Giovanni Perego

Articoli dell'autore

Novità BIM per le infrastrutture versioni 2022: Generative Design per le scarpate e non solo

Il 14 aprile sono state rilasciate le versioni 2022 di Autodesk Civil 3D, InfraWorks, Recap Pro e qualche giorno prima quella di Revit, di cui ti ho già scritto qui.

Numerose le novità, tra cui spicca una nuova applicazione, che finalmente permette di utilizzare la tecnologia del Generative Design per l’ottimizzazione delle scarpate di Civil 3D, utilizzabili anche in InfraWorks e Revit.

Se vuoi farti una prima idea, puoi guardare questo video, che ti mostra un veloce riepilogo delle novità di Autodesk Civil 3D, InfraWorks e Recap Pro:

Entrando nel dettaglio, per Autodesk Civil 3D 2022 le principali novità sono tre:

La nuova applicazione di Ottimizzazione delle scarpate di Civil 3D 2022 in azione

La nuova applicazione per l’ottimizzazione delle scarpate.
Si tratta di una nuova ed ottima applicazione, complementare a Civil 3D, disponibile solo all’interno della AEC Collection, dopo essere stata ampiamente testata nei mesi scorsi in versione Beta con il nome in codice Groundforce.
Introduce l’automazione nei complicati processi di modellazione del terreno in preparazione alla progettazione di nuove lottizzazioni, centri commerciali, parcheggi e così via: utilizzando tecniche di Generative Design, consente di risparmiare tempo ed ottenere in breve tempo le soluzioni più efficaci.
Per saperne di più:
Puoi guardare qui il video che presenta la nuova applicazione.
Puoi guardare qui i 5 video che entrano nei dettagli della nuova applicazione.
Oppure puoi leggere qui l’articolo di Theo Agelopoulos di Autodesk su questa nuova applicazione

Tracciati di uno svincolo autostradale realizzati con la nuova funzionalità di Civil 3D 2022

Nuove funzionalità per la progettazione dei tracciati stradali.
E’ stato migliorato il supporto per la creazione di tracciati connessi, per risolvere velocemente la progettazione di svincoli autostradali complessi come quello nella figura qui sopra.
Guarda qui il video che presenta questa nuova interessante funzionalità.

Scheda della rete in pressione in Project Explorer di Civil 3D 2022

Project Explorer, il modulo aggiuntivo di Civil 3D introdotto in agosto del 2020 con la versione 2021.1, che ti permette di gestire in modo più comodo ed efficace tutti i modelli, ora gestisce anche i modelli delle le reti in pressione.

Per Autodesk InfraWorks 2022 le novità principali sono quattro:

La nuova interfaccia di Model Builder in InfraWorks 2022

Il miglioramento dell’interfaccia di Model Builder, il fantastico servizio Cloud che ti permette di scaricare in pochi minuti il modello 3D di una qualsiasi parte del mondo. Ora puoi visualizzare come sfondo le ortofoto, ed è visibile l’indicatore della scala.
Guarda qui il video che ti spiega le novità di Model Builder 2022.

Inserimento di barriere di protezione, spartitraffico ed illuminazione in una strada a componenti di InfraWorks 2022

Il miglioramento dello strumento per inserire nelle strade elementi aggiuntivi, chiamati decorations, come ad esempio i guard-rail, piuttosto che le barriere spartitraffico, le reti di protezione, i pali dell’illuminazione e gli alberi, a partire da un’ampia libreria a disposizione. Ora è molto più facile, e soprattutto veloce, il loro inserimento, sia nelle strade a componenti native di InfraWorks che nei modellatori importati da Civil 3D.
Guarda qui il video che nella prima parte presenta questa novità.

Vegetazione in InfraWorks 2022

Il miglioramento della libreria della vegetazione, che ha reso più facile il suo inserimento per rendere più realistico il contesto. Sono state migliorate anche le prestazioni, per permetterne un utilizzo più esteso.
Guarda qui il video che nella parte finale presenta questa novità.

