Tag: Novità 2013

Infrastructure Modeler e CityGML

 

Tra le molte funzionalità nuove dell’ultima versione 2013 R2 di Infrastructure Modeler, riservata ai titolari di contratto di aggiornamento, Autodesk Subscription, c’è il supporto del formato CityGML.
(PS: ora Modeler si chiama InfraWorks, dalla versione 2014).

Si tratta di un formato di scambio aperto, basato su XML, per le Città digitali 3D. Utilizzato da molte municipalità in Europa, CityGML permette di caricare l’intera struttura di una città, compresi modelli dettagliati 3D, formata da strade, reti tecnologiche e coperture, in diversi livelli di dettaglio (Leveol Of Detail – LOD). Grazie al formato CityGML, Modeler ora può utilizzare dati molto più dettagliati che in precedenza.

Puoi vedere come fare per utilizzare dati CityGML con Modeler nel filmato qui sotto.
Se non puoi accedere a Youtube puoi scaricare il filmato qui,

In realtà il filmato poi prosegue con:

  • L’inserimento nel modello di un ponte, realizzato con Revit Structure ed esportato in formato .FBX
  • La rappresentazione dinamica delle ombre portate
  • La pubblicazione del modello sul Web e sui dispositivi mobili, grazie ad AIM 360.

Le istruzioni per utilizzare CityGML in Infrastructure Modeler le trovi qui.

Qui invece trovi molti dati di esempio per fare delle prove con il formato CityGML.

PS: qui puoi leggere un approfondimento su CityGML e Modeler (tradotto dal tedesco) scritto dal mio collega Eric Sanders sul Blog Geospatial Navigator.

Grazie Gwenael!
GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2013/01/infrastructure-modeler-e-citygml/

Creare filmati per presentare infrastrutture

La nuova versione 2013 R2 di Infrastructure Modeler, rilasciata sul Subscription Center, introduce un nuovo strumento per creare filmati efficaci di presentazione, chiamato Storyboard.
(PS: ora Modeler si chiama InfraWorks, dalla versione 2014).

Per imparare ad utilizzarlo, hai a disposizione qui 5 brevi filmati, che ti permettono in poco tempo di imparare a realizzare presentazioni professionali dei progetti di infrastrutture. Li ho guardati ed ho subito messo in pratica le informazioni…

Ed ecco il mio primo risultato: realizzato con OpenGeoData italiani, naturalmente. Nota bene: il ponte è assolutamente immaginario, l’ho utilizzato solo per presentare le potenzialità del software. Non me ne vogliano gli abitanti della splendida città di Gallipoli… 🙂

Buona visione!
GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2013/01/creare-filmati-per-presentare-infrastrutture/

Auguri di buon anno con…

Il nuovo Modeler.
(PS: ora chiamato InfraWorks, dalla versione 2014).
Grazie alle nuove funzionalità per la creazione di filmati ed il rendering: guarda il filmato qui sotto…

Per saperne di più leggi qui.

Come al solito, grazie Gwenael.
GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2013/01/auguri-di-buon-anno-con/

Progettazione preliminare con il nuovo Modeler

Giusto ieri ho avuto modo di presentare in pubblico, vicino a Roma, la nuova tecnologia Autodesk per la progettazione preliminare.

Il modello della città di Gallipoli che vedi nell’immagine qui sopra, è stato realizzato in breve tempo, grazie agli OpenGeoData liberamente disponibili sul sito della Regione Puglia. Utilizzando Infrastructure Modeler, (PS: ora chiamato InfraWorks, dalla versione 2014), che giusto poco fa è stato rilasciato in una nuova versione 2013 R2, che aggiunge nuove funzioni e la condivisione dei modelli sul Cloud con Modeler 360.

Sul modello di Città digitale 3D puoi ambientare i tuoi progetti, architettonici e di infrastrutture, importando le forme da altri software (nei formati CAD come il DWG, nei formati GIS come SHP, nei formati architettonici come FBX, nei formati per i modelli del terreno come LendXML, e molto altro ancora).

Oppure puoi disegnare tu stesso, grazie a strumenti molto semplici e ad una ricca libreria di modelli e stili: edifici, strade, ferrovie, fiumi e laghi, aree delimitate.

