Tag: Autodesk

Autodesk BIM City

Ti ricordi Sim City?
Bellissimo gioco per PC degli anni novanta, dove potevi costruire la tua città da zero, decidendo le aree residenziali, industriali e commerciali, le strade, le ferrovie, i porti e gli aeroporti… Bene, la tecnologia BIM adottata da Autodesk applica al mondo reale tecnologie simili a quelle di Sim City: ma ora si fa sul serio. E giustamente, il video qui sotto è stato intitolato _Autodesk BIM City 🙂 Buon divertimento!

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2012/04/autodesk-bim-city/

Ecco le versioni 2013 dei prodotti Autodesk

Ieri tutto un mondo è cambiato.

I siti web di Autodesk sono stati aggiornati, contemporaneamente in tutte le nazioni ed in tutte le lingue, per pubblicare le informazioni sulle nuove versioni 2013 dei prodotti. Questi sono quasi tutti già disponibili, ma per la gran parte, per ora, in lingua inglese. Solo alcuni, come AutoCAD ed AutoCAD LT, sono già disponibili in lingua italiana: gli altri arriveranno tra poco.

Intanto puoi cominciare ad informarti sui nostri software preferiti:

E’ bello notare che ora tutti questi software vengono offerti in un unico pacchetto, chiamato:

Autodesk Infrastructure Design Suite, IDS per gli amici.

Naturalmente ad un costo molto conveniente, soprattutto se possiedi già uno dei prodotti di cui sopra. Ed ora, con la versione 2013 la IDS è diventata ancora più ricca.

Infatti, i fortunati che hanno un contratto di aggiornamento attivo (Autodesk Subscription) sulla Infrastructure Design Suite si ritroveranno gratuitamente la versione 2013 di alcuni prodotti:

  • AutoCAD Raster Design per chi ha la versione Standard.
  • AutoCAD Raster Design ed il nuovo Infrastructure Modeler per le Città digitali 3D per chi ha la Premium.
  • AutoCAD Raster Design, il nuovo Infrastructure Modeler, nientepopodimeno che Revit Structure, ed il nuovissimo AutoCAD Utility Design per chi ha la Ultimate.

Privilegiati… 🙂
Questi prodotti ora sono incorporati nella nuova IDS 2013, che mantiene inalterato il suo costo.

Naturalmente nelle prossime settimane ti presenterò le novità prodotto per prodotto: tieni d’occhio il Blog!

A presto
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2012/03/ecco-le-versioni-2013-dei-prodotti-autodesk/

Webcast GIS disponibili online

Penso che la formazione all’uso del software sia veramente molto importante.

Tutti ormai investiamo nell’informatica, ma accade spesso di non riuscire ad utilizzarla bene quanto vorremmo per ottenere risparmi in termini di tempo, miglioramenti in termini di precisione e qualità del risultato. Per non parlare delle nuove metodologie rese disponibili dai software BIM.

Lo so, è difficile trovare il tempo e le risorse per imparare.
Per questo ho riepilogato, nella Newsletter di febbraio, le risorse disponibili, per la gran parte gratuite ed online, che quindi puoi sfruttare restando comodamente in ufficio, sfruttando il momento più opportuno.

Voglio aggiungere qui un’altra risorsa:

la pagina Autodesk dedicata alla Webcast GIS registrate

Sono gratuite, presentano molti temi importanti per noi: dall’ultimo importante “Mai più inondazioni“, alla soluzione Autodesk per la Pubblica Amministrazione, agli strumenti per la gestione delle reti idriche, alle novità delle ultime versioni, fino ai corsi online per professionisti CAD, che pur essendo un po’ datati, hanno ancora un loro significato.

Per accedere alle Webcast ti basta compilare un modulo di registrazione.

Buona formazione!
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2012/03/webcast-gis-disponibili-online/

Autodesk: 30 anni portati bene

Questi simpatici signori volanti sono i fondatori di Autodesk, nata il 31 gennaio 1982.
Dal primo AutoCAD, su floppy disk da 5.25″ ne abbiamo fatta di strada…

Qui le immagini di Autodesk History Gallery.

Buon compleanno e 100 di questi giorni!

Grazie Shaan, grazie Maurizio.
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2012/01/autodesk-30-anni-portati-bene/

Accordo strategico Autodesk – MapInfo

La notizia si è diffusa molto rapidamente: Autodesk e Pitney Bowes Software hanno annunciato di aver stipulato un accordo di alleanza strategica.

Il nome Pitnety Bowes Software richiede una spiegazione: è la società che nel 2007 ha acquisito MapInfo, il software più conosciuto ed utilizzato in campo Geomarketing. Ma naturalmente è molto di più: con migliaia di dipendenti in tutto il mondo, ha grande esperienza nel campo GIS, della gestione del dato georeferenziato, nella localizzazione intelligente, nella analisi predittiva di mercato e così via.

