Tag: Novità 2014

Presentare un impianto industriale in 3D

Le applicazioni di InfraWorks sono potenzialmente molto vaste: anche in campo industriale.

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2014/01/presentare-un-impianto-industriale-in-3d/

BIM per la simulazione del traffico

AzalientSoftware

Pochi giorni fa, il 4 dicembre, nel corso di Autodesk University, è stato reso pubblico un nuovo importante annuncio di acquisizione di tecnologia nel campo del BIM per le Infrastrutture.

Si tratta, questa volta, della tecnologia della società inglese Azalient, autrice di Commuter, un software che permette di modellare e simulare le persone che viaggiano da un luogo all’altro in qualsiasi modo: a piedi, in bicicletta, in auto, in treno, in taxi, in tram, in autobus e così via.

Il suo scopo è quello di supportare progettisti e pianificatori nel campo dei trasporti nel comprendere il costo e la durata di ogni spostamento, prevedere la domanda futura di trasporto, verificare l’efficienza ed i benefici di ogni progetto di modifica e miglioramento del sistema, gestire le interruzioni dovute a lavori in corso ed a nuovi progetti. Maggiori informazioni qui.

Qui sotto un video del canale YouTube di Azalient.

Bene, è un’ottima notizia, mi aspetto che in breve tempo questa acquisizione porti a novità interessanti in casa Autodesk, come è appena avvenuto con il rilascio di Autodesk Vehicle Tracking, che ho trovato delizioso nella progettazione di rotatorie stradali, ed il rilascio di Structural Bridge Design.

Non mancherò di informarti appena ci saranno novità!

Per approfondire puoi leggere:

Qui l’annuncio dell’acquisizione Autodesk sul sito Azalient

Qui il comunicato Autodesk completo sulle ultime novità BIM

Qui l’intervista “Il mondo ha bisogno di infrastrutture BIM” 

A presto!
GimmiGIS

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2013/12/bim-per-la-simulazione-del-traffico/

Nuovo modulo BIM per la progettazione di ponti

StructuralBridgeDesignLogoMedio2

E’ stagione di rilascio di nuovi prodotti Autodesk per le infrastrutture…

Del resto le acquisizioni che ti avevo descritto in questo articolo hanno dato i loro frutti. Prima con il rilascio di Autodesk Vehicle Tracking, ottimo per la progettazione di rotatorie stradali, come hai visto qui, e non solo. Ora con il rilascio di Autodesk Structural Bridge Design, per gli amici SBD.

In sostanza, Autodesk Structural Bridge Design offre una soluzione integrata, dedicata agli Ingegneri impegnati nella progettazione di ponti da piccola a media campata.  Con i vantaggi legati all’integrazione del carico, dell’analisi e la verifica completa del codice per mantenere la coerenza dei dati e del contesto.

SBD si occupa di tre compiti differenti:

  • La progettazione delle travi
  • La progettazione delle sezioni
  • L’analisi della struttura del ponte

StructuralBridgeDesign-Ponte

Inoltre SBD è conforme a molte differenti normative, come  Eurocode (compresi diversi allegati nazionali), AASHTO, BS5400 e DMRB, produce rapporti di calcolo basati sulle normative pertinenti, facili da comprendere.

Mette a disposizione potenti strumenti per l’ottimizzazione del carico, si interfaccia con AutoCAD.

Permette quindi di seguire un flusso di lavoro efficiente per l’analisi strutturale e la progettazione dei ponti, sia nel caso di modelli semplici che di modelli complessi.

Guarda qui i video che descrivono le funzionalità di SAM, il prodotto da cui deriva il nuovo Structural Bridge Design (grazie Ivan).

Per maggiori informazioni:

Vai alla pagina ufficiale sul sito Autodesk

Leggi qui l’articolo di presentazione di SBD sul Blog Autodesk dedicato alle novità

Alla prossima!
GimmiGIS

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2013/12/nuovo-modulo-bim-per-la-progettazione-di-ponti/

Nuove funzionalità per AutoCAD Civil 3D 2014

autocad-civil-3d-2014-badge-350px

Pochi giorni fa è stato pubblicato sul Subscription Center, il portale riservato per i clienti Autodesk che hanno un contratto di manutenzione (Subscription) attivo, un nuovo set di miglioramenti per AutoCAD Civil 3D 2014.

Si tratta di AutoCAD® Civil 3D 2014 Productivity Pack 1.
Ti ricordo che per accedere al Subscription Center è necessario avere un account valido.

