Archivio Tag: BIM

Dic 13 2017

Disponibile Autodesk Desktop Connector per BIM 360 Team

E’ disponibile da qualche giorno Autodesk Desktop Connector per BIM 360 Team.

Grazie Ilaria per la dritta! 🙂

Questo piccolo plug-in ti permette i visualizzare, salvare e gestire sul tuo PC desktop i file che hai condiviso in cloud grazie ad Autodesk BIM 360 Team. Inoltre Desktop Connector ti fa risparmiare spazio di archiviazione locale e consumo di larghezza di banda, eseguendo la sincronizzazione dei dati solo per i progetto in uso.

Il Plug-in è disponibile sia per Windows a 32 e 64 bit, sia per MacOS

Per installare Autodesk Desktop Connector fai clic qui. 

Per maggiori informazioni su Desktop Connector leggi qui l’articolo in inglese

Se ti interessa approfondire l’ambiente di condivisione dei dati BIM 360, puoi leggere:

Buona installazione!
Giovanni Perego

Dic 12 2017

Dal modello BIM alla realtà virtuale: disponibile Autodesk Revit Live 2.0

revit-live-icon-400px-socialTi annuncio con piacere il rilascio, pochi giorni fa, di Autodesk Revit Live 2.0

Anche questa una tecnologia in forte crescita, visto che ti avevo annunciato una versione in febbraio qui e poi una successiva in maggio qui.

Autodesk Revit Live ti permette di trasformare i modelli di Revit e Revit LT in ambienti virtuali 3D, navigabili in modo facile e realistico: come si fosse all’interno di un gioco. La trasformazione avviene in Cloud, quindi senza impegnare il PC: dopo pochi minuti puoi scaricare il risultato e condividerlo con i tuoi clienti, anche come ambiente VR, di Realtà Virtuale e Realtà aumentata.

Con questa versione, gli scenari di Revit Live diventano autonomi, e possono essere lanciati senza dover installare alcunché… Ma questa non è l’unica novità, vediamole subito tutte nel dettaglio… Leggi il resto »

Dic 11 2017

5 motivi per passare alla Autodesk AEC Collection

Conosci la nuova Autodesk AEC Collection?

E’ una soluzione miracolosa: con una sola licenza puoi avere a disposizione tutto, ma proprio tutto il software che occorre in campo CAD, GIS e BIM: dal rilievo, all’inquadramento cartografico, dal piano di fattibilità alla progettazione definitiva ed esecutiva, fino al cantiere.

Bene, abbiamo pubblicato un breve video su YouTube, per spiegarti meglio le potenzialità della Autodesk AEC Collection, nella nuova Playlist di Datech Solutions nel canale di Tech Data Italia. Ecco il video condiviso qui sotto: accendi l’audio e dai un’occhiata…

E se ti piace, metti mi piace e condividilo! Qui il link a YouTube.

Autodesk AEC Collection significa poter utilizzare con una sola licenza a noleggio ben 23 titoli software: da AutoCAD a Revit per l’architettura, le strutture e gli impianti, Da InfraWorks ad AutoCAD Map 3D e Civil 3D per le infrastrutture, e poi Formit Pro per la progettazione preliminare e Recap Pro per i rilievi laser scanner o da droni e foto digitali, 3ds Max per il rendering e le animazioni video, Navisworks per  il controllo delle interferenze e la gestione del cantiere. E non basta: Dynamo Studio per la progettazione parametrica, Revit Live per la presentazione dei progetti e la Realtà Virtuale, Robot Structural Analysis Professional per l’analisi delle strutture metalliche ed in cemento armato, Advance Steel per le strutture metalliche, Vehicle Tracking per la verifica degli ingombri stradali, e molti altri software ancora, oltre ad ottimi servizi Cloud.

E scusa se è poco 🙂

Alla prossima!
Giovanni Perego

Dic 06 2017

Seminario online sul BIM per la Pubblica Amministrazione

Sono lieto di invitarti ad un un seminario online dedicato alla Pubblica Amministrazione, che riprendo volentieri dall’ottimo articolo sul Blog “Dal BIM in poi”.

