Archivio Categoria: Linea 2019

Giu 08 2018

Se InfraWorks si blocca ecco la soluzione


Mi è capitato ieri di trovarmi di fronte ad un comportamento inspiegabile di InfraWorks.
Ogni volta che cercavo di iniziare una nuova strada tutto si bloccava, senza possibilità di uscita. Eppure fino al giorno prima tutto funzionava senza problemi.

Bene, è bastata una veloce ricerca sulla Autodesk Knowledge Network per trovare il motivo e la soluzione.

Il giorno prima, infatti, avevo installato l’ennesimo aggiornamento di Windows 10 (Build 1803) ed è questo la causa del problema. Ahi ahi, Microsoft, cosa combini? 🙂

Per risolverlo, ti basta installare l’Hotfix che trovi già disponibile grazie alla Autodesk App, che trovi attiva tra le icone nascoste.
Se vuoi approfondire, leggi la soluzione completa qui.

Buon lavoro con InfraWorks!
Giovanni Perego

Giu 06 2018

Flussi di lavoro BIM: leggi gli articoli in italiano


Come ti avevo promesso qui, stiamo lavorando alacremente alla traduzione dei nuovi articoli della Autodesk Knowledge Network, scritti dai tecnici Autodesk europei in modo nuovo.

Non più soluzioni a problemi, ma veri e propri flussi di lavoro BIM, illustrati grazie a video che mostrano tutti i passaggi, per affrontare le problematiche più comuni: dal calcolo delle quantità in un progetto stradale, all’analisi ed il ripristino di un versante franoso, dall’analisi solare preliminare di edifici, alla costruzione del modello BIM federato in ambiente cloud.

Riconoscibili grazie al logo Autodesk AEC BAR, eccoti la lista degli articoli tradotti finora: Leggi il resto »

Mag 21 2018

Dove è finito AutoCAD Map 3D?

In questo periodo di collaborazione tra BIM e GIS, molti mi stanno chiedendo dove è finito AutoCAD Map 3D, e quale sarà il suo futuro.

Tengo molto a questa domanda sia perchè Map 3D è stato il mio primo amore, :-), l’ho seguito da vicino per tanti anni, qui la sua storia, sia perchè ancora oggi è molto importante, perchè fornisce alla soluzione Autodesk, in particolare a Civil 3D che lo contiene, il ponte per dialogare con il mondo GIS.

Permette di importare ed esportare i dati in formati come lo Shapefile, lo standard nel mondo GIS, ma anche di usarli e modificarli direttamente, sovrapposti ai dati DWG, sia da file che da Geodatabase. E poi vestire e tematizzare le mappe, effettuare query, accedere ai servizi WMS e WFS, incorporare le ortofoto di Bing, e molto altro ancora. Infine fornisce la libreria dei sistemi di coordinate per georeferenziare i progetti e le cartografie, argomento di grande importanza, secondo me, anche per i progetti BIM.

Quindi voglio rassicurarti subito: AutoCAD Map 3D sta bene, ed Autodesk, in occasione della cessazione del suo prodotto WebGIS; Infrastructure Map Server, lo ha voluto riaffermare pubblicamente qui.

E non si tratta di una questione di immagine, ma di tecnologia. Infatti la tecnologia di AutoCAD Map 3D è incorporata all’interno di due prodotti fondamentali nella strategia BIM per le infrastrutture: Civil 3D ed InfraWorks. Quindi viene e verrà supportata e portata avanti costantemente.

E’ vero che da marzo AutoCAD Map 3D non è più disponibile come prodotto singolo, ma questo è un grande vantaggio per tutti: ora ti basta acquistare l’abbonamento al nuovo AutoCAD, (non AutoCAD LT, naturalmente), per averlo a disposizione insieme ad altri 6 prodotti verticali, come ti ho spiegato qui. 

Anche coloro che hanno già l’abbonamento ad AutoCAD lo possono ottenere facilmente, e questo sta attirando di nuovo interesse verso AutoCAD Map 3D. Ti sembra che Autodesk potrebbe mai rinunciare ad un pezzo di AutoCAD?

Infine trovi AutoCAD Map 3D anche all’interno di Autodesk AEC Collection, la soluzione completa per la progettazione BIM.

Fai solo attenzione ad una cosa: a differenza di AutoCAD; AutoCAD Map 3D è disponibile solo per sistemi operativi a 64 bit. Per usarlo a 32 bit devi scaricare la versione 2016: cosa che naturalmente puoi fare ancora per quasi un anno, visto che l’abbonamento ti permette di installare le ultime quattro versioni correnti. Ma se usi ancora un sistema operativo a 32 bit, magari vale la pena che ti aggiorni… 🙂

Bene, se vuoi approfondire puoi leggere, per esempio, questi miei articoli:

Alla prossima!
Giovanni Perego

Mag 03 2018

Video sulle novità di Civil 3D 2019

Eccoli, appena pubblicati su YouTube: tutti i video sulle novità di Civil 3D 2019.
Per maggiori dettagli leggi qui.

