Tag: Civil3D

Catturare la realtà da laser scanner o drone per la progettazione BIM

Oggi voglio attirare la tua attenzione su di uno strumento ancora poco conosciuto, ma fondamentale per utilizzare nella progettazione BIM i dati di rilievo più moderni, come nuvole di punti da laser scanner, piuttosto che fotografie digitali da drone.

Le nuove tecnologie, infatti, hanno rivoluzionato il panorama di quello che per decenni si chiamò rilievo topografico. Oggi, dai singoli punti rilevati e poi restituiti ad uno ad uno si è passati ad ottenere in pochi minuti milioni di punti, raggruppati in nuvole oppure in immagini fotografiche che possono essere elaborate per diventare Superfici topografiche, Modelli digitali di elevazione (DEM) oppure Ortofoto.

Si tratta di Autodesk Recap Pro, dove Recap sta per Reality Capture.

Bene, la chiave di tutto sta nel formato con cui Recap Pro salva i rilievi: l’RCP, come Recap. Grazie a questo formato, tutti i software Autodesk di progettazione BIM (da Revit a Civil 3D, da InfraWorks a Navisworks e perfino AutoCAD) possono utilizzare le nuvole di punti, o le mesh ottenute da queste, come riferimenti esterni molto veloci ed efficienti.

Naturalmente Recap Pro è in grado di leggere, ed importare nei suoi progetti, praticamente tutti i formati con cui gli apparecchi laser scanner salvano i rilievi.

Formati supportati da Recap Pro per le nuvole di punti

Quindi, nel caso di rilievo laser scanner, l’operazione da fare è molto semplice: importare tutte le nuvole di punti, eventualmente registrarle (montarle tra loro), filtrarle, sfoltirle e georeferenziarle , per poi salvarle nel formato .Rcp.

Le impostazioni di Recap Pro per le scansioni laser

E poi il gioco è fatto! Le nuvole di punti sono pronte per essere utilizzate negli applicativi Autodesk.

Per le fotografie digitali, che siano da drone, ma anche da terra, interviene invece il modulo Recap Photo, compreso in Recap Pro. Questo modulo permette di caricare le foto in cloud per eseguire la loro elaborazione da parte di server dedicati: sul tuo PC, altrimenti, l’elaborazione sarebbe molto lunga. E’ prevista anche la georeferenziazione delle foto, se sono stati rilevati punti su appositi bersagli riconoscibili nelle fotografie.

Recap Photo è utilizzabile anche per ottenere il modello digitale di piccoli oggetti, utilizzando addirittura la macchina fotografica di uno smartphone, come in passato ho insegnato agli studenti coinvolti nei Jedi Campus a Milano.

Recap Pro è disponibile come licenza autonoma, ma visto il suo ruolo ha molto più senso utilizzarlo all’interno della Autodesk AEC Collection, che contiene tutti i software necessari per la progettazione BIM, come Revit, Civil 3D, Navisworks, InfraWorks, 3ds Max, oltre naturalmente ad AutoCAD ed ai suoi applicativi verticali.

Non ti resta che abbonarti ad Autodesk Recap Pro. O meglio, alla Autodesk AEC Collection.

Se ti interessa approfondire il tema delle nuove tecnologie per catturare la realtà:

Oppure puoi leggere qui articoli su applicazioni BIM di Recap Pro:

Infine, Recap Pro è in continua evoluzione: se lo hai provato in passato e vuoi aggiornarti, oppure per le ultime novità puoi guardare questi video YouTube:

In bocca al lupo con Recap Pro!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2022/05/catturare-la-realta-da-laser-scanner-o-drone-per-la-progettazione-bim/

Guarda la registrazione del Webinar sulla modellazione BIM dei solidi stradali

Ho trovato davvero interessante il Webinar sulla modellazione di solidi stradali, tenuto dagli amici di NTI-NKE, Autodesk Platinum Partner, martedì 3 maggio alle ore 11.00.

Per chi utilizza Autodesk Civil 3D per la progettazione stradale, è un evento da non perdere, che è già pubblicato su YouTube e puoi guardare con comodo.