Travi complesse per i ponti di InfraWorks 2022

Il miglioramento delle funzionalità di modellazione delle travi dei ponti, che consente ai progettisti di utilizzare e creare complessi modelli 3D di travi a tutta campata, per riflettere i requisiti e il livello di dettaglio, contribuendo ad accelerare e semplificare questo lavoro tradizionalmente difficile.
Questa nuova funzionalità rafforza ulteriormente il flusso di lavoro
Guarda qui il video che presenta questa nuova opportunità.

Infine per Autodesk Recap Pro le novità sono tornate, e ne sono contento, ad essere numerose:

Mesh di un monumento ottenuta da una scansione laser con Recap Pro 2022

L’introduzione della funzionalità Scan to Mesh, che ti permette di creare una Mesh a partire da una porzione di scansione laser. Mesh che puoi utilizzare, ad esempio, per arricchire il modello del contesto 3D creato con InfraWorks.
Guarda qui il video che ti mostra questa nuova funzionalità

Scansione laser pubblicata con Recap Pro 2022 e visualizzata in Cloud

La possibilità di condividere i dati di Recap Pro in Autodesk Docs, BIM 360 Docs, ed Autodesk Drive. Inoltre, per le nuvole strutturate (Rcp, Rcs ed altri formati ma non il Las) sono stati introdotti notevoli miglioramenti nella visualizzazione, quando vengono pubblicate in Autodesk BIM 360 ed in Autodesk Docs.
Guarda qui il video che ti mostra questo miglioramento.

Atre novità di Recap Pro 2022 riguardano:

  • L’introduzione della funzionalità multi-scan selection
  • Miglioramenti nelle impostazioni della ricostruzione 3D in ReCap Photo
  • Miglioramenti nell’importazione delle scansioni

Per approfondire tutte le novità, puoi seguire le Playlist su YouTube del canale Autodesk Infrastructure:

Oppure puoi leggere gli articoli in inglese:

Infine, puoi iscriverti con un clic qui al Webinar in lingua inglese che Autodesk ha organizzato per il 28 aprile alle 16.00 (ora italiana) sulle novità di Civil 3D e InfraWorks 2022.

Alla prossima!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/04/novita-bim-per-le-infrastrutture-versioni-2022-generative-design-per-le-scarpate-e-non-solo/

Discussione a 3 voci sullo stato delle Infrastrutture in Italia: Webinar il 22 aprile

Ricevo e molto volentieri rilancio l’iniziativa degli amici di NKE, che hanno organizzato un Webinar intitolato Discussione a 3 voci sullo stato delle Infrastrutture in Italia, che si terrà giovedì 22 aprile alle ore 11.00, con la partecipazione di alcuni tra i migliori tecnici che conosco nel nostro settore: Marco Martens, Maurizio Simoni e Marco Esposito, coordinati dall’ottimo Andrea Torre, AEC Director di NKE.

Marco, Maurizio e Marco, insieme ad Andrea parleranno di:

  • Normativa Italiana, Nuovo Codice dei contratti, Decreto Baratono, Norme UNI.
  • Lo stato attuale della progettazione infrastrutturale sul territorio Italiano.
  • Le opportunità nelle infrastrutture con il Recovery Fund, Italia Veloce e Green New Deal.
  • Case History: Il BIM Infrastrutturale secondo Autodesk – da Infraworks a Navisworks passando per Dynamo4Civil3D.

Sono davvero curioso di ascoltarli: naturalmente il Webinar è gratuito, ma è necessario iscriversi per ricevere il link per il collegamento:

Iscriviti con un clic qui al Webinar NKE sulle infrastrutture

Ci vediamo, virtualmente, il 22 aprile!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/04/discussione-a-3-voci-sullo-stato-delle-infrastrutture-in-italia-webinar-il-22-aprile/

Ancora Dynamo per Civil 3D: modellazione dello scavo di una rete di condotte a gravità

Pochi giorni fa, Santi Sarica ha pubblicato sul suo Blog Civil Small Notes un nuovo video, dove mostra uno script realizzato con Dynamo per Civil 3D, per automatizzare la modellazione BIM dello scavo di una rete di condotte.

