Competenza e certificazione: le nuove frontiere del BIM

Prosegue la pubblicazione di articoli gentilmente proposti dai rivenditori a valore aggiunto di Autodesk.  Oggi Orienta+Trium promuove la certificazione BIM da parte di TÜV Italia: per maggiori informazioni puoi consultare qui la pagina dedicata.

In Italia l’adozione della metodologia BIM è in forte crescita, sia all’interno del settore dell’edilizia che in quello delle infrastrutture.

Crescita sicuramente legata all’obbligo di introdurre il BIM nelle opere pubbliche, come stabilito dal decreto BIM (DM 560/2017), ma non solo.

Un ruolo altrettanto importante è svolto dall’attività di normazione degli ultimi anni, in particolare, la struttura normativa della UNI 11337, riferimento molto importante per la gestione digitale dell’intero processo informativo nel settore delle costruzioni.

Particolare importanza va data alla specifica tecnica UNI 11337-7, unica norma a livello internazionale che definisce le conoscenze, competenze e abilità delle figure coinvolte nella gestione e nella modellazione informativa.

La conoscenza e preparazione dei professionisti è un aspetto fondamentale per il corretto utilizzo ed implementazione della metodologia BIM.

Uno studio elaborato da ASSOBIM rileva che, nell’ambito della competenza specifica, solo il 13% del campione si dichiara molto sicuro delle proprie conoscenze e competenze, mentre oltre il 50% lo è in misura buona o sufficiente e il restante 37% evidenzia carenze in merito.

Quest’ultimo dato è confermato anche da un’indagine svolta da TÜV Italia sui propri clienti: tra questi il 46% è interessato alla certificazione del loro personale ma devono prima acquisire le conoscenze e competenze necessarie.

Anche nei prossimi anni l’utilizzo delle metodologie BIM sarà sempre più richiesto e, se le aziende non vorranno rimanere indietro, dovranno fin da subito investire nella formazione e qualificazione del proprio personale. In tal senso, la certificazione delle competenze delle figure professionali BIM è sicuramente uno strumento che aiuterà i professionisti a distinguersi sul mercato e a garantire la qualità della loro prestazione professionale.

TÜV Italia ha ottenuto l’estensione dell’accreditamento Accredia per il rilascio della certificazione in accordo alle norme UNI 11337-7:2018, PdR78:2020e UNI EN ISO/IEC 17024:2012. La certificazione delle figure professionali BIM in accordo alla norma UNI 11337-7 da parte di un ente terzo, indipendente ed imparziale costituisce un’attestazione “certa” e riconosciuta dal mercato della conformità del professionista alla norma.

La norma UNI 11337-7:2017 definisce quattro profili professionali nell’ambito della gestione digitale dei processi informativi delle costruzioni e della modellazione BIM:

  • CDE Manager o gestore dell’ambiente di condivisione dei dati
  • BIM Manager o gestore dei processi digitalizzati
  • BIM Coordinator o coordinatore dei flussi informativi di commessa
  • BIM Specialist od operatore avanzato della gestione e della modellazione informativa

La certificazione per ogni figura BIM ha una validità di 5 anni. La validità della certificazione è vincolata al rispetto delle condizioni richieste dallo schema BIM per il suo mantenimento.

Gli esami si possono svolgere nel nostro Centro Esame qualificato Orienta+Trium o, su specifica richiesta, presso la sede del cliente. Gli appuntamento già in programma sono:

  • Padova: 06/05/2021 e 17/06/2021
  • Milano: 15/04/2021 e 27/05/2021

Per maggiori informazioni puoi consultare qui la pagina Orienta+Trium dedicata alle certificazioni BIM

Grazie Orienta+Trium!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/04/competenza-e-certificazione-le-nuove-frontiere-del-bim/