Ecco il contenuto del Webinar, moderato dall’Arch. Andrea Torre, AEC Director NKE:

  • Esempio di scarpate compenetranti: Ing Marco Martens.
    Workflow per realizzare in Civil 3D i Corridor corretti nel caso di due scarpate stradali ravvicinate che si compenetrano a vicenda
  • Strada a mezza costa in forte pendenza – Comune di Salerno: Ing. Riccardo Capocchi
    Modellazione di una strada di categoria F1 in una situazione di forte pendenza. Per un lungo tratto si è resa la necessaria a monte la presenza di una paratia a due ordini, per poter intercettare il terreno, mentre a valle una terra rinforzata.
  • Workflow di modellazione nella progettazione di rotatorie: Geom. Agostino Sacconi
    Approccio non automatico alla creazione dei Corridor della corona giratoria e dell’isola centrale.

Guarda la registrazione su YouTube con un clic qui

Buona visione!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2022/05/guarda-la-registrazione-del-webinar-sulla-modellazione-bim-dei-solidi-stradali/

La modellazione di solidi stradali: Webinar il 3 maggio

E’ disponibile la registrazione del Webinar sulla modellazione di solidi stradali, tenuto dagli amici di NTI-NKE, Autodesk Platinum Partner martedì 3 maggio.

Durante il Webinar, alcuni tra i migliori esperti del settore infrastrutturale d’Italia, moderati dall’Arch. Andrea Torre, AEC Director NKE, hanno parlato di:

  • Esempio di scarpate compenetranti: Ing Marco Martens.
    Workflow per realizzare in Civil 3D i Corridor corretti nel caso di due scarpate stradali ravvicinate che si compenetrano a vicenda
  • Strada a mezza costa in forte pendenza – Comune di Salerno: Ing. Riccardo Capocchi
    Modellazione di una strada di categoria F1 in una situazione di forte pendenza. Per un lungo tratto si è resa la necessaria a monte la presenza di una paratia a due ordini, per poter intercettare il terreno, mentre a valle una terra rinforzata.
  • Workflow di modellazione nella progettazione di rotatorie: Geom. Agostino Sacconi
    Approccio non automatico alla creazione dei Corridor della corona giratoria e dell’isola centrale.

Guarda la registrazione su YouTube con un clic qui

Buona visione!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2022/04/la-modellazione-di-solidi-stradali-webinar-il-3-maggio/

BIM per le infrastrutture: disponibili Civil 3D, InfraWorks e Recap Pro 2023, ecco le novità

Ieri, 12 aprile, sono state rilasciate le nuove versioni 2023 di molti software Autodesk, tra cui Civil 3D, InfraWorks e Recap Pro, le colonne portanti del BIM per le infrastrutture, di cui in questo Blog ci occupiamo.

Come al solito sono numerose le novità, vediamole prodotto per prodotto:

