Autodesk acquisisce Spacemaker per la progettazione urbana in Cloud assistita da AI

Come puoi leggere qui, Autodesk ha avviato pochi giorni fa l’acquisizione di una Start Up norvegese basata ad Oslo, chiamata Spacemaker, che ha sviluppato un’applicazione per la progettazione urbana molto interessante, basato su Cloud ed Intelligenza Artificiale (AI).

Spacemaker si rivolge ad architetti, urbanisti ed agenzie di sviluppo immobiliare, e la mia prima impressione è che una sua integrazione con gli strumenti BIM di Autodesk come Revit ed InfraWorks porterebbe davvero un grande valore aggiunto.

In questo video demo puoi vedere all’opera il modulo Site Intelligence Platform.

In questo video, invece, l’applicazione di tecniche di Generative Design.

Qui il canale YouTube di Spacemaker.

Mi sembra un’ottima notizia, e spero che potremo presto approfittare delle sue ricadute positive nella Autodesk AEC Collection e/o in Autodesk BIM 360.

Approfondendo la lettura dell’articolo, emerge l’intenzione da parte di Autodesk di mantenere Spacemaker come applicazione autonoma, per preservarne lo spirito innovativo da Start Up e permettere al team di sviluppo di portare fino in fondo le loro idee.

Ma non ti nascondo che mi piacerebbe davvero vedere questo applicazione integrata con Autodesk InfraWorks, che può fornire un’ottimo ambiente per la modellazione urbana, come già dimostrato in questo esempio clamoroso.

Bene, non dubitare che terrò d’occhio gli sviluppi futuri… 🙂

Alla prossima!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2020/11/autodesk-acquisisce-spacemaker-per-la-progettazione-urbana-con-lintelligenza-artificiale/