Penso sia indispensabile che il mondo pubblico si impegni seriamente sul BIM, che sta rivoluzionando il mondo della progettazione e degli appalti pubblici. Basta leggere quanto ho scritto qui a proposito della firma del Decreto BIM: i tempi ormai sono certi, occorre organizzarsi per tempo.

Il seminario online è gratuito e si terrà il 19 dicembre alle ore 11.30.

Nel corso del seminario online verranno introdotte tre tematiche che riguardano attività legate alla pubblica amministrazione:

Rilievo e digitalizzazione:
Oggi un gran numero di edifici pubblici recenti e storici necessita di rilievo e digitalizzazione: vedremo quali moderne modalità di laser scanning consentono di ridurre drasticamente tempi e costi, consentendo una restituzione del modello digitale in modalità di lavoro BIM

Interoperabilità dei file a mezzo di formati aperti non proprietari
Per garantire l’imparzialità nell’assegnazione degli appalti la neutralità del dato è un requisito indispensabile. Autodesk, coinvolta nell’openBIM da più di 32 anni con la creazione dell’International Alliance for Interoperability nel 1995 – oggi buildingSMART International – ha sempre investito nell’integrazione dei formati open supportando i capitoli buidlingSMART nel mondo. Scoprirete l’implicazione e la portata del nostro coinvolgimento e delle nostre risposte concrete sull’openBIM.

Digitalizzazione e gestione documentale
La riduzione della burocrazia cartacea è spesso indicata come uno degli obiettivi primari per le Pubbliche Amministrazioni. Durante il webinar verrà mostrata la piattaforma Autodesk ideata per rendere semplice ed immediata la gestione documentale, l’archiviazione e la consultazione di documenti 3D e modelli e documentazione tradizionale quali ad esempio dwg e pdf, con la stessa facilità.

Cosa aspetti?

Iscriviti subito qui!

Grazie e buon seminario online.
Giovanni Perego

Dic 04 2017

BIM: il decreto è firmato, l’obbligo a partire dal 2019

Ora è ufficiale.

Il decreto BIM è stato firmato dal Ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, quindi dal 1^ gennaio 2019 verrà introdotto l’obbligo per le gare pubbliche superiori ai 100 milioni di richiedere l’utilizzo del metodo Building Information Modeling. Negli anni successivi la soglia dei 100 milioni andrà a scendere gradualmente, per arrivare a zero il 1^ gennaio  2025.

Penso che si tratti di un passo avanti importante, che può aiutare l’Italia a guadagnare molto terreno tra i paesi avanzati, e renderla più efficiente all’interno e più competitiva all’estero.

Detto questo, voglio ricordare quanto già scrivevo all’inizio dell’anno: il BIM rappresenta una metodologia innovativa e conveniente aldilà di qualsiasi obbligo. Anzi, l’obbligatorietà, se non viene gestita in modo opportuno, rischia di portare alla banalizzazione del tema, un’ etichetta burocratica da applicarsi.

Il BIM invece rappresenta uno strumento di innovazione delle procedure e delle tecnologie, per rendere più efficiente la progettazione ed il cantiere,  per garantire la massima trasparenza e la riduzione dei costi. Aspetti indispensabili per risollevare le sorti del settore dell’edilizia e delle infrastrutture.

Tutto quindi dipende da come il nostro ecosistema gestirà questa opportunità: a partire dalle stazioni appaltanti, come giustamente ha sottolineato qui l’ingegner Pietro Baratono, presidente della commissione che ha elaborato il decreto.

Intanto grazie, ma la strada è appena cominciata: ora ognuno faccia, bene, la sua parte 🙂
Giovanni Perego

Nov 27 2017

Quando AutoCAD non basta più

Molti professionisti usano solo AutoCAD per tutti i loro progetti.

Ma sanno bene che la futura obbligatorietà del BIM per gli appalti pubblici sta già causando una rivoluzione: ed è necessario muoversi per tempo, per arrivare preparati all’appuntamento.

Ma da dove cominciare?

