha presentato la soluzione Autodesk che permette di effettuare sia l’analisi di vulnerabilità, sia la progettazione del ripristino dei corsi d’acqua per garantire il più veloce deflusso delle ondate di piena. Grazie a questi strumenti, gli enti di regolazione ed i pianificatori ora sono in grado di predisporre le fasce di rispetto per il vincolo di inedificabilità e per i piani di emergenza nel caso di inondazione. Ma non basta: per mitigare il rischio è possibile progettare il ripristino del corsod’acqua, per garantirne l’equilibrio dinamico e recuperarne tutte le potenzialità di deflusso.

Guarda qui la registrazione del seminario online Mai più inondazioni (2^ Parte)
Analisi di vulnerabilità e mitigazione del rischio attraverso il ripristino dei corsi d’acqua 

Se poi sei in vena di seminari online registrati, fai clic qui per vedere la lista completa dei seminari Autodesk per il settore GIS & Infrastrutture.

Buona visione!
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2012/01/mai-piu-inondazioni-entrambi-i-seminari-disponibili-online/

Videocorso gratuito per Modeler 2012

Non ho resistito a lanciare questo articolo nonostante il periodo di feste, per darti questa importante notizia.

E’ disponibile il videocorso pubblico per imparare ad utilizzare Infrastructure Modeler, il nuovo software Autodesk per la costruzione delle città digitali 3D. Come sai, da quando è uscito in agosto me ne sono subito occupato, visto che ero rimasto impressionato dalle sue ottime potenzialità quando era ancora una anteprima di tecnologia su Autodesk Labs, con il nome di Progetto Galileo.

E non è tutto: grazie a questo videocorso potrai formarti sulle nozioni di base del mondo GIS, come l’uso delle scale di rappresentazione, dei sistemi di coordinate e dei meadati, sull’uso dei dati GIS come ortofoto e modelli digitali di elevazione (DEM), e così via. Verrai guidato dalla gentile Lynda Sharkey di Autodesk.

Fai clic qui per il videocorso online di Infrastructure Modeler

Se aggiungi al videocorso la possibilità di scaricare la versione di prova di Modeler qui, hai veramente tutto il necessario a disposizione. O meglio quasi tutto: per trovare i dati GIS italiani puoi fare come me: vai sui siti delle Regioni che li rendono disponibili come la Puglia, la Lombardia, la Sardegna… Guarda qui l’esempio che ho realizzato con i dati pugliesi, e qui con i dati dell’amata Sardegna. E guarda qui dove puoi scaricare il DEM di tutta l’Italia (e del mondo).

E naturalmente tanti auguri per uno stupendo anno nuovo!
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2011/12/videocorso-gratuito-per-modeler-2012/

Soluzioni per l’Amministrazione Pubblica: guarda il seminario online

Sono lieto di annunciarti che Autodesk ha appena pubblicato sul suo sito Web il link per rivedere il seminario online sulle soluzioni per l’Amministrazione Pubbliche territoriali e le aziende di servizi.

Comuni, comunità montane, province, regioni, consorzi, parchi, aziende di gestione di reti tecnologiche (acquedotti, fognature, reti elettriche e del gas), e molti altri enti ancora con competenze territoriali, possono trarre grandi benefici dall’uso del software adatto alle loro esigenze, soprattutto in questi momenti difficili, per rendere più efficace il loro lavoro in numerose attività:

  • Urbanistica e pianificazione del territorio
  • Gestione del suolo e del ciclo delle acque
  • Progettazione e gestione delle infrastrutture e delle reti tecnologiche
  • Comunicazione ai professionisti ed ai cittadini delle informazioni territoriali via Web

Fai clic qui per vedere gratuitamente il seminario online.

Ti verrà chiesta una breve registrazione per poter accedere. La durata è di un’ora circa, ma potrai muoverti velocemente alla parte che più ti interessa.

E poi non perderti l’altro seminario online appena pubblicato:  “Mai più inondazioni – prima parte”: fai clic qui per maggiori dettagli.

A presto
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2011/12/soluzioni-per-lamministrazione-pubblica-guarda-il-seminario-online/

Certificazione Autodesk

Certificazione Adsk AEC Pre Sales

Sono soddisfazioni…

E’ stata dura, ma anche quest’anno ho terminato il processo di certificazione Autodesk, per la qualifica AEC Infrastructure Pre Sales. Una dozzina di training online e due esami, richiesti da Autodesk per i tecnici dedicati.

