La nuova tecnologia BIM per la progettazione dei ponti, ed il ponte verso il GIS

Da qualche giorno è disponibile un nuovo aggiornamento di Autodesk InfraWorks, chiamato 2019.2, che introduce nuove importanti potenzialità per la progettazione BIM dei ponti, e consolida e migliora un altro ponte, quello verso il GIS.

E dire che sono passati solo due mesi dall’ultimo aggiornamento…

Questa tecnologia giunge al momento giusto in Italia, dove, sui ponti c’è davvero molto da fare.
Puoi iscriverti qui alla Webcast Autodesk del 3 ottobre a cura del portale per l’ingegneria civile.
Intanto vediamo le novità nel dettaglio…

PS: ora ho aggiunto i video YouTube che illustrano le novità.


Video YouTube sugli oggetti per i ponti

Oggetti generici per i ponti: questo nuovo tipo di oggetto parametrico consente di aggiungere componenti più liberamente rispetto a quelli classici: pile, travi, spalle e fondazioni.

Gli oggetti generici possono essere posizionati in modo molto preciso perché sono collegati ad un’entità del ponte e possono avere diversi ruoli: oggetto punto specifico, rafforzando la struttura tra le travi, o struttura completa come archi o stralli nel caso di ponti speciali.

Gli oggetti generici possono essere utilizzati anche per modellare le attrezzature di cantiere o di manutenzione, per illustrare particolari fasi di costruzione come l’installazione di scatole di calcestruzzo prefabbricate.

Video YouTube su ArcGIS Connector

ArcGIS Connector  è stato promosso da anteprima a versione definitiva. Grazie ad ArcGIS Connector InfraWorks accede ai preziosi dati di ArcGIS Online, per utilizzarli all’interno dei suoi modelli, che ti permettono di ricostruire in modo realistico il contesto tridimensionale sul quale progettare le infrastrutture oppure ambientare le nuove costruzioni.

Il flusso di lavoro è stato migliorato: ora è possibile visualizzare in anteprima e selezionare con maggiore precisione i dati GIS che si desidera sfruttare, ed il processo è ancora più veloce.

Video YouTube sull’interfaccia BIM 360 all’interno di InfraWorks

Inoltre è stata migliorata l’interfaccia verso BIM 360.

Le origini dati di un modello InfraWorks ora sono condivisibili su BIM 360 tramite Desktop Connector. Ciò consente ai diversi membri del team di sfruttare risorse comuni, riconfigurarle, aggiornarle. È lo strumento Desktop Connector che gestisce il collegamento tra i dati memorizzati sulla piattaforma BIM 360 e l’immagine locale. Quando si configurano i dati, si scoprirà che i percorsi rimangono locali.

Video YouTube sulla nuova pagina Home di InfraWorks

Infine miglioramenti alla finestra Home per la gestione dei modelli: ora è molto più semplice gestire i modelli e la connessione con BIM 360, per l’apertura del modello in InfraWorks o BIM 360, la copia del modello offline di BIM 360, la cancellazione del modello di cache locale senza influire sul modello BIM 360.

Bene, per scaricare l’aggiornamento 2019.2 di InfraWorks, controlla prima di tutto la tua fedele Autodesk App.

Potrai installare direttamente l’aggiornamento sulla tua versione 2019.0 o 2019.1, senza disinstallare InfraWorks.

Attenzione: come l’aggiornamento 2019.1, questo aggiornamento non è scaricabile dal tuo Autodesk Account. Devi per forza utilizzare Autodesk App.

Per approfondire le novità di InfraWorks 2019.2:

Infine, sulle versioni precedenti di Autodesk InfraWorks e del suo fedele compagno Civil 3D puoi leggere:

Buon aggiornamento 2019.2!
Giovanni Perego

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2018/09/la-nuova-tecnologia-bim-per-la-progettazione-dei-ponti-ed-il-ponte-verso-il-gis/