Il video ti mostra il funzionamento di questo nuovo script, che crea un Modellatore (Corridor) di Civil 3D solo per le condotte, grazie ad una sezione tipo (Assembly) appositamente creata, in grado di adattarsi a differenti diametri delle condotte. Per i pozzetti, invece, vengono utilizzati dei solidi.

Da notare l’uso di Dynamo Player, una delle novità di cui ti ho parlato qui, che permette anche a chi non è esperto di usare gli script di Dynamo già predisposti.

Grazie a questa modellizzazione è possibile ottenere un computo affidabile delle quantità di scavo.

Qui l’articolo originale in inglese sul Blog di Santi, dove trovi diversi altri esempi su questo tema.

Se ti interessa approfondire Dynamo per Civil 3D puoi leggere:

Bene, grazie Santi, ottima dimostrazione di come Dynamo per Civil 3D permette di automatizzare operazioni che, altrimenti, richiederebbero davvero tempo e fatica.

Alla prossima!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/04/ancora-dynamo-per-civil-3d-modellazione-dello-scavo-di-una-rete-di-condotte-a-gravita/

Novità di Autodesk Revit 2022 per le infrastrutture

Da qualche giorno è stato rilasciato Autodesk Revit 2022, con decine di nuove funzionalità, ben documentate grazie anche a ben 37 video che puoi guardare nell’apposita Playlist di YouTube qui.

Le novità riguardano tutti gli aspetti di progettazione BIM di Revit, dall’interoperabilità con Rhino 3D e Formit Pro, all’esportazione nativa delle tavole in PDF, dai molti flussi di lavoro resi più intuitivi e produttivi, fino ai muri inclinati ed alla modellazione dei ferri per i cementi armati.

Ma quello che in questo Blog ci interessa di più, naturalmente, è seguire la crescita della nuova disciplina infrastrutture introdotta con la versione 2021.

Disciplina rivolta soprattutto a supportare il nuovo flusso di lavoro per la progettazione BIM dei ponti, in collaborazione con Autodesk Civil 3D ed Autodesk InfraWorks.

Ora infatti, grazie a Revit 2022, le famiglie create con il template generico possono essere assegnate alle categorie e sottocategorie di Ponti e Strade, come ad esempio Piloni, Spalle, Travi e così via.

Queste famiglie possono ospitare i ferri per i cementi armati, possono essere tagliate nelle viste, possono essere pianificate ed etichettate e molto altro ancora.

Il ponte importato da InfraWorks, quindi diventa qualcosa di davvero flessibile.

Revit 2022 introduce anche alcuni miglioramenti alle progressive dei tracciati: è possibile aggiungere prefissi e suffissi ai testi, sono stati introdotti controlli per ruotare le etichette. Infine la progressiva iniziale e quella finale dei tracciati sono disponibili per le API di Revit per permettere l’automazione dei ponti.

Questi miglioramenti rafforzano e rendono ancora più flessibile il flusso di lavoro di Revit per la progettazione dei ponti.

Se vuoi approfondire, puoi guardare qui il Webinar che ho tenuto il 23 marzo sulla progettazione BIM dei ponti con Revit, Civil 3D ed InfraWorks.

Alla prossima!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/04/novita-di-autodesk-revit-2022-per-le-infrastrutture/

Ti aspetto al Webinar Autodesk sull’Ambiente di Condivisione dei Dati BIM con Autodesk Docs

Autodesk sta modificando profondamente il suo ambiente di condivisione in Cloud per i dati BIM.

Giovedì 29 aprile, con un Webinar aperto a tutti avrò il piacere di presentarti una novità molto importante di questa trasformazione: la disponibilità gratuita di Autodesk Docs per tutti gli abbonanti alla Autodesk AEC Collection.