Autodesk Civil 3D e Project Explorer migliorato nella versione 2023
  • Nuovi miglioramenti riguardano le reti in pressione, per le quali negli ultimi anni c’è stato un vero salto di qualità. Ora puoi effettuare ricerche di testo tra le parti della rete, visualizzare con etichette della vista profilo il set di dati di proprietà delle parti, ed è stata migliorata la modifica della rete in vista profilo.
  • Anche per le ferrovie prosegue la crescita: puoi sostituire i cataloghi con cataloghi personalizzati e creare una nuova etichetta relativa all’inclinazione in curva.
  • E’ stato migliorata l’interfaccia per definire gli obiettivi dei Modellatori, con l’aggiunta di filtri per selezionare tracciati, linee caratteristiche e polilinee, la possibilità di selezionare la superficie obiettivo una volta sola per tutti i componenti, ed altro ancora.
  • E’ stato migliorato Il set di dati di proprietà per i solidi creati dai Modellatori:
  • Prosegue il lavoro di ottimizzazione delle prestazioni (le infrastrutture pesano!), in particolare nella visualizzazione delle viste sezioni e nella modifica delle linee di sezione.
  • Project Explorer per Civil 3D, la nuova finestra di analisi e creazione report per i progetti BIM introdotta con la versione 2021.1, ora permette di mostrare i totali delle righe e delle colonne, mentre la funzione di comparazione ora comprende anche i punti COGO e le particelle.
  • Subassembly Composer, il mitico modulo dedicato alla creazione di componenti parametrici personalizzati per le sezioni tipo ora può creare curve ausiliarie, molto utili per creare geometrie temporanee.
  • Grading Optimization, il modulo per l’ottimizzazione della scarpate introdotto con la versione 2022 cresce rapidamente: migliora la qualità della superficie restituita a Civil 3D, evitando linee caratteristiche sovrapposte, inoltre è stata aggiunta una comoda interfaccia integrata per l’help, per aiutare che si approccia per la prima volta a questo potente strumento, infine è migliorata la barra di indicazione dello stato di avanzamento dell’ottimizzazione.
  • A proposito di novità, in febbraio è stato rilasciato il nuovo Geotechnical Modeler per Civil 3D
  • Qui trovi la playlist di YouTube dedicata alle novità 2023 di Civil 3D
Autodesk InfraWorks migliora ancora nella progettazione BIM dei ponti con la versione 2023
  • Interoperabilità: uno dei punti di forza di questo prodotto, che permette di ricostruire il contesto tridimensionale e realistico del terreno dove ambientare i piani di fattibilità ed i progetti BIM per le infrastrutture che poi possono essere utilizzati con Civil 3D e Revit. Ora puoi far interagire i ponti in acciaio di InfraWorks con il software di calcolo strutturale, Structural Bridge Design. Se effettui delle modifiche ad un ponte in acciaio in quest’ultimo prodotto, in seguito ai tuoi calcoli strutturali, puoi aggiornare il ponte di InfraWorks, e viceversa.
  • Migliorata anche la creazione e la gestione dei componenti per i ponti: se modifichi o aggiorni un componente di libreria per i ponti, il cambiamento si propaga a tutto il progetto, quindi tutte le istanze di quel componente si aggiornano, Inoltre, ora puoi creare componenti per i ponti direttamente con Inventor, non è più necessaria l’installazione del plug-in Infrastructure Parts Editor.
  • Infine un miglioramento nell’interfaccia: ora è disponibile un nuovo popup per cercare un comando e scegliere di nuovo uno degli ultimi cinque comandi utilizzati.
  • Qui trovi la Playlist YouTube dedicata alle novità 2023 di InfraWorks
Autodesk Recap Pro con la versione 2023 porta le sue nuvole di punti in Cloud
  • Condivisione BIM in Cloud: grazie alla versione 2023, le nuvole di punti entrano a pieno titolo nella condivisione BIM in Cloud fornita dalla Autodesk Construction Cloud, Quindi puoi pubblicare progetti ReCap strutturati o non strutturati in Cloud su Autodesk Docs, dove puoi visualizzare e contrassegnare le nuvole di punti e le RealView 360 di questi progetti. Puoi pubblicare anche in BIM 360 ed in Autodesk Drive. Le funzioni di collaborazione di ACC si applicano anche ai progetti ReCap. 
  • Qui il video di presentazione delle novità di Recap 2023.

Ecco un breve video di riepilogo delle novità:

Bene, ti ricordo che Autodesk Civil 3D, InfraWorks e Recap Pro, così come Revit, Navisworks, Structural Bridge Design, 3ds Max, AutoCAD ed i suoi applicativi, e molti altri software ancora sono tutti disponibili anche con un’unica licenza molto conveniente, quella della Autodesk AEC Collection.

Se hai un abbonamento attivo, puoi già scaricare le nuove versioni 2023 dei tuoi software dal portale Autodesk Account. Dovresti aver ricevuto un avviso via e-mail come questo:

Bene, ora non ci resta che attendere il rilascio del Country Kit italiano 2023 per Civil 3D: avrò cura di informarti al più presto possibile sul suo rilascio e sulle novità.

Se vuoi approfondire ti consiglio:

Se vuoi una panoramica dell’evoluzione di Civil 3D, InfraWorks e Recap Pro negli ultimi anni:

Per ora è tutto, e non è poco 🙂 alla prossima!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2022/04/bim-per-le-infrastrutture-disponibili-civil-3d-infraworks-e-recap-pro-2023-ecco-le-novita/

E’ disponibile AutoCAD 2023, inizia la stagione delle nuove versioni

Dal 29 marzo è disponibile AutoCAD 2023, la nuova versione dello storico CAD, che rappresenta anche la base su cui è costruito AutoCAD Civil 3D, la colonna portante del BIM orizzontale che questo Blog segue da vicino.