In bocca al lupo per chi deve ancora terminare!
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2011/10/certificazione-autodesk/

Lezione 4 corso AutoCAD Map 3D

Uno dei risultati delle esercitazioni della Lezione 4 su AutoCAD Map 3D:
Sovrapposizione dati Abruzzo LL84 su dati Istat UTM 32 ED50!

E’ con grande piacere, ed un pizzico di orgoglio, che ti annuncio la pubblicazione sul portale GEOforUS la Lezione 4 del corso gratuito su AutoCAD Map 3D. Realizzata dal sottoscritto con l’ineffabile supporto di Alessandro dal Maso di Abitat.
Grande piacere perchè è una lezione importante. Orgoglio perchè siamo i primi a pubblicare questa lezione, e le migliaia di download delle lezioni precedenti dimostrano il gradimento per questo lavoro, che ha addirittura superato quello della concorrenza 🙂

Come scrivevo, questa lezione è dedicata ad un tema molto importante: I sistemi di coordinate usati in Italia.
Importante perchè in campo GIS non è possibile prescindere dalla corretta georeferenziazione dei dati, quindi dalla comprensione di cosa sono, e soprattutto come si utilizzano i sistemi di coordinate. Purtroppo il tema è complesso, e le conoscenze al riguardo sono poco diffuse: io per primo ho dovuto apprenderle “sul campo”. Per questo, e con gran piacere, ho cercato di trasmettertele, in modo pragmatico, in questa lezione.

Inoltre la nuova versione di AutoCAD Map 3D, la 2012 rilasciata in italiano in giugno, ha introdotto molti miglioramenti proprio sulla gestione dei sistemi di coordinate. Ne ho approfittato quindi per presentarteli, confrontandoli con le versioni precedenti. In questo modo potrai utilizzare la lezione 4 sia se usi già la nuova versione 2012, sia se usi le versioni precedenti.

La nuova finestra di assegnazione dei sistemi di coordinate della versione 2012 di Map 3D

La Lezione 4 ti guida passo passo, utilizzando i dati di esempio italiani, ad apprendere come:

  • Assegnare il sistema di coordinate al progetto GIS
  • Creare un progetto GIS
  • Vedere le coordinate di un punto in un sistema differente da quello originario,
    come ti ho anticipato in questo articolo.
  • Sovrapporre dati geografici realizzati in sistemi di coordinate differenti
  • Visualizzare e trasformare dati CAD in sistemi di coordinate differenti
  • Trasformare dati geografici da un sistema di coordinate all’altro
  • Creare il reticolato cartografico nel layout di stampa (novità della v. 2012)

Bene, a questo punto non ti resta che scaricare subito la Lezione 4 su AutoCAD Map 3D.

Per le esercitazioni ho utilizzato due set di dati geografici italiani, in formato Shapefile:
– Quelli messi gentilmente a disposizione dalla Regione Abruzzo, già impiegati per le esercitazioni delle lezioni precedenti: puoi scaricarli dal portale GEOforUS qui.
– Quelli che Istat ha pubblicato da poco, aggiornati al 2011: puoi scaricarli dal sito Istat qui.
Dati che ti avevo già segnalato con un articolo qui.

Inoltre sono a disposizione le lezioni precedenti: puoi scaricarle facendo clic sui titoli seguenti:

0 – Introduzione al software: genealogia, procedura di installazione, peculiarità
1 – Caricamento, visualizzazione e consultazione dei dati vettoriali
2 – Caricamento, visualizzazione e consultazione dati raster (dtm, cartografia, ortofoto, immagini satellitari)
3 – Integrazione dati vettoriali, raster e CAD

L’iniziativa di GEOforUS è rivolta a creare un manuale multipiattaforma. Trovi quindi le prime lezioni anche su altri 11 diversi software GIS desktop, sia commerciali che Open Source: sono disponibili qui.

E naturalmente, non è finita: le prossime lezioni prevedono:
5 – Vestizione dei dati per la visualizzazione e la stampa
6 – Selezioni alfanumeriche e geografiche
7 – Editing dei dati (funzionalità di base)
8 – Analisi spaziale vettoriale (overlay, buffer, ecc.)
9 – I servizi di interoperabilità (wms, wfs)
10 – Pubblicazione sul web dei dati geografici

Buon download!
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2011/09/lezione-4-corso-autocad-map-3d/

Corso GIS gratuito: in arrivo la lezione 4

DEM AbruzzoUn passaggio della Lezione 2: il modello digitale di elevazione in AutoCAD Map 3D

Abbiamo messo in programma per le prossime settimane la realizzazione della lezione 4 del corso su AutoCAD Map 3D, naturalmente il sottoscritto con l’aiuto del baldo Alessandro dal Maso di Abitat. Speriamo di renderla disponibile ai primi di settembre. Anche questa lezione uscira nell’ambito del corso GIS multipiattaforma lanciato da GEOforUS : puoi scaricare liberamente le lezioni precedenti qui.