Grazie ad Autodesk Docs, l’erede di BIM 360 Docs, puoi creare il tuo ambiente di condivisione dei dati, un componente molto importante della metodologia BIM, divenuto ancora più indispensabile in questi ultimo anno di pandemia per garantire la collaborazione tra progettisti, committenti ed imprese di costruzione.

Ti ricordo che Autodesk AEC Collection è la soluzione completa per il BIM, che contiene tutti i software per l’architettura, l’ingegneria e le costruzioni come Revit, Civil 3D, InfraWorks, Recap Pro, Navisworks, 3ds Max, AutoCAD e così via.

Naturalmente, per chi non conosce già l’ambiente Cloud di Autodesk, già noto come BIM 360, Autodesk Docs è un ambiente nuovo, che va esplorato e testato, insieme ai suoi fratelli maggiori Autodesk BIM Collaborate e BIM Collaborate Pro.

Bene, per questo motivo sono stato coinvolto da Autodesk per questo Webinar, per presentarti in che modo puoi utilizzare questo nuovo strumento.

Partecipa al Webinar, e scopri il nuovo Autodesk Docs per la condivisione di progetti BIM: al termine, potrai pormi tutte le tue domande.

Puoi già iscriverti gratuitamente al Webinar Autodesk con un clic qui

Ti aspettiamo!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/04/ti-aspetto-al-webinar-autodesk-sullambiente-di-condivisione-dei-dati-bim-con-autodesk-docs/

Competenza e certificazione: le nuove frontiere del BIM

Prosegue la pubblicazione di articoli gentilmente proposti dai rivenditori a valore aggiunto di Autodesk.  Oggi Orienta+Trium promuove la certificazione BIM da parte di TÜV Italia: per maggiori informazioni puoi consultare qui la pagina dedicata.

In Italia l’adozione della metodologia BIM è in forte crescita, sia all’interno del settore dell’edilizia che in quello delle infrastrutture.

Crescita sicuramente legata all’obbligo di introdurre il BIM nelle opere pubbliche, come stabilito dal decreto BIM (DM 560/2017), ma non solo.

Un ruolo altrettanto importante è svolto dall’attività di normazione degli ultimi anni, in particolare, la struttura normativa della UNI 11337, riferimento molto importante per la gestione digitale dell’intero processo informativo nel settore delle costruzioni.

Particolare importanza va data alla specifica tecnica UNI 11337-7, unica norma a livello internazionale che definisce le conoscenze, competenze e abilità delle figure coinvolte nella gestione e nella modellazione informativa.

La conoscenza e preparazione dei professionisti è un aspetto fondamentale per il corretto utilizzo ed implementazione della metodologia BIM.

Uno studio elaborato da ASSOBIM rileva che, nell’ambito della competenza specifica, solo il 13% del campione si dichiara molto sicuro delle proprie conoscenze e competenze, mentre oltre il 50% lo è in misura buona o sufficiente e il restante 37% evidenzia carenze in merito.

Quest’ultimo dato è confermato anche da un’indagine svolta da TÜV Italia sui propri clienti: tra questi il 46% è interessato alla certificazione del loro personale ma devono prima acquisire le conoscenze e competenze necessarie.

Anche nei prossimi anni l’utilizzo delle metodologie BIM sarà sempre più richiesto e, se le aziende non vorranno rimanere indietro, dovranno fin da subito investire nella formazione e qualificazione del proprio personale. In tal senso, la certificazione delle competenze delle figure professionali BIM è sicuramente uno strumento che aiuterà i professionisti a distinguersi sul mercato e a garantire la qualità della loro prestazione professionale.

TÜV Italia ha ottenuto l’estensione dell’accreditamento Accredia per il rilascio della certificazione in accordo alle norme UNI 11337-7:2018, PdR78:2020e UNI EN ISO/IEC 17024:2012. La certificazione delle figure professionali BIM in accordo alla norma UNI 11337-7 da parte di un ente terzo, indipendente ed imparziale costituisce un’attestazione “certa” e riconosciuta dal mercato della conformità del professionista alla norma.

