«

»

Apr 19 2018

Eccoti la coppia vincente BIM per le infrastrutture: Civil 3D 2019 ed InfraWorks 2019

Finalmente i progetti di infrastrutture sono pubblicabili nel Large Model Viewer di BIM 360

Dalla scorsa settimana sono disponibili le nuove versioni 2019 di Civil 3D, che da ora sì chiama proprio così, perdendo il prefisso AutoCAD, e di InfraWorks.

Se hai un abbonamento attivo, puoi già scaricarli dal portale Autodesk Account in tutte le lingue, compreso l’italiano. Ma fai attenzione: se hai più prodotti, per esempio perchè hai una AEC Collection, visto che appaiono in ordine alfabetico, Civil 3D lo trovi più in basso… 🙂

Belle e numerose le novità: il primo aspetto che voglio davvero sottolineare, sta nella piena integrazione con BIM 360, che a sua volta sta crescendo velocemente: l’ambiente per la condivisione dei dati e la progettazione in Cloud.

Grazie alla viste condivise puoi pubblicare facilmente in Cloud i tuoi modelli di  Civil 3D ed InfraWorks, anche senza adottare la soluzione BIM 360: basta un account Autodesk. Qui a Copenaghen, dove sto seguendo l’evento Autodesk sulle novità, sto già vedendo cose spettacolari… 🙂

Un altro passo avanti molto importante di InfraWorks 2019 sta nell’uso di modelli completamente parametrici per strade, ponti,, ed ora finalmente anche tunnel. I componenti di questi modelli possono essere trovati in libreria e personalizzati grazie ai loro parametri, ma se te ne occorre uno diverso lo puoi disegnare con Inventor, indicando i parametri che desideri, ed inserirlo nella libreria, a tua disposizione.

Come già da in passato, i ponti possono essere inviati a Revit per proseguire nella progettazione strutturale definitiva ed esecutiva, ma con la versione 2019 l’integrazione è dinamica: puoi aggiornare un modello già trasferito a Revit con le modifiche che hai introdotto in InfraWorks successivamente al trasferimento.

L’ottima ricaduta di quanto detto prima sta nel fatto che quando trasferisci il progetto di strada a Civil 3D 2019, ottieni il modellatore, pronto per essere impiegato per la progettazione definitiva ed esecutiva. Fantastico.

Il contrappasso sta nella scomparsa delle strade di progettazione (Design Roads), e quindi nell’uso degli stili che ci erano stati molto utili, soprattutto in campo ferroviario. Ci toccherà disegnare i componenti ferroviari con Inventor… 🙂

Attenzione: quando converti un modello di InfraWorks alla versione 2019, tutte le strade di progetto vengono convertite automaticamente in strade a componenti (Component Roads).

Miglioramenti grafici sono stati introdotti in InfraWorks 2019 nella rappresentazione delle curve di livello, visibili in base alla distanza e con notevoli miglioramenti nelle prestazioni.

Civil 3D 2019 vede importanti miglioramenti nella definizione dei profili. Ora è possibile definire un nuovo tipo di curva verticale fissa nella vista profilo, specificando un punto superiore oppure inferiore. In questo modo puoi disegnare il tuo profilo a partire da un punto fisso specifico, per esempio a causa di un vincolo, e qual punto controllerà il progetto dell’intero profilo.

Un’altro miglioramento di Civil 3D 2019 sta nel supporto dell’inclinazione nei componenti ferroviari. I componenti (Subassembly) creati con Subassembly Composer, un piccolo ma importante software aggiuntivo di Civil 3D, ora leggono l’inclinazione, o sopraelevazione, calcolata lungo il tracciato, permettendo di creare modellatori (Corridor) molto più precisi.

Molto interessanti gli strumenti di produttività introdotti con Civil 3D 2019.

Ora puoi comparare due carte per evidenziare in modo grafico le differenze, e salvare le differenze in una terza carta. Quando si hanno differenti versioni dello stesso progetto, anche questo permette di risparmiare molto tempo.

Inoltre, grazie ad  Autodesk Batch Save Utility, puoi aprire e salvare nella versione più recente tutte le carte (Dwg)  modelli di carte (Dwt) in un colpo solo. E puoi aggiungere operazioni di controllo e pulizia: Elimina (Purge) e Verifica (Audit). Anche questo ti permette di risparmiare molto tempo.

Bene, se vuoi approfondire, puoi guardare la Webcast registrata il 18 aprile da Dave Simeone e Sarah Cunningham di Autodesk e disponibile in Autodesk Civil Engineering Community Center: fai clic qui oppure sull’immagine qui sopra.

PS: ai primi di maggio è comparsa su YouTube la Playlist con i video sulle novità di Civil 3D 2019.

Oppure puoi leggere:

Infine, sulle ultime versioni precedenti alla 2019 puoi leggere questi miei articoli:

Buon aggiornamento 2019 e saluti da Copenaghen!
Giovanni Perego