Questa nuova lezione sarà la prima occasione per mettere alla prova il nuovo AutoCAD Map 3D 2012, in un campo di applicazione importante e delicato, come quello dei sistemi di coordinate e delle trasformazioni necessarie per poter sovrapporre dati geografici realizzati con sistemi differenti, le trasformazioni geodetiche.

Il bello è che con la recente versione 2012, rilasciata in lingua italiana in maggio, AutoCAD Map 3D ha introdotto una interfaccia più comoda e flessibile per la gestione dei sistemi di coordinate, ed ha messo a disposizione nuove funzionalità interessanti. Ad esempio, puoi usare i codici EPSG, che ti permettono di selezionare lo stesso sistema di coordinate utilizzato da un progetto GIS open source. Inoltre è diventato più facile creare un sistema di coordinate personalizzato, ed è stata introdotta la possibilità di utilizzare i grigliati nelle trasformazioni geodetiche per renderle più precise.

La nuova interfaccia di AutoCAD MAp 3D 2012 per l’assegnazione del sistema di coordinate

Tornando alla Lezione 4 del corso GIS, l’idea è quella di utilizzare due differenti set di dati:

  • Quelli messi gentilmente a disposizione dalla Regione Abruzzo e già impiegati per le esercitazioni delle lezioni precedenti. Sono stati realizzati utilizzando le classiche coordinate geografiche: latitudine, longitudine con datum WGS 1984. Li puoi scaricare qui.
  • Quelli che Istat ha appena pubblicato, aggiornati al 2011, sul suo sito Web. Si tratta dei confini amministrativi di regioni, province e comuni, realizzati in uno dei sistemi metrici più utilizzti in Italia, UTM 32 ED50 (Universal Transverse Mercator 32N con datum Europe 1950).  Ne ho appena parlato qui.

In questo modo tutti potranno utilizzare dati italiani e reali per verificare le trasformazioni. Inoltre, viste le numerose novità di AutoCAD Map 3D 2012 nella gestione dei sistemi di coordinate, la lezione 4 potrà essere utile per confrontare la versione 2012 con le precedenti, ed evidenziarne i miglioramenti. Un programmino ambizioso, vero? 🙂 Speriamo di farcela!

In ogni caso, appena trovi un attimo di tempo ti consiglio di scaricare le lezioni di AutoCAD Map 3D che abbiamo già pubblicato, facendo clic qui sotto sul loro titolo:

0 – Introduzione al software
1 – Caricamento, visualizzazione e consultazione dei dati vettoriali
2 – Caricamento, visualizzazione e consultazione dati raster
3- Integrazione dati vettoriali, raster e CAD

…E non dimenticare i dati GIS per le esercitazioni qui.

Con la pubblicazione della lezione 4 saremo arrivati quasi a metà dell’opera, visto che abbiamo cominciato con la lezione 0. Le prossime lezioni si occuperanno di:

5 – Vestizione dei dati per la visualizzazione e la stampa
6 – Selezioni alfanumeriche e geografiche
7 – Editing dei dati (funzionalità di base)
8 – Analisi spaziale vettoriale (overlay, buffer, ecc.)
9 – I servizi di interoperabilità (wms, wfs)
10 – Pubblicazione sul web dei dati geografici

Buona lettura!
GimmiGIS

PS: leggi qui una anticipazione dei contenuti della Lezione 4: vedere le stesse coordinate in sistemi differenti

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2011/07/corso-gis-gratuito-arriva-lezione4/

Manuali italiani di AutoCAD 2012

Copertina Guida AutoCAD 2012 Santapaga

Eccomi al consueto appuntamento di presentazione dei manuali già pubblicati sull’ultima versione di AutoCAD, la 2012, che è stata rilasciata in aprile.
Questa volta un po’ prima del solito, perchè due manuali sono già disponibili, mentre il terzo autore che di solito pubblica manuali di AutoCAD, quest’ anno è stato molto impegnato con il nostro AutoCAD Map 3D.

A proposito, ti faccio notare che questi manuali possono essere molto utili anche per  sfruttare la parte CAD di AutoCAD Map 3D e di AutoCAD Civil 3D, visto che entrambi contengono AutoCAD.

