Progettazione ponti BIM: interoperabilità InfraWorks 360, Revit, 3ds Max ed AutoCAD Civil 3D

ProgPontiBIM

Come ben sai, BIM è collaborazione.

Eccoti allora un paio di esempi di collaborazione BIM, o interoperabilità, tra software BIM differenti per ottenere i migliori risultati, nel caso della progettazione dei ponti.

In questo primo esempio vengono utilizzati Autodesk InfraWorks 360, Autodesk Revit ed Autodesk 3ds Max. InfraWorks 360 permette la progettazione preliminare nel contesto realistico e 3D, poi passa il modello BIM a Revit, dove è possibile personalizzare le famiglie e dedicarsi al calcolo strutturale. Lo stesso ponte può essere passato a 3ds Max per creare rendering ed animazioni della migliore qualità.

Ma non è tutto: anche AutoCAD Civil 3D può caricare il modello di ponte progettato in modo preliminare in Autodesk InfraWorks 360. Oltre al ponte, Civil 3D riceve anche il tracciato e la livelletta della strada a cui appartiene: in questo modo è possibile creare rapidamente il profilo della strada, e proiettarvi il ponte, con notevole risparmio di tempo e fatica. Guarda la seconda parte del video qui sotto, a partire da 9′ e 30″.

Ti preoccupa forse di dover acquistare tanti software differenti? Nessun problema, sono contenuti tutti nella nuova Autodesk Industry Collection AEC.

Buona visione!
Giovanni Perego, direi GimmiBIM…

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2017/03/progettazione-ponti-bim-interoperabilita-infraworks-360-revit-3ds-max-ed-autocad-civil-3d/