Il nuovo Productivity Pack 1 propone queste nuove funzionalità:

  • AutoCAD Civil 3D Export Drawing: questa nuova utilità consente agli utenti di esportare un progetto di AutoCAD Civil 3D nei formati .DWG  di AutoCAD o .DGN  di MicroStation. Gli utenti possono controllare quali carte e layout verranno esportati, nonché in che modo verranno gestiti gli xrif.
    • I modelli e le etichette di Civil 3D vengono convertiti in entità di base e salvati in formato .DWG o .DGN.
    • I layout di AutoCAD possono essere esportati in formato DWG di AutoCAD.
    • Inoltre, gli utenti possono scegliere di esportare lo spazio modello oppure una selezione di layout nel formato .DWG di AutoCAD.
  • Possibilità di visualizzare le parti delle reti di condotte a gravità come sezioni reali (con un aspetto sezionato) nelle sezioni di AutoCAD Civil 3D.
  • Possibilità di includere le reti di condotte in pressione in Autodesk® Vault.
  •  Inclusione del comando AutoCAD Set Location nel riquadro degli strumenti di AutoCAD Civil 3D.  Questo comando è presente per default in AutoCAD Civil 3D, ma non viene visualizzato nella barra multifunzione. Il comando è stato aggiunto al riquadro degli strumenti per agevolare gli utenti di AutoCAD Civil 3D.

Per maggiori dettagli e l’installazione puoi leggere qui sotto il Readme in italiano (grazie, Autodesk 360…):

Se hai un contratto Autodesk Subscription attivo per AutoCAD Civil 3D o per la Infrastructure Design Suite (Premium o Ultimate), Fai clic qui per scaricare il Productivity Pack 1 per AutoCAD Civil 3D 2014.

Buon download!
GimmiGIS

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2013/12/nuove-funzionalita-per-autocad-civil-3d-2014/

Progettazione di rotatorie stradali in 3D

Bene, come ti ho annunciato qui, dai primi di novembre è disponibile un nuovo modulo BIM  per la progettazione di infrastrutture di trasporto, chiamato Autodesk Vehicle Tracking, per gli amici AVT.

L’ho installato sul mio AutoCAD Civil 3D: A questo proposito, fai attenzione alla licenza: se installi la versione di prova, che funziona senza problemi per 30 giorni, assicurati di farlo su di un AutoCAD, o meglio su di un AutoCAD Civil 3D con licenza singola (SLM). Se invece usi Civil 3D con licenza di rete, assicurati di usare lo stesso tipo di licenza per AVT.

Detto questo, l’ho messo subito alla prova, in particolare nella progettazione di rotatorie stradali: In 3D, naturalmente.

Devo dire che mi aspettavo un software di nicchia, un po’ complicato, magari solo in lingua inglese… E invece no. Utilizzandolo, mi sono imbattuto in diverse piacevoli sorprese, sia per la lingua che per le normative, che per la semplicità nella progettazione, integrata con i modelli intelligenti BIM messi a disposizione da Civil 3D.

Ma andiamo per ordine.

La prima bella sorpresa è che Autodesk Vehicle Tracking è disponibile in lingua italiana. Come puoi vedere dall’immagine della Barra multifunzione qui sotto, spezzata in due per motivi di spazio. Durante l’installazione non viene chiesto nulla: AVT sceglie automaticamente la stessa lingua del sistema operativo.

La seconda bella sorpresa: è già disponibile la normativa italiana per le strade. L’ho notato subito, perchè appena ho provato a fare clic sul bottone “Nuova rotonda” si è aperta una scheda dove ho letto: “British Junction Design Standards“, e vabbé, visto che lo hanno sviluppato in Gran Bretagna… “Danish Junction Design Standards“, ma pensa perfino i danesi… “Generic Roundabout Standard“, ecco, almeno ci sono gli standard generici… E poi mi è caduto l’occhio su Italian Junction Design Standards” e lì sono rimasto di sasso.

Appena nato e già ben localizzato. Ottimo!

E’ andata ancora meglio quando ho iniziato a progettare una rotatoria. Soprattutto se si lavora all’interno di Civil 3D, che mette a disposizione gli strumenti per ricostruire dal rilievo la superficie del terreno esistente, e per disegnare correttamente i tracciati stradali.

Ho utilizzato un DWG di AutoCAD Civil 3D dove erano già presenti:

  • La Superficie 3D, restituita dal rilievo del terreno esistente
  • Due tracciati stradali, disegnati con gli appositi strumenti di Civil 3D, che formano una intersezione.

Vehicle-Tracking-TracciatiStradali

A questo punto bastano pochi clic, per selezionare lo standard italiano, dare un nome ed una descrizione alla rotatoria, posizionare il suo centro all’intersezione dei due tracciati ,ed infine selezionare i quattro rami che convergono sull’intersezione. Ed il gioco è fatto!

Ed il bello è che viene creato anche il modellatore di Civil 3D (Corridor in inglese), quindi la rotatoria è un modello intelligente BIM.

E come tutti i modelli intelligenti BIM è facilmente modificabile: in primo luogo grazie ai Grips intelligenti, che permettono di spostare la rotatoria, oppure un suo braccio in modo intuitivo.