La norma UNI 11337-7:2017 definisce quattro profili professionali nell’ambito della gestione digitale dei processi informativi delle costruzioni e della modellazione BIM:

  • CDE Manager o gestore dell’ambiente di condivisione dei dati
  • BIM Manager o gestore dei processi digitalizzati
  • BIM Coordinator o coordinatore dei flussi informativi di commessa
  • BIM Specialist od operatore avanzato della gestione e della modellazione informativa

La certificazione per ogni figura BIM ha una validità di 5 anni. La validità della certificazione è vincolata al rispetto delle condizioni richieste dallo schema BIM per il suo mantenimento.

Gli esami si possono svolgere nel nostro Centro Esame qualificato Orienta+Trium o, su specifica richiesta, presso la sede del cliente. Gli appuntamento già in programma sono:

  • Padova: 06/05/2021 e 17/06/2021
  • Milano: 15/04/2021 e 27/05/2021

Per maggiori informazioni puoi consultare qui la pagina Orienta+Trium dedicata alle certificazioni BIM

Grazie Orienta+Trium!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/04/competenza-e-certificazione-le-nuove-frontiere-del-bim/

Ripensare gli spazi di lavoro con Revit ed il Generative Design: iscriviti alla Webcast

Gli uffici, al nostro ritorno dopo la pandemia, cambieranno.

La loro riorganizzazione avverrà in base a nuove esigenze, perchè da spazi dedicati principalmente alla produzione diventeranno luoghi dedicati all’interazione, sarà necessaria una maggiore flessibilità e la capacità di trasmettere l’identità aziendale.

Per progettare uffici, quindi, sarà necessario tenere conto di molti parametri: le possibili scelte sono molto numerose, e vanno valutate sulla base di strumenti oggettivi.

Per questo ci viene in aiuto il Generative Design, naturale evoluzione delle modellazione parametrica BIM, già disponibile in Autodesk Revit, con degli utili esempi da cui partire.

Per questo ti invito caldamente al Webinar organizzato con gli amici di Orienta+Trium per martedì 13 aprile, alle ore 11.00!

Investendo un’oretta del tuo tempo potrai:

  • Capire cosa si intende per Generative Design
  • Vedere come è stato applicato nella progettazione degli uffici
  • Apprendere come è possibile applicarlo nel caso della riorganizzazione degli uffici successiva alla pandemia

In seguito, potrai approfondire l’utilizzo del Generative Design con Revit grazie ai dati ed ai materiali che ti verranno resi disponibili.

Cosa aspetti?

Iscriviti gratuitamente alla Webcast sul Generative Design con un clic qui

Ci vediamo alla Webcast!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/04/ripensare-gli-spazi-di-lavoro-con-revit-ed-il-generative-design-iscriviti-alla-webcast/

Guarda la registrazione del Webinar sulla progettazione BIM di strutture civili

E’ già disponibile su YouTube la registrazione del Webinar che ho tenuto il 23 marzo per gli amici di NKE, dedicata alla progettazione di strutture civili.

Tema di scottante attualità in Italia, visto il grande bisogno che abbiamo di ristrutturare e rinnovare il nostro patrimonio di ponti e gallerie, per la gran parte risalente agli anni cinquanta e sessanta del secolo scorso.

Già in passato ho tenuto Webinar su questo argomento, ma il continuo miglioramento della piattaforma Autodesk ha reso disponibile un flusso di lavoro che vale davvero la pena di approfondire, basata sull’interoperabilità tra InfraWorks, Revit, Civil 3D e Structural Bridge Design.

Al termine del Webinar, trovi le mie risposte alle numerose domande.

Clic qui per guardare il Webinar su YouTube

Buona visione!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/03/guarda-la-registrazione-del-webinar-sulla-progettazione-bim-di-strutture-civili/

AutoCAD 2022: cinque novità molto utili anche per AutoCAD Map 3D ed Autodesk Civil 3D

Dal 23 di marzo, è disponibile AutoCAD 2022: se hai un abbonamento attivo, lo puoi già scaricare ed installare, anche in lingua italiana, dal tuo Autodesk Account.

