Archivio Tag: Manuali

Mag 19 2015

L’Economist promuove il BIM: leggi il rapporto

BIM-Report-Economist

E’ di pochi giorni fa il rapporto sul BIM, il Building Information Modeling, prodotto dalla Intelligence Unit dell’Economist, la prestigiosa rivista inglese.

Ti invito a leggerlo, perchè è molto interessante. Il rapporto affronta il tema della scarsa produttività nell’industria delle costruzioni, ed esamina le strategie e gli strumenti che i principali attori di questo mercato stanno utilizzando per migliorarla.

Leggi il resto »

Mar 23 2015

BIM per le Infrastrutture: eBook italiano e portale

eBook-BIM-Infra-Copertina

 La copertina dell’eBook BIM per le Infrastrutture

Bene, è con grande piacere che ti presento un nuovo magnifico eBook Autodesk, tutto in italiano, dedicato al BIM per le Infrastrutture. Ed in particolare al tema della velocizzazione della progettazione, un tema di grande rilievo, visto che progetti più veloci e di maggiore qualità significano minori costi, minori varianti e più commesse vinte.

Puoi accedere all’eBook dal nuovo portale Autodesk dedicato alle Infrastrutture.

Leggi il resto »

Lug 07 2014

Manuali InfraWorks 360 su Kindle e Smartphone

ManualeIW

Ti annuncio con piacere che sono disponibili, o quasi pronti, i primi manuali per InfraWorks 360.

Li trovi su Amazon a questo link.

Il primo è relativo sia ad InfraWorks, per intenderci quello contenuto nella Infrastructure Design Suite versione Premium ed Ultimate, che ad InfraWorks 360, la versione indipendente che offre i servizi Cloud e permette l’aggiunta dei due notevolissimi moduli verticali per la progettazione delle strade, Roadway Design e dei ponti, Bridge Design.

Per quello sulla progettazione delle strade, Roadway Design, è prevista anche la versione per Kindle: molto interessante, il costo è veramente accessibile. Ho provato subito ad acquistarla ed il risultato è stato immediato e comodissimo.

Leggi il resto »

Feb 05 2014

Imparare AutoCAD Map 3D

autocad-map-3d-2014-badge-350px

Anche se sempre più spesso parliamo di Città digitali 3D, progettazione BIM di infrastrutture, nuove tecnologie per catturare la realtà e così via, non dobbiamo mai dimenticarci il software di base CAD e GIS che ci permette di utilizzare efficacemente i nostri dati.

AutoCAD Map 3D infatti è la piattaforma che gestisce cartografie e dati GIS contemporaneamente, ottenuti anche via internet, per realizzare piani urbanistici, analisi territoriali, gestire reti tecnologiche, e per preparare i dati di base per la progettazione BIM. E’ contenuto in AutoCAD Civil 3D e la sua tecnologia GIS viene utilizzata da InfraWorks per le città digitali 3D e da Infrastructure Map Server per la pubblicazione WebGIS.

Bene, per imparare AutoCAD Map 3D hai a disposizione molti strumenti, di cui alcuni gratuiti.
Vediamo quali sono.

Leggi il resto »

Gen 16 2014

Manuale per la progettazione stradale BIM

BIM-Workflow-RoadsDesign

Durante le ultime vacanze di Natale, ho ordinato un manuale (anche se la parola manuale è molto riduttiva, si tratta in realtà di un eBook) sulla progettazione stradale BIM.

Si tratta di uno strumento molto interessante, in lingua inglese intitolato “BIM Workflow for Roads and Highways”  e dedicato a chi utilizza la nuova Infrastructure Design Suite di Autodesk, per gli amici IDS. E qui sta il bello: non si tratta infatti di un manuale tradizionale, basato su di un singolo prodotto, ma di un flusso di lavoro che utilizza diversi software per ottenere il risultato, ovvero la progettazione di una strada.

Leggi il resto »

Set 16 2013

Guida al rilievo laser 3D per il BIM

Come già ti accennavo qui, in Gran Bretagna il processo di adozione del metodo BIM per la progettazione procede speditamente, in vista degli obblighi di legge previsti per il 2016. Anche in Italia alcuni progettisti che lavorano nel nostro paese, ma soprattutto all’estero, conoscono ed apprezzano il metodo BIM.

L’esperienza inglese verrà recepita in ottobre in una direttiva europea sugli appalti pubblici, quindi non ci saranno più scuse anche da noi: penso che questa direttiva darà una importante spinta verso  l’innovazione nel processo di progettazione e costruzione, con l’importante obiettivo di accrescerne la qualità e la precisione, diminuendo al contempo i tempi ed i costi.

BIM Task Group

Si tratta di un grande cambiamento, anche della mentalità, che richiede ai progettisti di attrezzarsi per adottare la nuova metodologia.

Per questo in Gran Bretagna il governo ha costituito un gruppo di lavoro, il BIM Task Group, che  sta pubblicando documenti di grande valore per i professionisti, per supportarli nel passaggio al nuovo metodo. Da notare, all’interno del BIM Task Group, due gruppi di lavoro che ci possono interessare molto: BIM for Infrastructure, che non per niente vede la partecipazione della Association for Geographical Information (AGI). e BIM for Water (ti ricordi di Mai più inondazioni?).

Fai clic sull’immagine per scaricare il documento in PDF

Bene, l’ultimo documento pubblicato dal BIM Task Group, che ti consiglio, si intitola Client Guide to 3D Scanning and Data Capture, ed è molto interessante, perchè offre una guida completa alla scansione laser 3D, vista non solo come metodo avanzato di rilievo, ma soprattutto come strumento innovativo di analisi della realtà, sia a livello architettonico che urbano e territoriale, ormai indispensabile per un corretto approccio alla progettazione BIM.