Ma naturalmente una rotatoria è un oggetto complesso, Ecco quindi a disposizione una finestra molto articolata per modificare tutti i parametri possibili, con valori esatti, ed anche di posizionare gli attraversamenti pedonali, la segnaletica orizzontale e verticale, effettuare l’analisi di di visibilità e di ingombro dei veicoli e così via. Mica male direi…

Bene, per essere un primo assaggio direi che Autodesk Vehicle Tracking ha già dato delle notevoli soddisfazioni…
Prossimamente, pubblicherò altri articoli sulle funzionalità di Autodesk Vehicle Tracking, che vanno ben oltre quanto visto finora.

PS: trovi qui una nota importante del Supporto Autodesk relativa alla licenza singola o di rete di AVT (gennaio 2014)

Per approfondire il tema della progettazione stradale con la soluzione Autodesk puoi leggere anche:

Nuovo modulo BIM per le infrastrutture di trasporto

Verifica di un ponte con ReCap ed InfraWorks

Progettazione stradale BIM: Roadway Design

Roadway Design per InfraWorks 360 Pro

Arrivederci alla prossima!
GimmiGIS

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2013/11/progettazione-di-rotatorie-stradali-in-3d/

Spazio al fiume!

Ecco un altro video molto interessante realizzato con Autodesk InfraWorks 2014.

Si tratta di un progetto realizzato da iNFRANEA per la città di Nijmegen in Olanda, rivolto a modificare il corso del fiume Waal per prevenire future inondazioni (ti ricorda qualcosa?). Si prevede di spostare una diga e di realizzare un canale ausiliario nella piana alluvionale.

iNFRANEA ha vinto il secondo premio Autodesk Excellence in Infrastructure 2013, grazie all’applicazione di un processo BIM per creare un modello integrato per l’intero progetto, che comprende dragaggi e movimenti di terra, giochi d’acqua, tre ponti ed interventi speciali a causa di bombe inesplose durante la seconda guerra mondiale.

La premiazione avverrà in dicembre durante Autodesk University 2013.

Buona visione!
GimmiGIS

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2013/11/spazio-al-fiume/

Nuovo modulo BIM per le infrastrutture di trasporto

Dal 7 novembre è disponibile un nuovo modulo BIM per la progettazione di infrastrutture di trasporto.

Si tratta di Autodesk Vehicle Tracking, per gli amici AVT, che permette l’analisi e la progettazione BIM di strade, rotatorie, intersezioni, parcheggi, metropolitane leggere ed aeroporti. Si tratta della evoluzione di quanto ti avevo scritto qui, ovvero l’acquisizione da parte di Autodesk di Savoy Computing.

Il nuovo modulo, riunisce tutte le funzionalità dei diversi moduli di AutoTrack di Savoy per le strade, le ferrovie, gli aeroporti, le intersezioni e le rotatorie, i parcheggi, i controlli ed il disegno di veicoli speciali. E’ disponibile per AutoCAD, AutoCAD Map 3D, AutoCAD Architecture ed altri applicativi di AutoCAD, sia 2013 che 2014, ma trova il suo impiego ideale all’interno di AutoCAD Civil 3D (2013 e 2014), la soluzione per la progettazione BIM di infrastrutture, grazie alla stretta integrazione con i suoi modelli intelligenti.

Una buona notizia: AVT è già disponibile anche in lingua italiana.

Autodesk Vehicle Tracking permette di progettare in base a criteri, come l’ingombro e le caratteristiche dei veicoli (dalle auto agli autoarticolati, dalle metropolitane leggere agli aeroplani) la loro velocità, la visibilità del percorso, i costi del lavoro e dei materiali ed altro ancora.

AVT Mette a disposizione strumenti per:

  • Facilitare la progettazione di rotatorie ed intersezioni in 3D.
    Finalmente le rotatorie sono a portata di mano per tutti!
  • Realizzare animazioni di veicoli in 3D, per la verifica del corretto dimensionamento del progetto.
  • Visualizzare ed analizzare i movimenti dei veicoli, dagli autoarticolati alle metropolitane leggere…
    Fino agli aeroplani.
  • Confrontare modelli 3D alternativi di rotatorie, intersezioni e parcheggi in base ai requisiti di sicurezza

Questo nuovo modulo rappresenta un altro importante passo avanti nella progettazione BIM di infrastrutture di trasporto, dove Autodesk sta investendo molto, come ci ha confermato Dave Rhodes nella sua recente intervista qui.

Ti ricordo, infatti, il rilascio quest’estate del modulo Autodesk Roadway Design per InfraWorks 360: guarda per i video che lo presentano qui.