Eccoti allora, in ordine alfabetico per autore, i due manuali italiani di AutoCAD 2012 di cui finora ho trovato notizia:

Copertina Grande Guida AutoCAD 2012 Pruneri

Edoardo Pruneri
Autodesk AutoCAD 2012 e AutoCAD 2012 LT La grande guida è l’ultima opera di Edoardo Pruneri per Mondadori. La sua esperienza nel mondo Autodesk comincia dal mondo della meccanica, ed infatti tra le sue opere vi sono anche manuali di Inventor Professional. Questo non gli ha impedito di scriverne anche per  Revit Architecture, 3ds Max Design e per diverse versioni precedenti di AutoCAD.

Edoardo descrive il suo ultimo manuale in questo modo:

Chiunque voglia imparare AutoCAD 2012 senza fatica troverà in questa guida una risorsa indispensabile. Sono trattati tutti gli aspetti dell’applicazione CAD in ambito bidimensionale, dai più semplici ai più complessi. La grande guida AutoCAD 2012 si presenta al lettore con un linguaggio semplice e moderno, garantendo al contempo una trattazione rigorosa e completa degli argomenti, con esempi – dettagliati e reali – di aziende manifatturiere, studi di architettura e design italiani. L’autore presenta i metodi e le tecniche, i suggerimenti e le scorciatoie, proponendo numerose esercitazioni guidate. Inoltre i riquadri di approfondimento soddisfano le curiosità degli utilizzatori più esperti. Inoltre per la prima volta in Italia viene trattata la versione di AutoCAD per Mac con ampie note dedicate agli appassionati di Mac!

Copertina Guida AutoCAD 2012 Santapaga
AutoCAD 2012 Guida completa è stata scritta da due autori, Luigi Santapaga e Matteo Trasi, per Apogeo. Anche Luigi e Matteo hanno una lunga esperienza nel mondo Autodesk, ed in particolare nella formazione: li puoi trovare a Milano, presso l’Autodesk Training Center (ATC – centro di formazione autorizzato Autodesk) Forma Mentis.

Luigi e Matteo descrivono il loro nuovo manuale in questo modo:

Questo manuale è costruito per guidare gli utenti di AutoCAD 2012 nel loro percorso di apprendimento. Grazie ai numerosi esercizi ed esempi, il testo fornisce al lettore le spiegazioni e le informazioni più utili e importanti per utilizzare al meglio il software e ottimizzare il lavoro. Basterà lasciarsi guidare dagli autori, formatori professionali, per capire come sfruttare al meglio le caratteristiche del programma nelle situazioni concrete, partendo dalla sua installazione, passando attraverso il disegno di precisione, la documentazione con quote, testi e tabelle, e la stampa, fino all’esame delle funzionalità più avanzate, come i blocchi dinamici, le immagini raster, la stampa elettronica e la modellazione grafica 3D.

Bene, spero che questi manuali ti possano essere di grande utiità nell’apprendere le funzionalità CAD.

Se sei interessato ai manuali per la versioni precedenti di AutoCAD, trovi divrsi articoli nel mio vecchio Blog:
Manuali italiani di AutoCAD 2011
Manuali italiani di AutoCAD 2010
Manuali italiani di AutoCAD 2008 e 2009

In questo mio nuovo Blog puoi vedere tutti gli articoli che ho pubblicato sui manuali facendo clic sull’etichetta Manuali, nella colonna di destra.

Se infine conosci altri manuali italiani di AutoCAD 2012, non esitare a segnalarmeli nei commenti!

Alla prossima
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2011/06/manuali-italiani-autocad-2012/

Manuale di AutoCAD Map 3D 2010 e 2011

Eccomi finalmente a scriverti del manuale in italiano per AutoCAD Map 3D 2010 e 2011, pubblicato in aprile dalla GC Edizioni dell’ottimo Gabriele Congiu.
E’ l’unico disponibile in lingua italiana: te lo avevo già annunciato qui, ed ora sono riuscito a guardarlo con calma.

Prima di tutto devi sapere che Gabriele non è nuovo alla pubblicazione di manuali di AutoCAD ed AutoCAD Map 3D. Si è dedicato a questa attività fin dai primi anni di questo secolo, quando scrivemmo insieme il primo manuale per Autodesk Map 2004 (allora si chiamava così: Prova a controllare qui). Dopodichè l’autore ha proseguito da solo, scrivendo il manuale per Map 3D 2005  e 2006, poi un manuale dedicato alla nuova tecnologia FDO, che fa riferimento a Map 3D 2007 e 2008, ed infine l’ultimo nato, il manuale completo per AutoCAD Map 3D 2010 e 2011.
Visto che da poco è uscita la versione 2012, Gabriele si è impegnato ad inviare un ebook dedicato alle novità di questa versione, che sono numerose ed importanti, a tutti coloro che acquisteranno questo manuale.