Il comunicato ufficiale annuncia che Autodesk e Pitney Bowes Software uniranno le forze per soddisfare al meglio le esigenze della loro clientela, e fornire a pubbliche amministrazioni, aziende e professionisti le migliori soluzioni, integrando le potenzialità GIS con quelle di progettazione BIM e di gestione del patrimonio edilizio e delle infrastrutture. Grazie a queste soluzioni sarà possibile migliorare l’efficienza, ridurre i costi e prendere decisioni più efficaci in tutto il ciclo di vita delle infrastrutture: dalla pianificazione alla progettazione, dalla costruzione alla gestione operativa.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa Autodesk qui

Bene, sono molto curioso di conoscere le ricadute di questo accordo sui nostri software. Ma sono sicuro che non potrà che essere positiva, mettendoci a disposizione strumenti e tecnologie migliori, aprendoci nuove opportunità  nelle nostre attività quotidiane.

Vi tengo informati…
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2012/01/accordo-strategico-autodesk-mapinfo/

Soluzioni per l’Amministrazione Pubblica: guarda il seminario online

Sono lieto di annunciarti che Autodesk ha appena pubblicato sul suo sito Web il link per rivedere il seminario online sulle soluzioni per l’Amministrazione Pubbliche territoriali e le aziende di servizi.

Comuni, comunità montane, province, regioni, consorzi, parchi, aziende di gestione di reti tecnologiche (acquedotti, fognature, reti elettriche e del gas), e molti altri enti ancora con competenze territoriali, possono trarre grandi benefici dall’uso del software adatto alle loro esigenze, soprattutto in questi momenti difficili, per rendere più efficace il loro lavoro in numerose attività:

  • Urbanistica e pianificazione del territorio
  • Gestione del suolo e del ciclo delle acque
  • Progettazione e gestione delle infrastrutture e delle reti tecnologiche
  • Comunicazione ai professionisti ed ai cittadini delle informazioni territoriali via Web

Fai clic qui per vedere gratuitamente il seminario online.

Ti verrà chiesta una breve registrazione per poter accedere. La durata è di un’ora circa, ma potrai muoverti velocemente alla parte che più ti interessa.

E poi non perderti l’altro seminario online appena pubblicato:  “Mai più inondazioni – prima parte”: fai clic qui per maggiori dettagli.

A presto
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2011/12/soluzioni-per-lamministrazione-pubblica-guarda-il-seminario-online/

BIM per le infrastrutture

Lo so, finora avevi sentito parlare di BIM solo in campo architettonico.

Ma il BIM (Building Information Modeling) è una metodologia, quindi applicabile a qualsiasi opera dell’uomo.
Il filmato qui sotto te lo illustra. Maggiori informazioni all’indirizzo: www.autodesk.it/bim


Buona visione
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2011/12/bim-per-le-infrastrutture/

Seminario online per l’Amministrazione Pubblica

Sono felice di annunciarti che Autodesk ha organizzato un interessante seminario online, per mostrarti una panoramica completa delle soluzioni per le amministrazioni pubbliche territoriali e le aziende di servizi.

Comuni, comunità montane, province, regioni, consorzi, parchi, aziende di gestione di reti tecnologiche (acquedotti, fognature, reti elettriche e del gas), e molti altri enti ancora con competenze territoriali, possono trarre grandi benefici dall’uso del software adatto alle loro esigenze, soprattutto in questi momenti difficili, per rendere più efficace il loro lavoro in numerose attività:

  • Urbanistica e pianificazione del territorio
  • Gestione del suolo e del ciclo delle acque
  • Progettazione e gestione delle infrastrutture e delle reti tecnologiche
  • Comunicazione ai professionisti ed ai cittadini delle informazioni territoriali via Web

Il seminario presenterà una panoramica delle soluzioni disponibili in casa Autodesk, utilizzabili senza rinunciare al consolidato mondo CAD, anzi, valorizzando quanto realizzato finora.

Il seminario si terrà online, lunedì 28 novembre dalle ore 11.00
E’ gratuito e durerà circa un’ora
Puoi iscriverti subito facendo clic qui

Ti aspetto!
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2011/11/seminario-online-per-lamministrazione-pubblica/

Tutto il software GIS e Civil in una scatola

Infrastructure Design Suite Premium box
Mi è arrivata pochi giorni fa.
E’ una scatola carina, che contiene una chiavetta USB. Sì, una chiavetta: basta con i lenti DVD. Al suo interno trovi:

  • AutoCAD®
  • AutoCAD® Map 3D
  • Autodesk® Storm and Sanitary Analysis
  • AutoCAD® Civil 3D®
  • Autodesk® 3ds Max® Design
  • Autodesk® Navisworks® Simulate

Sei differenti  software, di cui alcuni di recentissima introduzione: Storm and Sanitary Analysis, per gli amici SSA, per l’analisi dele acque, e Navisworks Manage, per la revisione e la convalida dei progetti. Oltre naturalmente ai pezzi forti della soluzione Autodesk per il mondo GIS e delle infrastrutture: AutoCAD, AutoCAD Map 3D ed AutoCAD Civil 3D. Tutti installabili separatamente, ma sullo stesso PC. 13 Gb di software ad un costo di poco superiore a quello di un AutoCAD Civil 3D.
Mica male direi.