E’ facile studiare diverse alternative di progetto, grazie alla possibilità di usare un unico modello di base per ambientare le diverse soluzioni possibili.

E’ facile creare immagini e filmati di presentazione del progetto, grazie agli strumenti intuitivi messi a disposizione da Modeler.

Infine tutte le geometrie possono essere riutilizzate in AutoCAD Map 3D ed in AutoCAD Civil 3D grazie alla connessione al modello, che viene salvato in formato SQLite.

Per capire meglio di cosa sto parlando, ti presento due nuovi filmati di Dana Proberts che mostrano il nuovo Autodesk Infrastructure Modeler 2013 R2 al lavoro:

Valutazione di alternative per un tracciato stradale:

Studio di una intersezione con ponte:

Non esitare a lasciare un commento qui sotto, se vuoi maggiori informazioni.

Buona visione!
GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2012/12/progettazione-preliminare-con-il-nuovo-modeler/

Eventi BIM per le infrastrutture

E’ ancora possibile iscriversi agli eventi, online e dal vivo, sulla progettazione BIM per le infrastrutture.

Fai clic qui per iscriverti agli eventi BIM per le infrastrutture

Sono disponibili ancora tre seminari online, ed un evento dal vivo, per apprendere in che modo è possibile  risparmiare tempo ed ottenere risultati più precisi ed affidabili nella progettazione di infrastrutture e di strade.In alcuni casi troverai il tuo affezionatissimo, in altri casi gli ottimi rivenditori qualificati Autodesk.

Il metodo BIM permette di affrontare i problemi classici della pianificazione e della progettazione: dall’analisi per la localizzazione ottimale e la riduzione dell’impatto ambientale dell’opera, alla valutazione di più alternative, dalla ricostruzione rapida di documentazione esecutiva coerente in seguito alle varianti, alla presentazione dei progetti a tutti i portatori di interessi (dagli enti alle amministrazioni pubbliche, dai committenti ai cittadini) utilizzando strumenti multimediali facilmente comprensibili anche dai non addetti ai lavori.

Puoi cominciare a farti un’idea nella pagina che Autodesk ha dedicato alla campagna Progettare pianificando.

Tutti gli eventi sono gratuiti ed indirizzati al pubblico professionale. Per partecipare è necessario solo iscriversi, e poi collegarsi via internet alla pagina che verrà indicata, con un computer dotato di casse audio.

Fai clic qui per iscriverti agli eventi BIM per le infrastrutture

Ti aspettiamo!
GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2012/11/ultimi-eventi-bim-per-le-infrastrutture/

BIM per le infrastrutture: nuovo video Autodesk

Eccoti un nuovo filmato Autodesk che illustra in modo visuale in che modo il BIM per le infrastrutture può migliorare la qualità della progettazione:

Buona visione!
GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2012/10/bim-per-le-infrastrutture-nuovo-video-autodesk/

La progettazione in tempo di crisi

Eccomi a presentarti un evento dal vivo, che si terrà martedì 30 ottobre a Bussolengo (VR).

PS: l’evento è stato spostato al 29 novembre! Puoi ancora iscriverti qui.

Si intitola:

Edilizia e Territorio: la progettazione in tempo di crisi.
Investi il tuo tempo in conoscenza ed ottimizzazione dei processi.

E’ organizzato dal Gruppo NKE, Adacad ed I&S per presentarti le soluzioni Autodesk per una gestione efficace e competitiva nella progettazione Architettonica, Topografica e Territoriale. L’evento prevede, in sale separate, dei seminari di circa 1 ora e mezza cadauno, per i quali verrà rilasciato un attestato di frequenza da presentare ai collegi per richiedere i relativi crediti formativi.

Nell’ambito di questo evento, presenterò La soluzione BIM per la progettazione preliminare ed ambientale, mostrandoti in particolare le potenzialità di AutoCAD Civil 3D ed Infrastructure Modeler.

A tutti i partecipanti, registrati entro il 25 Ottobre, verrà offerto: pranzo a buffet, un simpatico gadget ed un utile software professionale.

Leggi qui il programma completo

Puoi iscriverti subito qui

Qui le informazioni per raggiungere la sede dell’evento

Ti aspetto!

GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2012/10/la-progettazione-in-tempo-di-crisi/

La nuova versione di Infrastructure Modeler

Una bella novità.

Autodesk ha appena rilasciato una nuova versione del suo prodotto più recente ed innovativo, Autodesk Infrastructure Modeler, AIM per gli amici.
(PS: ora chiamato InfraWorks, dalla versione 2014).

Caso strano, visto che di solito le nuove versioni vengono rilasciate una volta all’anno, in primavera. Ma evidentemente la tecnologia di questo software cresce impetuosamente… La nuova versione, chiamata 2013 R2, introduce novità molto importanti negli strumenti per creare presentazioni e rendering, nel supporto degli standard e soprattutto nella condivisione dei modelli sul Web e sui dispositivi mobili.

Come ti avevo annunciato qui, AIM è un software GIS tridimensionale, per ricostruire Città Digitali 3D, per poi ambientarvi progetti preliminari, sia di tipo architettonico che di infrastrutture. Ho già scritto molti articoli su questo splendido prodotto:

Bene, dal 4 ottobre gli utenti Autodesk che hanno un contratto di manutenzione attivo (Autodesk Subscription) per Autodesk Infrastructure Modeler 2013, oppure per la Autodesk Infrastructure Design Suite 2013, che lo contiene, possono scaricare qui la versione 2013 R2 (occorre nome e password per accedere).

La nuova versione 2013 R2 introduce numerose novità importanti per presentare i progetti preliminari e produrre presentazioni di ottima qualità:

  • Migliori strumenti per creare filmati: sono stati migliorati gli strumenti per creare percorsi per la telecamera, animazioni che girano attorno al modello e video che mostrano titoli, didascalie, punti di interesse e storyboards, senza dover impiegare software di editing video.
  • Rendering più realistici: nuovi strumenti per il rendering fotorealistico, come il ray trace progressivo (solo per installazioni a 64 bit), modelli più efficaci per il cielo ed il sole, e la possibilità di creare immagini alla risoluzione desiderata.
  • Supporto degli standard aperti: ora è possibile accedere al formato standard CityGML, già utilizzato da molte municipalità in Europa per i dati delle città digitali 3D. CityGML permette di salvare l’intera struttura di una città (compresi modelli dettagliati 3D), formata da strade, reti tecnologiche e coperture in diversi livelli di dettaglio. L’aggiunta del supporto del formato CityGML permette di utilizzare dati molto più dettagliati che in precedenza.
  • Autodesk 360 Infrastructure Modeler per i dispositivi Mobili per condividere su  iPad® i modelli di infrastrutture e le alternative di progetto in ambiente Cloud, grazie ai servizi  Autodesk® BIM 360™. Tutti portatori di interessi possono essere coinvolti in modo facile e distribuito.
  • Autodesk 360 Infrastructure Modeler per il Web – La nuova applicazione Web permette a tutti coloro che non hanno Infrastructure Modeler di visualizzare i modelli di infrastrutture e le alternative di progetto grazie ad un semplice browser. In questo modo è possibile dare la più ampia visibilità alle proposte progettuali.

Per condividere i modelli sui dispositivi mobili e sul Web è necessario avere definito prima un account su Autodesk 360 Infrastructure Modeler. Segui le istruzioni che trovi sul Subscription Center qui per crearlo.

Qui puoi leggere l’annuncio in inglese sul Blog At Land’s End. Infine eccoti qui sotto un primo filmato di presentazione delle novità:

Gli altri filmati sono disponibili qui.

Bene, non resta che provarlo!
GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2012/10/la-nuova-versione-di-infrastructure-modeler/

Service Pack 1 per AutoCAD ed AutoCAD Map 3D 2013

Comunicazione di servizio.

Sono già disponibili i Service Pack 1 per AutoCAD 2013 ed AutoCAD Map 3D 2013:

Potrai installare i Service Packs su qualsiasi lingua e sistema operativo, tra quelli supportati, ma fai attenzione a scaricare quello giusto tra 32 e 64 bit.

Se non sai se il Service Pack è stato già installato, puoi controllare facilmente: avvia AutoCAD oppure AutoCAD Map 3D, fai clic sul punto interrogativo in alto a destra e scegli Informazioni su… poi controlla la versione nella finestra che ti si apre, come nell’immagine qui sotto, dove il SP1 è già installato.