Per approfondire trovi altre risorse in lingua inglese:

Articolo di lancio sul Blog Autodesk dedicato alle novità

Pagina ufficiale di Vehicle Tracking sul sito Autodesk

Scarica la versione di prova di Vehicle Tracking

Una nota importante sulle licenze singole o di rete per AVT (gennaio 2014)

Buona progettazione!
GimmiGIS

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2013/11/nuovo-modulo-bim-per-infrastrutture-trasporto/

Progettazione stradale BIM: Roadway Design

Creare intersezioni stradali in base al tipo di veicolo, con Roadway Design per InfraWorks 360 Pro

Eccoti quattro video importanti, che mostrano un modo nuovo di progettare le strade, grazie ad una tecnologia molto avanzata, basata sul software più innovativo rilasciato da Autodesk negli ultimi anni

Si tratta di InfraWorks 360 Pro, che grazie al suo nuovo modulo Roadway Design permette di rivoluzionare la progettazione stradale, soprattutto nella sua fase preliminare. Permette ai progettisti di utilizzare modelli intelligenti e facili da creare, secondo il metodo BIM, di creare e confrontare facilmente più alternative e di ottimizzare le prestazioni del progetto, grazie a funzionalità e servizi Cloud dedicati.

Visto che le immagini trasmettono molto meglio i concetti, eccoti i quattro video:

1. Progettazione stradale basata sul contesto

2. Progettazione intersezioni stradali

3. Analisi di visibilità in curva

4. Creazione della documentazione esecutiva grazie ad AutoCAD Civil 3D

Come al solito, grazie Gwenael!
Buona visione
GimmiGIS

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2013/10/video-roadway-design-per-infraworks-360-pro/

Service Pack 1 per AutoCAD Civil 3D 2014

Comunicazione di servizio.

E’ disponibile il Service Pack 1 per AutoCAD Civil 3D 2014.
Puoi leggere qui il Readme in italiano con l’elenco dei problemi risolti.

Puoi installare il Service Pack 1 per AutoCAD Civil 3D 2014 su qualsiasi lingua e sistema operativo, fai attenzione a scaricare quello giusto tra le versioni a 32 e 64 bit. Il Service Pack 1 contiene i Service Pack e gli HotFix precedenti, così come il Service pack 1 di AutoCAD 2014 e di AutoCAD Map 3D 2014: ti basta quindi una sola installazione per aggiornare il software.

L’installazione è molto semplice, basta avviare, come amministratore, l’eseguibile che hai scaricato e tutto avviene automaticamente.

Se non sai se il Service Pack è stato già installato, puoi controllare facilmente: avvia AutoCAD Civil 3D, poi fai clic sul punto interrogativo in alto a destra e scegli Informazioni su… Controlla la versione nella finestra che ti si apre.

Se ti interessa il Service Pack 1 per AutoCAD 2014 leggi qui.

Se ti interessa il Service Pack 1 per AutoCAD Map 3D 2014 leggi qui.

Buona installazione!
GimmiGIS

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2013/10/service-pack-1-per-autocad-civil-3d-2014/

Guarda il seminario sulle città digitali BIM


Stamattina il seminario online sulle città digitali è andato molto bene.

Partecipanti molto numerosi, come le domande al termine, a confermare l’interesse per la nuova tecnologia BIM che ho presentato, quella di InfraWorks 360 Pro.

Fai clic qui per vedere (ed ascoltare) la registrazione del seminario sulle città digitali

Questa l’agenda che ho seguito:

  • Costruzione di città digitali 3D utilizzando fonti CAD, GIS, LiDAR, BIM ed OpenGeoData.
  • Progettazione architettonica e di infrastrutture in 3D.
  • Studio delle alternative.
  • Presentazione del progetto grazie a rendering, filmati e pubblicazione sul Web.
  • Nuova formula di acquisto a noleggio.

Dopo la presentazione iniziale ho mostrato il software dal vivo, costruendo rapidamente una città digitale utilizzando OpenGeoData, dove ho abbozzato un progetto architettonico una nuova strada. Poi ho approfondito le potenzialità nella progettazione BIM, confrontando più alternative architettoniche e tracciando una strada in 3D, per poi mostrarne il profilo e la livelletta, che può essere modificata dinamicamente, controllando subito il risultato nel modello. La creazione di un filmato che percorre la strada è immediata, così come è molto facile creare filmati a partire da immagini chiave. Infine i modelli ed i filmati possono essere pubblicati in Internet e sui dispositivi mobili come gli iPad, per permettere a chiunque di visualizzarli.

Puoi vedere (ed ascoltare) tutto il seminario facendo clic qui

Se ti capita di passare A Smart City Exibition a Bologna nei prossimi tra giorni, vieni a trovarmi al padiglione 31, stand 10A: maggiori informazioni qui.

A presto!
GimmiGIS

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2013/10/guarda-il-seminario-sulle-citta-digitali/