E per un riepilogo delle novità di Civil 3D ed InfraWorks 2019, oltre al mio articolo qui, ora trovi un nuovo articolo ufficiale  in inglese qui. 

Buona visione!
Giovanni Perego

Apr 19 2018

Eccoti la coppia vincente BIM per le infrastrutture: Civil 3D 2019 ed InfraWorks 2019

Finalmente i progetti di infrastrutture sono pubblicabili nel Large Model Viewer di BIM 360

Dalla scorsa settimana sono disponibili le nuove versioni 2019 di Civil 3D, che da ora sì chiama proprio così, perdendo il prefisso AutoCAD, e di InfraWorks.

Se hai un abbonamento attivo, puoi già scaricarli dal portale Autodesk Account in tutte le lingue, compreso l’italiano. Ma fai attenzione: se hai più prodotti, per esempio perchè hai una AEC Collection, visto che appaiono in ordine alfabetico, Civil 3D lo trovi più in basso… 🙂

Belle e numerose le novità: il primo aspetto che voglio davvero sottolineare, sta nella piena integrazione con BIM 360, che a sua volta sta crescendo velocemente: l’ambiente per la condivisione dei dati e la progettazione in Cloud.

Grazie alla viste condivise puoi pubblicare facilmente in Cloud i tuoi modelli di  Civil 3D ed InfraWorks, anche senza adottare la soluzione BIM 360: basta un account Autodesk. Qui a Copenaghen, dove sto seguendo l’evento Autodesk sulle novità, sto già vedendo cose spettacolari… 🙂 Leggi il resto »

Apr 12 2018

Autodesk Revit 2019: pensato per il BIM

Da ieri è disponibile Autodesk Revit 2019, in tutte le lingue compreso l’italiano. Se hai un abbonamento attivo, puoi già scaricarlo dal portale Autodesk Account, come sto facendo in questo momento 🙂

La nuova versione introduce numerose novità molto interessanti, oltre a contenere tutte quelle che sono state rilasciate con la versione 2018.1 e 2018.2. Da notare che la gran parte di queste novità sono state chieste dagli utilizzatori, ed anche tu puoi contribuire partecipando al sito Revit Ideas qui.

Basta pensare all’interfaccia video completamente riscritta, che permette di gestire molto meglio la visualizzazione dei modelli e di approfittare pienamente del doppio monitor.

Oppure ai miglioramenti nella modellazione delle strutture metalliche, leggi qui i dettagli, dei componenti in cemento armato precompresso, delle reti idrauliche. Leggi il resto »

Mar 28 2018

AutoCAD 2019: Domande e Risposte

Il nuovo AutoCAD 2019 sta suscitando molto interesse, e quindi molte domande, a cui sono lieto di rispondere, per aiutarti a capire meglio la semplicità e la convenienza della nuova versione arricchita con il set di strumenti specializzati.

  • Come si installa il nuovo AutoCAD 2019?
  • Come si installa AutoCAD Map 3D, AutoCAD Architecture oppure uno degli atri strumenti specializzati?
  • Come si attiva la licenza di AutoCAD oppure di uno strumento specializzato?
  • Come si installa la AutoCAD Web App?
  • Come si installa la AutoCAD mobile App?

Prosegui nella lettura per le risposte… Leggi il resto »

Mar 22 2018

Ti presento AutoCAD 2019: ora contiene sette prodotti verticali ed applicazioni web e mobili

Il nuovo AutoCAD 2019 cambia nome e diventa sette volte più potente.

Infatti da oggi 22 marzo, l’abbonamento ad AutoCAD permette l’accesso alle funzionalità ed alle librerie di 7 prodotti CAD verticali, che finora venivano venduti separatamente.

Il nuovo AutoCAD ora si chiama:

AutoCAD con set di strumenti specializzati

Gli strumenti specializzati che vengono aggiunti sono AutoCAD ArchitectureAutoCAD MechanicalAutoCAD ElectricalAutoCAD Map 3Dsì, proprio lui, il ponte tra CAD e GIS di cui questo Blog ha parlato spesso. E poi anche AutoCAD MEPAutoCAD Raster Design ed infine AutoCAD Plant 3D.

Ma attenzione: AutoCAD Civil 3D, la colonna portante del BIM per le infrastrutture e l’ingegneria civile non è compreso, resta un prodotto indipendente, così come Advance Steel, anche lui basato su AutoCAD.

Direi che non è poco, i clienti in abbonamento che ora hanno la possibilità di accedere a questi strumenti, che altrimenti andavano acquistati a parte. Ora vediamo in dettaglio cosa comporta questa grande novità… Leggi il resto »