Il manuale si compone di un libro di 265 pagine e di un DVD (bello pieno) che contiene i dati per seguire le esercitazioni, e più di 100 filmati che permettono di capire le operazioni da eseguire per raggiungere i risultati desiderati.

Quello che trovo molto interessante, nell’impostazione dei manuali di Gabriele, è la presenza in ogni capitolo di una introduzione che illustra i concetti generali che stanno dietro agli argomenti trattati: da cosa si intende per query a quali formati dati vengono utilizzati in campo GIS, dall’importanza e l’utilità delle cartografie raster a cosa sono le topologie. In questo modo il suo manuale permette di avvicinarsi alla tecnologia GIS, soprattutto da parte di chi finora si è occupato principalmente di CAD. E poi di imparare i comandi e le procedure da seguire per ottenere i migliori risultati.

Inoltre trovo veramente utile poter sperimentare i comandi di AutoCAD Map 3D con i dati italiani. Non ti ho ancora detto (ma lo avrai capito dal suo cognome…) che Gabriele è sardo, ed ha deciso di impiegare in questo manuale dati della sua splendida isola, faticando non poco per ottenere il permesso di usarli. Ed eccoti quindi un primo risultato, caricando il DEM e sovrapponendo l’ortofoto:

Con i dati del manuale di Map 3D puoi andare al mare… Virtualmente!

Maggiori informazioni, naturalmente, sul sito della GC Edizioni, dove puoi anche scaricare un capitolo di esempio del manuale.

Buona lettura!
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2011/06/manuale-di-autocad-map-3d-2010-e-2011/

Lezione 3 corso AutoCAD Map 3D

Map3D-ProgettoCADGISIl risultato finale della Lezione 3 su AutoCAD Map 3D: dati CAD e GIS insieme!

Come promesso, ecco pubblicata sul portale GEOforUS la Lezione 3 del corso gratuito su AutoCAD Map 3D.

Questa lezione è dedicata all’integrazione dei dati vettoriali, raster e CAD, quindi, con il nostro Map 3D giochiamo in casa 🙂

Rispetto ai contenuti proposti da Giovanni Biallo, mi sono permesso di ampliare i temi affrontati, per trattare alcuni argomenti importanti e specifici di AutoCAD Map 3D, che altrimenti non avrebbero trovato spazio nelle prossime lezioni: la pulizia automatica delle carte e soprattutto l’importazione/esportazione di dati GIS, in particolare gli Shapefile di ESRI.

Non ti resta che scaricare subito la Lezione 3 su AutoCAD Map 3D facendo clic qui.

Se già non l’hai fatto, ti consiglio di scaricare anche le lezioni precedenti, facendo clic sul titolo:

0 – Introduzione al software: genealogia del software, eventuali procedure di installazione, gruppi di funzionalità, peculiarità, moduli aggiuntivi
1 – Caricamento, visualizzazione e consultazione dei dati vettoriali
2 – Caricamento, visualizzazione e consultazione dati raster (dtm, cartografia, ortofoto, immagini satellitari)

Per poter seguire le lezioni del corso è necessario utilizzare dei dati GIS di esempio, gentilmente resi disponibili dalla Regione Abruzzo.
Anche questi dati sono liberamente scaricabili: fai clic qui per scaricare i dati per le esercitazioni.

L’iniziativa di GEOforUS non si limita, naturalmente, al solo AutoCAD Map 3D: il corso tratta di ben 12 diversi software GIS desktop, sia commerciali che Open Source. Puoi trovare le lezioni per gli altri software a questo link.

Questo il programma per le prossime lezioni:
4 – I sistemi di coordinate usati in Italia (conversioni)
5 – Vestizione dei dati per la visualizzazione e la stampa
6 – Selezioni alfanumeriche e geografiche
7 – Editing dei dati (funzionalità di base)
8 – Analisi spaziale vettoriale (overlay, buffer, ecc.)
9 – I servizi di interoperabilità (wms, wfs)
10 – Pubblicazione sul web dei dati geografici

Buon download!
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2011/05/lezione-3-corso-autocad-map-3d/

Load more