L’installazione è molto semplice, basta avviare l’eseguibile che hai scaricato e tutto avviene automaticamente. Può capitare che ti venga richiesto il supporto da cui hai installato AutoCAD o AutoCAD Map 3D (DVD o USB).

Più in generale, quando hai un problema tecnico, oppure ti chiedi quali siano i sistemi operativi supportati, oppure le caratteristiche di un PC necessarie per usare un software Autodesk, puoi consultare la ricca Knowledge Base all’indirizzo www.autodesk.com/support.

Grazie Gwenael e buon download!
GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2012/10/service-pack-1-per-autocad-ed-autocad-map-3d-2013/

Installazione di Infrastructure Map Server 2013

Oggi voglio attirare l’attenzione di chi ha necessità di installare la versione 2013 di Autodesk Infrastructure Map Server.

AIMS, già noto come MapGuide, e poi MapGuide Enterprise, è il server WebGIS proposto da Autodesk per pubblicare le informazioni geografiche sul Web. E’ strettamente integrato ad AutoCAD Map 3D, con cui condivide la tecnologia FDO: questo significa che tutti i progetti GIS costruiti con AutoCAD Map 3D sono immediatamente e direttamente pubblicabili sul server AIMS con un solo comando, conservando le vestizioni, i tematismi e quant’altro.

Il cuore di AIMS resta MapGuide Open Source, disponibile qui sul sito di OSGeo, l’associazione che raccolgie i principali progetti GIS Open Source. Ma rispetto a MapGuide Open Source, AIMS aggiunge molti componenti importanti per l’uso professionale: Infrastructure Studio,  il modulo di Authoring, ed alcuni Provider FDO dedicati: quello per l’accesso a geodatabase basati su Oracle, per le immagini raster e per i modelli di settore delle reti tecnologiche: quest’ultimo proveniente da Topobase Web, che ora è incorporato in AIMS.

Grazie ad Infrastructure Studio, il modulo di Authoring contenuto in AIMS, i progetti WebGIS possono essere costruiti anche da zero, partire da qualunque fonte dati supportata, ovvero dai classici file in formato Shp di ESRI all’SDF di Autodesk, dalle immagini raster ad SQLite, dai Geodatabase personali ad ArcSDE, da SQL Server fino ad Oracle , passando naturalmente dai modelli di settore dedicati alle reti tecnologiche. Il layout del sito WebGIS può essere fortemente personalizzato, mettendo a disposizione numerosi strumenti senza dover programmare. Naturalmente i dati geografici possono essere pubblicati sul Web anche attraverso i protocolli WMS e WFS certificati da OGC, richiesti dalla direttiva europea INSPIRE: puoi leggere la procedura qui.

Bene, tornando all’installazione: l’anno scorso ho pubblicato un lungo articolo sull‘installazione di AIMS 2012 qui. La versione 2013 (puoi leggere qui le novità) mantiene una procedura molto simile, ma ho scoperto una miniera di informazioni, o meglio un grande blogger Autodesk cinese, che per fortuna scrive in inglese, Daniel Du. Daniel ha pubblicato due articoli molto interessanti sull’installazione passo per passo di AIMS 2013:

Leggi qui l’articolo sull’installazione su Windows 7 (non ufficialmente supportato, ma utile per i test).

Leggi qui l’articolo sull’installazione su Windows Server 2008.

Puoi installare AIMS in versione di prova, che ti permetterà di utilizzare il software per 30 giorni senza limitazioni.

Altrimenti, se lo hai già acquistato, al termine dell’installazione è necessario attivare la licenza. La procedura di attivazione, a differenza di quanto avviene con gli altri software Autodesk, non viene avviata automaticamente al primo avvio del software, visto che si tratta di un server. E’ necessario avviarlo manualmente.

Quindi premi il pulsante Avvio di Windows, scegli Tutti i programmi > Autodesk > Autodesk Infrastructure Map Server 2013 > Autodesk  Infrastructure Map Server Licensing Activator, poi segui la procedura guidata.

Per ogni eventualità, trovi il WikiHelp di AIMS 2013 qui.

Buona installazione!
GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2012/10/installazione-di-infrastructure-map-server-2013/