Vale quindi la pena di dare un’occhiata alle novità, che ci possono essere utili anche nella progettazione BIM, in attesa che, tra poche settimane, vengano rilasciate la versioni 2023 degli altri applicativi, come appunto AutoCAD Civil 3D, e poi Autodesk InfraWorks, Recap Pro, Revit Navisworks e così via.

Ti ricordo che la licenza AutoCAD ormai si compone di molti prodotti, perchè permette di utilizzare 7 strumenti specializzati, tra i quali ti ricordo Map 3D, il ponte tra il CAD ed il GIS, che ci è di grande utilità anche quando utilizziamo Civil 3D per accedere al mondo della cartografia e dei dati Open GIS.

Inoltre, AutoCAD da tempo è affiancato da due applicazioni Cloud, AutoCAD web app per conservare e modificare i disegni in Cloud, attraverso un semplice browser di internet, ed AutoCAD Mobile app che ti permette di gestire i disegni in mobilità, utilizzando tablet e smartphone.

Infine, ti ricordo che AutoCAD è compreso nella Autodesk AEC Collection, che contiene veramente tutto quello che ti può servire per la progettazione BIM orizzontale e verticale.

I prodotti ed i servizi Cloud disponibili con la licenza di AutoCAD

La nuova versione 2023 di AutoCAD introduce per gli abbonati novità molto interessanti:

Novità: Importa Revisioni ed Assistente Revisioni
Ti aiutano a inviare e incorporare rapidamente informazioni e commenti nei tuoi progetti: Con Importa revisioni puoi importare in un layer di AutoCAD informazioni e commenti dalla carta stampata o da PDF. Assistente Revisioni ti permette di aggiungere automaticamente il testo o l’oggetto al tuo disegno con un clic.

Novità: Informazioni approfondite personali
Fornisce consigli per aumentare la tua produttività: Informazioni Personali, il motore di consulenza che ti aiuta a lavorare più velocemente utilizzando algoritmi di apprendimento automatico, ora fornisce approfondimenti mentre lavori sotto forma di macro consigliate che automatizzano i tuoi flussi di lavoro ripetuti più frequentemente.
Gli approfondimenti macro appariranno come una notifica nella parte inferiore dello schermo mentre si sta lavorando, e nella Dashboard dove è possibile visualizzare una varietà di approfondimenti personalizzati sull’utilizzo.
Cliccando su questi suggerimenti macro, si accede a una nuova Command Macro Palette per saperne di più, salvare una macro suggerita e persino adattare la macro alle proprie esigenze.

Novità: usa il linguaggio LISP con la Web App
Ora puoi usare lo storico linguaggio LISP anche in AutoCAD Web App. LISP consente di creare personalizzazioni per automatizzare le sequenze durante gli spostamenti, mentre si è in cantiere o in qualsiasi altro luogo. Carica o gestisci i file LISP e digita i comandi LISP proprio come faresti con AutoCAD sul tuo desktop per risparmiare tempo e completare i progetti più velocemente. Questa funzione è disponibile solo per gli abbonati ad AutoCAD.

Miglioramento: Gruppi di fogli
L’apertura dei gruppi di fogli non è mai stata così rapida. Grazie alla piattaforma cloud Autodesk, tutti i membri del team possono inviare e aprire i gruppi di fogli in modo più rapido e sicuro.

Miglioramento: Conteggio
Automatizza il conteggio di blocchi o oggetti in un’area selezionata o nell’intero disegno con un menu che consente di identificare gli errori e spostarsi tra gli oggetti conteggiati.

Bene, se vuoi approfondire:

Buon aggiornamento, ed è solo il primo rilascio…
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2022/03/e-disponibile-autocad-2023-inizia-la-stagione-delle-nuove-versioni/

Guarda la Webcast registrata sulla presentazione dei progetti di infrastrutture BIM

E’ già disponibile su YouTube la registrazione della Webcast dedicata alla presentazione dei progetti BIM di infrastrutture, che ho tenuto per gli amici di One Team il 22 marzo.

La presentazione dei progetti di infrastrutture ha una notevole importanza, nel garantire sia le approvazioni formali, che il consenso di tutti i portatori di interessi: sappiamo bene quanto progetti hanno subito contestazioni prima, durante e dopo la loro realizzazione: ma sono stati presentati in modo adeguato?

