Tag: Revit

#AU 2018 – Grazie alle coordinate condivise Revit, Civil 3D, InfraWorks e Navisworks lavorano insieme!

Bene, Autodesk University è cominciata alla grande, eccomi già ad una sessione molto importante.

BIM è collaborazione, e grazie alle coordinate tutti i software che ho indicato nel titolo possono collaborare. Ma devono imparare come.

Revit infatti nasce pensando che il mondo sia piatto, ebbene sì, è perdipiù limitato a circa 20 miglia quadrate… Occorre rimediare grazie al fratello che con le coordinate ci sa fare, Civil 3D. 😊 Continue reading

AutoCAD 2019 importa i dati Shp di ESRI e si connette al mondo GIS


AutoCAD Map 3D:
Analisi della densità della popolazione italiana sui dati Open di Istat in formato Shp

Durante questo week-end lungo, mi è capitato di navigare su Facebook tra i commenti di un gruppo GIS e trovare una discussione molto interessante sull’importazione dei dati GIS in formato Dwg.

Si trattava in particolare di dati in formato Shp di ESRI: molti suggerivano l’uso dei più svariati software, ma nessuno ancora si era accorto che da questa primavera è AutoCAD stesso che può accedere pienamente ai formati GIS, in importazione, esportazione e perfino nel loro uso nativo senza che sia necessaria l’importazione in formato Dwg.

Possibile? Sì, certo, perchè come ti ho scritto qui, dal rilascio della versione 2019 in marzo, la licenza di AutoCAD contiene anche quella di AutoCAD Map 3D, che è da sempre il ponte tra CAD e GIS.

Ora ti spiego in dettaglio… Continue reading

Georeferenziare i progetti BIM: ora hai a disposizione due strade

Approfitto del recente rilascio dell’utilità Autodesk Shared Reference Point 2019, per ribadire un aspetto molto importante della progettazione BIM: l’importanza della georeferenziazione.

Sì, perchè BIM è collaborazione. Ma come posso collaborare con tutto il mondo della cartografia e GIS, che vuol dire ortofoto, modelli digitali del terreno,  cartografie tecniche e così via, se il mio progetto ha lo zero in basso a sinistra? E come posso far collaborare i progetti BIM orizzontali (ovvero di infrastrutture) con quelli verticali (ovvero di architetture ed edifici) se non attraverso la loro georeferenziazione?

Bene, ma in pratica come posso fare? Ora hai due strade a disposizione.

La prima, quella tradizionale, prevede di usare Shared Reference Point a partire da un disegno già georeferenziato di Civil 3D, per condividere un punto ed una direzione con Revit, che così potrà creare il sistema di coordinate adeguato, anche se il progetto è stato inizialmente creato sullo zero.

La seconda, quella nuova, è resa disponibile dalle nuove versioni 2019.1 di Civil 3D e di Revit, di cui ti ho scritto qui e qui, grazie alla condivisione delle Superfici Topografiche di Civil 3D, che ovviamente possono essere già georeferenziate. Vai all’articolo su Revit 2019.1 per approfondire.

Se invece vuoi capire meglio Shared Reference Point, puoi guardare il video seguente, dove John Sayre di Autodesk ti mostra la tecnologia Shared Reference Point in azione, per di condividere la georeferenziazione dei progetti tra AutoCAD Civil 3D, Revit, InfraWorks e Navisworks. Continue reading

Progettazione ferroviaria con Autodesk Civil 3D

Progettazione ferroviaria BIM con Civil 3D

Come ti avevo annunciato qui, l’ultimo aggiornamento di Autodesk Civil 3D ha introdotto novità importanti per la progettazione ferroviaria BIM.

Bene, per vedere dal vivo come si utilizzano questi nuovi strumenti, puoi guardare la Webcast che Autodesk ha dedicato al tema, sul portale dedicato all’ingegneria civileContinue reading

Progettazione BIM di ponti in cemento armato

Progettazione preliminare di ponti in cemento armato con Autodesk InfraWorks

Il tempo passa velocemente, la tecnologia si evolve altrettanto velocemente, e la progettazione BIM di ponti rappresenta un nodo fondamentale per le infrastrutture.

Magari ci fossero state queste tecnologie all’epoca di Morandi. L’uso di modelli BIM avrebbe sicuramente favorito la progettazione, il calcolo e la manutenzione. Ma anche oggi, che abbiamo molti ponti da verificare, per non parlare di quelli ancora da costruire, l’utilizzo delle tecnologie più avanzate diventa indispensabile.
Come già scrivevo qui l’anno scorso.