Se lo vuoi provare per 30 giorni, lo puoi scaricare qui.

Tra le numerose novità, ve ne sono 5 molto interessanti, pensate davvero per semplificarci la vita, che naturalmente potrai utilizzare anche nel tuo AutoCAD Map 3D e nel tuo Autodesk Civil 3D.

  • Conteggio: automatizza il conteggio dei blocchi o delle geometrie. nel disegno e crea tabelle di report. Clic qui per il video.
  • Condividi: crea un link per condividere un disegno, per consentire ai colleghi di aprirlo, e se vuoi modificarlo ovunque si trovino. Clic qui per il video.
  • Traccia: esamina ed aggiungi i tuoi commenti ad un disegno in tutta sicurezza senza modificarlo. Clic qui per il video.
  • Finestre mobili: Sposta le finestre di disegno per visualizzarle affiancate o su più monitor senza aprire un’altra istanza di AutoCAD. Clic qui per il video.
  • Condividi in BIM 360 o Autodesk Docs: carica i disegni nell’ambiente condiviso in formato PDF. Clic qui per il video.

Se lo preferisci, trovi tutti e 5 i video sulle novità di AutoCAD 2022 qui.

Ti ricordo che grazie alla licenza di AutoCAD, puoi utilizzare altri 7 strumenti specializzati: AutoCAD Map 3D prima di tutto, il ponte tra CAD e GIS, e poi anche AutoCAD Raster DesignAutoCAD ArchitectureAutoCAD MechanicalAutoCAD ElectricalAutoCAD MEPed infine AutoCAD Plant 3D.

Inoltre, hai a disposizione, comprese nell’abbonamento, le applicazioni per utilizzare i tuoi disegni condivisi nel Cloud nel browser, o sul tuo smartphone: AutoCAD web app ed AutoCAD mobile app.

Se vuoi approfondire le novità delle versioni precedenti puoi leggere:

Naturalmente, attendo con ansia il rilascio delle versioni 2022 di Civil 3D, InfraWorks Recap Pro e così via, ma occorre attendere ancora…

Ti farò sapere!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/03/autocad-2022-cinque-novita-molto-utili-anche-per-autocad-map-3d-ed-autodesk-civil-3d/

Gestire la documentazione tecnica di una commessa BIM, con le soluzioni Autodesk e Graitec

Prosegue la pubblicazione di articoli gentilmente proposti dai rivenditori a valore aggiunto di Autodesk.  Oggi Graitec ci presenta la sua soluzione per la gestione della documentazione tecnica BIM: se ti interessa, puoi approfondire questo tema iscrivendoti qui al Webinar Graitec di martedì 6 aprile alle 15.00.

La domanda odierna delle costruzioni sta cambiando rapidamente e in modo sempre più imprevedibile.

I dati stanno acquisendo una centralità sempre maggiore e ogni singolo progetto richiede migliaia di azioni che ne aumentano il livello di complessità.

Siamo protagonisti di una Digital Trasformation che impone ai professionisti del settore di evolversi, innovando e ottimizzando i processi interni per rimanere al passo con i tempi.

Ad oggi i team di lavoro impiegano sempre più tempo nelle attività di produzione e gestione di grandi moli di dati, con il rischio di ritardi sulla consegna dei progetti e di inevitabili errori causati da attività manuali.

Ne consegue un aumento dei costi con un ulteriore impatto sulla redditività e sulla produttività aziendale.

Graitec OpenTree è la soluzione ideale in risposta alla trasformazione digitale in atto, che supporta i professionisti nel settore delle costruzioni a gestire in maniera efficace ed efficiente tutti i documenti tecnici di commessa.

Grazie alla stretta integrazione con i prodotti Autodesk, in particolare Revit ed Autocad, con OpenTree è possibile produrre e gestire la documentazione in modo agile e veloce, in conformità alle principali norme del settore, come la ISO 19650.

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/03/gestire-la-documentazione-tecnica-di-una-commessa-bim-con-le-soluzioni-autodesk-e-graitec/