Allora, cosa ne dici di una applicazione che ti permette di studiare più alternative di progetto sullo stesso contesto 3D, quando sei ancora nella fase di studio di fattibilità?

Un’applicazione che addirittura ti fornisce il modello 3D preliminare dello stato di fatto, sul quale puoi progettare facilmente l’infrastruttura e studiare più alternative.

Un’applicazione che permette al progettista di creare facilmente immagini, video ed addirittura pubblicare sul Web i modelli, senza dover delegare questi compiti all’esterno.

Un’applicazione, infine, che rende disponibili tutti i modelli BIM utilizzati per la progettazione definitiva ed esecutiva?

Hai già capito. Stiamo parlando di Autodesk InfraWorks, delle sue potenzialità e della sua interoperabilità con Autodesk Civil 3D ed Autodesk Revit, tutti prodotti disponibili nella Autodesk AEC Collection.

Guarda la registrazione della Webcast per saperne di più: basta un clic qui

Buona visione!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2022/03/guarda-la-webcast-registrata-sulla-presentazione-dei-progetti-di-infrastrutture-bim/

Condividere le superfici topografiche di Civil 3D con Revit e georeferenziare i progetti BIM

Mi fa molto piacere approfondire questo tema, grazie ad un video appena pubblicato da Jeff Bartels sul suo Blog, perchè la condivisione delle Superfici Topografiche di Civil 3D con Revit è una delle domande più frequenti che ricevo, e rappresenta un punto di partenza importante per l’interoperabilità tra BIM orizzontale e BIM verticale.

In un video di soli 6 minuti, Jeff Bartels ti mostra in che modo puoi condividere facilmente la tua Superficie Topografica, ottenendo anche la georeferenziazione del modello di Revit, sempre che la Superfice di Civil 3D lo sia già.

Una volta visto il video, vale la pena di notare alcuni punti importanti.

  • Jeff Bartels, nel suo video, utilizza l’estensione Autodesk Shared Reference Point, per allineare il progetto di Revit con la Superficie Topografica di Civil 3D: bene, sappi che dalla versione 2022 non richiede di essere installata in Civil 3D e Revit, è già compresa nei prodotti. Se invece stai utilizzando una versione precedente, segui le istruzioni Autodesk per installarla su entrambe le applicazioni.
  • Per effettuare il trasferimento della Superficie Topografica ti occorrono tre differenti applicazioni Autodesk: Civil 3D, Revit e Docs. Ma non hai bisogno di avere tre licenze diverse: ti basta la Autodesk AEC Collection, disponibile dal 2016, che le comprende tutte e tre. Maggiori informazioni qui.
  • A differenza delle procedure precedenti, e grazie all’utilizzo di Autodesk Docs come tramite, la Superficie Topografica che ottieni in Revit mantiene la stessa precisione e la stessa triangolazione che aveva in Civil 3D.
  • Naturalmente, converrà usare i metri come unità di misura… 🙂

Bene se vuoi approfondire puoi leggere:

Buon lavoro, alla prossima!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2022/03/condividere-le-superfici-topografiche-di-civil-3d-con-revit-e-georeferenziare-i-progetti-bim/

Intersezioni e rotatorie stradali BIM con Autodesk Civil 3D: guarda le esperienze

Ho seguito con molto interesse il Webinar di ieri, organizzato dagli amici di NKE ed in particolare dall’ing. Marco Martens, per presentare esperienze reali di progettazione BIM orizzontale, nel difficile caso delle intersezioni stradali.

Mentre partecipavo al Webinar, non ho potuto fare a meno di notare che Autodesk Civil 3D, dal suo arrivo in Italia al SAIE del 2004 ne ha fatta di strada!
O meglio, ne ha progettate di strade!
E poi ferrovie, reti di sottoservizi, scarpate, parcheggi e quant’altro…

E sta diventando lo standard di fatto del BIM orizzontale, o BIM per le infrastrutture, con il vantaggio di basarsi su AutoCAD, che è già utilizzato nella gran parte dei casi.