Vale la pena quindi di dare un’occhiata all’ultima Webcast che Autodesk ha dedicato al tema, per presentare in che modo le numerose novità delle ultime versioni di InfraWorks, Revit e della new entry per il BIM, Inventor, rendono possibile un workflow molto migliore… Continue reading

Novità di Autodesk Revit per la collaborazione con Civil 3D, i ferri in forma libera ed altro ancora

Da agosto è disponibile Autodesk Revit 2019.1, in tutte le lingue compreso l’italiano. Se hai un abbonamento attivo, puoi già scaricarlo dal portale Autodesk Account.

Questo aggiornamento introduce numerose novità, di cui la principale riguarda la collaborazione con Autodesk Civil 3D per condividere le Superfici Topografiche. E poi miglioramenti nella collaborazione in generale, nella definizione dei ferri per il cemento armato in forma libera, nelle prospettive, nell’interfaccia.

Vediamole nel dettaglio… Continue reading

Guarda la Webcast registrata su Autodesk InfraWorks ed il BIM per le infrastrutture

Il 24 luglio ho tenuto per conto degli amici di Graitec una Webcast dedicata a presentarti uno dei due pilastri fondamentali della soluzione BIM per le infrastrutture: Autodesk InfraWorks.

Penso che la sua tecnologia sia destinata a trasformare profondamente, in meglio, il modo in cui si progettano le infrastrutture: soprattutto nella parte preliminare, quella del piano di fattibilità, che è quella in cui vengono prese le decisioni più importanti.

Guardala qui sopra oppure qui su YouTube e potrai rendertene conto:

Autodesk InfraWorks, il ponte tra GIS e BIM, ti permette di prendere decisioni in un contesto tridimensionale realistico, ottenuto da dati GIS e cartografici, da rilievi oppure da uno splendido servizio cloud. Fornisce strumenti BIM semplici ed efficaci per l’analisi territoriale, la progettazione preliminare, il confronto fra alternative, la creazione di video e la pubblicazione sul web per il dibattito pubblico, ed è perfettamente integrato nella soluzione Autodesk, dialogando con Civil 3D e Revit.

Buona visione!
Giovanni Perego

Novità di Civil 3D per la progettazione ferroviaria BIM: ecco tutti i dettagli

Pur in pieno agosto, non ho voluto rinunciare a darti qui la notizia del rilascio dell’ultimo aggiornamento di Autodesk Civil 3D, il 2019.1: Un aggiornamento importante, dedicato all’introduzione di nuovi strumenti per la progettazione ferroviaria BIM, oltre a numerosi miglioramenti nella progettazione, nella qualità e nell’efficienza del software.

Ora è arrivato il momento di approfondire la novità nei dettagli, perchè merita davvero! Continue reading

Aggiornamento di Revit migliora la collaborazione con Civil 3D

Anche per Revit è stato rilasciato il nuova aggiornamento 2019.1, esattamente il giorno di ferragosto. 😊

Ed il bello è che la novità principale sta nella collaborazione migliorata con Civil 3D, grazie alla condivisione delle superfici topografiche su BIM 360 Docs.

Anche in questo caso, come per l’aggiornamento di Civil 3D per la progettazione ferroviaria, comincio a lanciare la notizia, torneremo sull’argomento dopo le vacanze. 

leggi qui il post completo sulle novità di Autodesk Revit 2019.1

Buone vacanze!
Giovanni Perego

Nuovo manuale Autodesk di IFC per Revit

Il formato IFC, la sigla sta per Industry Foundation Class, è fondamentale per garantire l’interoperabilità dei dati nei progetti BIM, perchè e un formato indipendente dalla piattaforma software utilizzata.

Viene sviluppato da buildingSMART international, di cui Autodesk è stata tra i fondatori: tutti i suoi software BIM sono quindi certificati in importazione ed esportazione, compresi Revit, Civil 3D, InfraWorks, Navisworks, BIM 360.

Autodesk è quindi una fonte molto autorevole quando rilascia della documentazione su IFC. Puoi quindi approfittare del nuovo manuale di Revit per IFC che puoi scaricare liberamente qui, per ora in inglese, ma seguirà la versione in italiano.

Per approfondimenti puoi leggere il post di Emmanuel di Giacomo qui.

Grazie Emmanuel e buona lettura a tutti
Giovanni Perego