Ma cos’é? Sono diventati pazzi? 🙂
No, è la nuova Infrastructure Design Suite, la soluzione che Autodesk propone per avere a portata di mano tutti gli strumenti per gestire il territorio e le infrastrutture. Fai clic qui per seguire il bel video in italiano di presentazione delle soluzioni Autodesk per il territorio e le infrastrutture.

Del resto, diverse altre Design Suite sono state rilasciate per gli altri mercati dove Autodesk è presente: Building, Factory, Plant… Tutte in tre differenti versioni a seconda delle esigenze: Standard, Premium ed Ultimate.

Per ora il software è disponibile solo in lingua inglese. O perlomeno la versione inglese è quella che trovi sulla chiavetta USB. Ma i più informati mi dicono che se installi le versioni italiane (anche quelle scaricate come versioni di prova, per esempio da qui), puoi autorizzarle ugualmente…
Trovi tutte le informazioni di dettaglio in lingua inglese. Così come la brochure.

Aldilà dell’aspetto commericiale, mi sembra che con queste nuove Design Suite, Autodesk si stia mettendo su di una strada interessante.

  • Ad esempio nel mettere un po’ di ordine nelle decine di software differenti del suo portafoglio prodotti, molti derivanti dalle numerose acquisizioni degli anni scorsi, riorganizzandoli come soluzione complessiva, quindi partendo dalle esigenze dei clienti.
  • E poi nell’offrire ai suoi clienti molte più funzionalità, anche molto avanzate, ad un prezzo accessibile e tendenzialmente in diminuzione. La chiamano “democratizzazione” del software: quello che prima era riservato a pochi, a causa dei costi, ora è accessibile a molti, se non a tutti. Un esempio lampante lo abbiamo appena visto con AutoCAD Map 3D 2012, che ora incorpora sia il precedente Map 3D che Autodesk Topobase: rendendo disponibili le sue funzionalità avanzate per la gestione delle reti tecnologiche sia su Geodatabase che perfino su DWG.
  • Infine, dal punto di vista tecnologico le Design Suite aprono ad una possibile scomposizione/ricomposizione dei prodotti, utilizzandone le funzionalità come mattoni per costruire nuovi edifici, molto innovativi. Come i nuovi software rilasciati dagli Autodesk Labs. Anche in questo caso, ho avuto modo di sperimentare cosa significa, con il nuovissimo Infrastructure Modeler 2012. Dove puoi caricare dati GIS e modelli digitali di elevazione con la stessa tecnologia di Map 3D, per poi creare progetti preliminari di strade e di infrastrutture con strumenti semplificati simili a quelli di Civil 3D, progetti preliminari architettonici con gli strumenti che trovi in Vasari. E se vuoi, puoi caricare progetti completi di infrastrutture creati da Civil 3D in formato LandXML, e progetti architettonici completi creati da Revit Architecture in formato Fbx. Per poi effettuare analisi (3D!), tematismi, generare filmati e molto altro ancora.

Certo, tutto questo non avverrà domani. Ma la direzione sembra tracciata.

A presto!
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2011/10/tutto-il-software-gis-e-civil-in-una-scatola/

Autodesk in the Cloud

Autodesk Cloud

Scusami il titolo in inglese, in questo che si vanta di essere un Blog italiano. Ma è difficile rendere con un termine diverso da Cloud computing quello di cui sto per scriverti.

Si tratta di una delle sfide principali dell’informatica di questi anni, ed ora anche Autodesk imbocca decisamente questa strada, anche se il lancio di AutoCAD WS e diversi altri segnali sui Labs andavano già in questa direzione. Il 27 settembre, infatti, è stato annunciato ufficialmente il rilascio di molti nuovi servizi, riservati ai clienti con contratto di manutenzione attivo (Autodesk Subscription).

“Una gamma di oltre 12 funzionalità, prodotti e servizi web based  che permettono ai clienti di estendere le capacità dei propri desktop a più ampi livelli di mobilità, di visualizzazione e condivisione delle informazioni, oltre ad acquisire una maggiore potenza elaborativa che li aiuterà  a progettare, visualizzare e simulare meglio le proprie idee.”

Grazie a questi servizi, raccolti sotto il nome Autodesk Cloud,  ora è possibile condividere i propri disegni ed i progetti online (3 Gb disponibili per ogni utente), calcolare rendering (basta con il PC fermo perchè sta calcolando!), ottenere analisi energetiche per ottimizzare l’efficienza degli edifici e molto altro ancora. Trovi i dettagli nella pagina Web dedicata sul sito Autodesk. Alcuni servizi, come la condivisione dei dati online  sono disponibili per tutti i clienti Subscription, altri dipendono dal prodotto.

Un aspetto interessante, dal punto di vista tecnologico, è che buona parte dei nuovi servizi sono costituiti da progetti elaborati dagli Autodesk Labs, ora divenuti prodotti veri e propri. come in agosto è successo per Progetto Galileo, ora divenuto il baldo Infrastructure Modeler 2012, che in questo momento sto presentando a MADE Expo (questo è un articolo programmato 🙂 ).

Alla prossima!
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2011/10/autodesk-in-the-cloud/

Load more