Il modello di caterpillar distribuito da Autodesk durante SAIE del 2004 per il lancio di Civil 3D 2005

Bene, se già usi Civil 3D, oppure non lo usi ancora ma vuoi vedere fino a che punto puoi arrivare nel rendere dinamica la progettazione, e quindi risparmiare un sacco di tempo, ti consiglio di investire un’oretta del tuo tempo nel guardare:

  • Marco Martens – NKE – Ingegnere Civile, Progettista Senior di Infrastrutture, BIM Specialist Civil 3D:
    Progettazione di opere oblique nell’intersezione di due assi stradali con Civil 3D.
  • Alessio Verde – Systra – Ingegnere Civile, Progettista Senior di Infrastrutture, BIM Specialist Civil 3D:
    Progettazione di una rotatoria con Civil 3D, dal tracciamento ai movimenti di materia.
  • Francesca Balduzzi, Francesco Procopio e Marzio Mandelli – Ingegneri Civili Erre.Vi.A s.r.l.
    Progettazione di uno svincolo a livelli sfalsati su strada tipo C con Civil 3D, dal tracciamento alla creazione delle sezioni parametriche pkt.

Guarda il Webinar registrato qui su YouTube

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2022/01/intersezioni-e-rotatorie-stradali-bim-con-autodesk-civil-3d-guarda-le-esperienze/

Ottimizzazione delle scarpate con Civil 3D: disponibile il video Autodesk

Autodesk Civil 3D versione 2022 (qui trovi il mio articolo sulle novità) questa primavera ha introdotto un nuovo modulo, chiamato Grading Optimization, dedicato all’ottimizzazione delle scarpate a partire dalla classica Superficie TIN di rappresentazione del terreno esistente, che Civil 3D crea a partire dai dati di rilievo e di Reality Capture come nuove di punti da laser scanner e/o fotografie digitali da drone.

Bene, come per tutte le cose nuove è importante capire come funziona e quali benefici può portare alla nostra attività di progettazione BIM delle infrastrutture. Per questo Autodesk ha reso disponibile un nuovo video sul portale dedicato ai professionisti delle infrastrutture, che puoi guardare qui.

Il video è stato realizzato dall’ottimo ingegner Salvatore Macrì, ed è il quindicesimo (15^!!) pubblicato sul portale Autodesk L’abc del professionista delle infrastrutture.

In questo video sull’ottimizzazione delle scarpate ci vengono presentati quattro esempi concreti:

  • La progettazione di una vasca di laminazione
  • La progettazione della spalla di un ponte
  • La profilazione di un versante per la posa di pannelli solari
  • Il bilanciamento del volume in un’area in costruzione

Il video è gratuito, ma per guardarlo è necessario registrarsi.

Clic qui per guardare il video Autodesk sull’ottimizzazione delle scarpate

Ti ricordo che il modulo Grading Optimization è disponibile solo per gli abbonati alla Autodesk AEC Collection.

Buona visione!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/12/ottimizzazione-delle-scarpate-con-civil-3d-disponibile-il-video-autodesk/

Compatibilità del software di Autodesk con il nuovo Windows 11

Il 5 ottobre, Microsoft ha lanciato ufficialmente Windows 11, la nuova versione del suo sistema operativo, che introduce numerose novità, come una interfaccia più intuitiva, una grafica più pulita, migliori strumenti di ricerca, modalità di navigazione e di utilizzo: qui trovi tutti i dettagli.

L’aggiornamento a Windows 11 è completamente gratuito per chi utilizza Windows 10, ma naturalmente è necessario verificare che il proprio computer sia compatibile.

Un’altra verifica molto importante, per noi che utilizziamo il software Autodesk riguarda la compatibilità delle nostre applicazioni. Ci viene in aiuto, naturalmente, il portale Autodesk Knowledge Network con una bella sorpresa:

I prodotti basati su AutoCAD delle versioni 2021 e 2022 supportano completamente Windows 11.

Ottima notizia, quindi Civil 3D è supportato, ma gli altri prodotti? Revit piuttosto che InfraWorks, Navisworks, Recap Pro e così via? Come al solito, vale la regola della prudenza: ciò che non esplicitamente indicato nelle pagine dei System Requirements (ad esempio quella di Revit qui) non è supportato. Quindi, per ora, occorre attendere.

Speriamo di avere presto aggiornamenti.

Nel frattempo, ho trovato molto interessante questo video: grazie Simon!

Alla prossima
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/11/compatibilita-software-autodesk-con-windows-11/