Se ti interessa approfondire. trovi altri articoli di questo Blog che ti possono interessare:

eBook in italiano sul BIM per le Infrastrutture

Il BIM verrà sancito in una direttiva Europea

ReCap Photo ed il rilievo territoriale

Usare nuvole di punti con Civil 3D

Buon rilievo!
GimmiGIS

Lug 05 2013

E-book sui dati geografici aperti

L’Associazione OpenGeoData Italia, a cui mi onoro di appartenere, ha pubblicato il suo primo e-book. Il titolo è Dati geografici aperti: istruzioni per l’uso“.

In 114 pagine, liberamente scaricabili e dense di contenuti trovi, dopo l’introduzione del Presidente Giovanni Biallo, ed un intervento dell’Agenzia per l’Italia Digitale, l’ente governativo in prima linea sul tema dell’Open Data, una selezione delle più interessanti esperienze di pubblicazione di dati.

Puoi scaricare l’e-book sui dati geografici aperti qui.

Buona lettura
GimmiGIS

Apr 15 2013

eBook sulle novità di AutoCAD 2014

Torno un attimo a scriverti di AutoCAD, perchè resta il motore di base fondamentale per una parte importante della soluzione Autodesk. Possiamo approfittare di tutte le sue novità anche in AutoCAD Map 3D, in AutoCAD Civil 3D e così via.

Eccoti quindi un ottimo eBook gratuito sulla novità di AutoCAD 2014.
Basta registrarsi per accedere.

Puoi consultarlo online oppure scaricarlo sul computer per consultarlo liberamente offline. Contiene anche diversi filmati per spiegare dal vivo i contenuti. Ti consiglio di approfondire soprattutto il capitolo 2, dedicato all’utilizzo di informazioni geografiche, di cui ti ho già scritto qui. I Live Map Data, ovvero le mappe di Bing incorporate (purché si abbia accesso ad internet) sono veramente interessanti: prova a visualizzare l’ortofoto della tua città…

Grazie a Shaan ed a Gwenael per la dritta!
GimmiGIS

Gen 09 2013

Manuali e formazione GIS in italiano

Testata GEOforUS

Leggo con piacere di una interessante iniziativa di GEOforUS: una raccolta di riferimenti in italiano per la formazione all’uso dei software GIS. Tra i quali, naturalmente, le soluzioni Autodesk.

Ringrazio caldamente Giovanni per aver inserito tra i riferimenti anche questo Blog!

Il documento è stato pubblicato secondo la licenza Creative Commons, (come questo Blog) che ti permette di di riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare 🙂 l’opera, alla condizione di citarne la fonte.

Scarica il documento sulla formazione ai software GIS qui.

Buona lettura!
GimmiGIS

Nov 15 2012

E-book in italiano sul BIM per le infrastrutture

Prosegue e si rinnova la campagna Autodesk, lanciata quest’estate con il titolo Progettare pianificando (Create with Vision) ed ora divenuta Velocizza la consegna dei progetti.

L’eBook e molti altri documenti utili sono liberamente scaricabili dal sito Autodesk italiano all’indirizzo:

www.autodesk.it/transportation

L’attenzione si concentra sui vantaggi nell’uso del metodo BIM per le infrastrutture e quindi alla riduzione dei tempi per la consegna dei progetti. Infatti la metodologia BIM, proposta da Autodesk per gestire tutto il ciclo di vita delle infrastrutture, permette di completare i progetti più velocemente, ottenere risultati più precisi e minimizzare l’impatto ambientale.Questo grazie anche alla crescente integrazione dei software disponibili: da AutoCAD Map 3D, ad AutoCAD Civil 3D, da Infrastructure Map Server ad Infrastructure Modeler (PS: ora chiamato InfraWorks, dalla versione 2014), da Storm and Sanitary Analysis a Navisworks, a 3ds Max Design… Insomma la Infrastructure Design Suite, per intenderci.

La cosa più importante è che la metodologia BIM per le infrastrutture rappresenta una sfida decisiva per rispondere alla crisi economica: perché permette di accelerare i tempi di pianificazione e di progettazione, di migliorare la qualità e la precisione dei progetti, di ridurre i costi causati dalle varianti e dagli imprevisti. La sua adozione, quindi, vale lo sforzo iniziale e lo ripaga abbondantemente.

Sono ancora disponibili i filmati in italiano: uno è nuovo e si chiama La prossima generazione del BIM: presenta l’esperienza di Deutsche Bahn (le ferrovie tedesche) nel presentare nuovi progetti utilizzando Infrastructure Modeler ed il nuovo servizio cloud BIM 360, che permette di divulgare sul Web e sui dispositivi mobili i progetti preliminari 3D realizzati con Infrastructure Modeler..

La novità più importante, però, sta nel rilascio in lingua italiana dell’e-book interattivo. Grazie a questo strumento innovativo potrai capire meglio cosa si intende per metodo BIM per le infrastrutture, a partire dal tuo ruolo professionale:

Si tratta di un documento in formato PDF, contenente dei filmati e consultabile attraverso un sommario, che ti permette di scegliere un percorso in base alla tua figura professionale. Gli ingegneri civili potranno seguire un percorso differente da quello dei professionisti GIS, piuttosto che da quello dei topografi.

Infine è disponibile Il valore aziendale del BIM perle infrastrutture, un secondo documento in lingua inglese.

Tutti i materiali sono liberamente scaricabili dal sito Autodesk italiano all’indirizzo:

www.autodesk.it/transportation

Buona lettura e buona visione!
GimmiGIS

Post precedenti «