…Quale software mi occorre? E poi ne basta uno solo oppure? Devo buttare via AutoCAD? E quanto mi costa?…

Niente paura

Autodesk ha creato una nuova soluzione, proprio per permetterti di avere tutto, ma proprio tutto il software BIM che ti occorre (23 titoli più i servizi Cloud) con una sola licenza. E puoi ottenere questa licenza senza rinunciare al tuo AutoCAD, anzi, potenziandolo con i suoi applicativi verticali.

Non ti sembra vero?

Segui la Webcast gratuita martedì 5 dicembre, dove ti spiegherò tutto: “Quando AutoCAD non basta più”,

Iscriviti subito facendo clic qui.

Leggi il resto »

Nov 23 2017

Le previsioni strategiche per il mondo delle infrastrutture civili

Da pochi giorni, Autodesk ha reso disponibile un sito molto interessante, dedicato alle previsioni strategiche che riguardano il mondo delle infrastrutture civili.

Come sai, la digitalizzazione della progettazione e l’affermazione del metodo BIM stanno portando a grandi trasformazioni, sulle quali vale la pena di riflettere per decidere la strada migliore da seguire.

Leggi il resto »

Nov 20 2017

Autodesk ed ESRI annunciano collaborazione per costruire un ponte tra GIS e BIM

Andrew Anagnost, presidente e CEO Board Director di Autodesk e Jack Dangermon, presidente di ESRI,
presentano l’accordo ad Autodesk University

E’ un accordo storico.

La scorsa settimana, durante Autodesk University è stato annunciato un accordo di collaborazione tra Autodesk ed ESRI, che per me ha un notevole valore simbolico, oltre che pratico.

Ricordo ancora, infatti, gli anni in cui le due aziende erano in diretta competizione nel mondo GIS: allora non avrei certo immaginato di arrivare a scrivere di una loro collaborazione. In seguito però, le loro strade si sono divise, vedendo Autodesk avviarsi decisamente verso la progettazione, il BIM ed il FoMT, Future of Making Things, mentre ESRI, The Science of where, è rimasta a presidiare il mondo GIS, sempre di più sul Cloud. Ora è arrivato il momento della collaborazione.

Ho notato con piacere che l’annuncio ha suscitato molto interesse, a giudicare dai commenti, dalle email che ho ricevuto e dai siti che hanno già rilanciato la notizia, anche in Italia. La collaborazione tra Autodesk ed ESRI non può che portare ottimi benefici:  ma cosa hanno annunciato, in dettaglio, le due aziende? E quali possono essere le conseguenze? Leggi il resto »

Nov 15 2017

Autodesk annuncia la nuova piattaforma BIM 360

Autodesk ha annunciato la nuova piattaforma “Next Generation” di BIM 360, durante Autodesk University, che si sta tenendo in questi giorni a Las Vegas. Grazie Ilaria!

Qui il comunicato ufficiale in inglese

Qui la pagina con maggiori dettagli in inglese

Autodesk BIM 360 è la piattaforma di collaborazione Cloud pensata per i progettisti BIM e per il cantiere: te l’ho descritta qui ed è in continua crescita. Questo annuncio conferma il forte impegno nello sviluppo della piattaforma, basata su Autodesk Forge

Vediamo cosa contiene l’annuncio nel dettaglio… Leggi il resto »

Nov 13 2017

Usare i dati OpenStreetMap in un’applicazione BIM

Pochi giorni fa, un artista del rendering mi ha posto una domanda molto interessante, che riguarda il tema: I dati GIS possono essere utili alla progettazione BIM?

La risposta è assolutamente sì!
Ma occorre trovare le soluzioni giuste. La domanda esatta era la seguente:

Sto diventando matto nell’importare in 3ds Max dei dati OSM (OpenStreetMap) ma senza successo. Esiste un plugin ma non funziona, nelle versioni recenti del software. Tu ne sai qualcosa?

La domanda riguarda un software particolare, 3ds Max, ma la risposta che sto per darti riguarda tutti i software BIM Autodesk… Leggi il resto »

Post precedenti «