Progettare ponti con la soluzione BIM Autodesk

Ponti-BIM-IW360

Negli ultimi tempi, la soluzione BIM Autodesk ha fatto grandi passi avanti nella progettazione di Infrastrutture, come strade, ferrovie e ponti. D’altra parte, sempre di più i progettisti si stanno evolvendo dagli storici strumenti CAD in 2D, verso la nuova metodologia BIM, che permette di utilizzare modelli intelligenti 3D.

Oggi voglio darti una panoramica degli strumenti software disponibili per la progettazione di ponti, in relazione alle diverse fasi progettuali, dal preliminare all’esecutivo, al calcolo strutturale, alla ristrutturazione…

Cominciamo con la fase preliminare.

Ponti-BIM-IW360-Preliminare

Quella preliminare è una fase molto delicata, anche perchè fino a poco tempo fa non esistevano strumenti dedicati, rivolti ad aiutare il progettista a  prendere le decisioni migliori, nel contesto reale, confrontando le differenti alternative possibili. Ci si è sempre adattati, quindi, ad utilizzare gli strumenti CAD tradizionali.

Ora, come spero già sai, è disponibile Autodesk InfraWorks 360, che offre una tecnologia veramente innovativa, per progettare nel contesto reale 3D. Puoi avere a disposizione il modello 3D del terreno di qualsiasi parte del mondo, ben rivestito grazie alle ortofoto, alle strade ed al planivolumentrico degli edifici. Inoltre hai a disposizione un modulo dedicato proprio alla progettazione preliminare dei ponti, chiamato Bridge Design per InfraWorks 360, perfettamente integrato con il modulo di progettazione stradale, Roadway Design per InfraWorks 360.

All’interno del contesto reale 3D, ed a partire dal profilo plano altimetrico della strada o della ferrovia, puoi definire rapidamente le caratteristiche del ponte, come la sua lunghezza, il numero di pilastri, perfino le caratteristiche delle travi, scegliendole da cataloghi predefiniti. Dal preliminare del ponte puoi già ottenere una prima valutazione quantitativa dei materiali necessari. Puoi valutare facilmente più alternative, confrontandole tra loro.

Ponti-BIM-IW360-Preliminare-Travi

Trovi maggiori informazioni sulla fase preliminare qui sul sito Autodesk ed il mio articolo su questo Blog qui. Per vedere InfraWorks 360 dal vivo, guarda il seminario online sulla progettazione di strade e ponti qui.

Bene, una volta scelta l’alternativa migliore e definito il preliminare, InfraWorks 360 permette di passare tutte le informazioni geometriche 3D ad AutoCAD Civil 3D, che offre sia il ben noto ambiente CAD, sia gli strumenti per la progettazione BIM di infrastrutture.

Passiamo quindi alla fase esecutiva

AutoCAD Civil 3D, grazie alla Infrastructure Design Suite in cui è contenuto, mette a disposizione a sua volta un modulo dedicato: Bridge Module per AutoCAD Civil 3D, che permette anche di collaborare con Autodesk Revit Structure, un altro componente importante contenuto nella Suite.

2015-ProfiloPonti

Sempre a partire dal tracciato stradale o ferroviario, e dal profilo plano altimetrico, Bridge Module permette di creare il ponte come solido 3D, e di passarne la geometria a Revit Structure: quest’ultimo si occupa della parte strutturale di ogni componente: travi, spalle, appoggi, pile. tutte le modifiche eventualmente rese necessarie in questa fase possono essere trasferite automaticamente al modello presente in AutoCAD Civil 3D.

AutoCADCivil3D-BridgeDesign-Bearing

Trovi maggiori informazioni sulla fase esecutiva in questo articolo del Blog, oppure guarda il filmato qui sotto.

Bene, ma per il calcolo strutturale?

Da Revit Structure hai la possibilità di passare tutte le informazioni necessarie ad Autodesk Robot Structural Analysis Professional.

Oppure, puoi utilizzare uno strumento pensato appositamente per i ponti: si chiama Autodesk Structural Bridge Design, per gli amici SBD.

Nato dall’acquisizione di Sam di Bestech Systems, offre una soluzione integrata, dedicata agli Ingegneri impegnati nella progettazione di ponti da piccola a media campata. Con i vantaggi legati all’integrazione del carico, dell’analisi e la verifica completa del codice per mantenere la coerenza dei dati e del contesto.

StructuralBridgeDesign-Ponte

SBD si occupa di tre compiti differenti:

  • La progettazione delle travi
  • La progettazione delle sezioni
  • L’analisi della struttura del ponte

Inoltre SBD è conforme a molte differenti normative, come  Eurocode (compresi diversi allegati nazionali), AASHTO, BS5400 e DMRB, produce rapporti di calcolo basati sulle normative pertinenti, facili da comprendere.Mette a disposizione potenti strumenti per l’ottimizzazione del carico, si interfaccia con AutoCAD.

Permette quindi di seguire un flusso di lavoro efficiente per l’analisi strutturale e la progettazione dei ponti, sia nel caso di modelli semplici che di modelli complessi.

StructuralBridgeDesign-Appoggi

Ma se il ponte esiste già ed è necessario ristrutturarlo?

In questo caso ci viene in aiuto una tecnologia estremamente interessante, ed in rapido sviluppo: quella del rilievo laser scanner. Il rilievo naturalmente va affidato a professionisti, ma è importante sapere che la nuvola di punti così ottenuta viene gestita e preparata all’uso grazie ad Autodesk Recap Pro. Dopodichè il rilievo è disponibile per essere utilizzato all’interno di AutoCAD Civil 3D ed Autodesk InfraWorks 360, con i quali puoi realizzare le belle cose di cui ti ho scritto finora. Maggiori informazioni in lingua inglese qui.

Guarda il video qui sotto per vedere un esempio.

Per maggiori informazioni trovi qui la pagina ufficiale Autodesk per Structural Bridge Design, oppure Leggi qui l’articolo di presentazione di SBD sul Blog Autodesk dedicato alle novità, infine guarda qui i video che descrivono le funzionalità di SAM, il prodotto da cui deriva il nuovo Structural Bridge Design.

Buona progettazione di ponti!
GimmiGIS

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2015/01/progettare-ponti-con-la-soluzione-bim-autodesk/