Categoria: GIS

GIS, BIM ed IoT per le infrastrutture

Prosegue la pubblicazione di articoli gentilmente proposti dai rivenditori a valore aggiunto di Autodesk.
Oggi l’ing. Costantino Manes, BIM Consultant & Construction Specialist, responsabile Progetti Speciali di Systema srl ci presenta una esperienza importante nella progettazione per le infrastrutture. Se vuoi saperne di più su Systema e l’implementazione di progetti BIM fai clic qui.

La crescente adozione del processo BIM (Building Information Modeling) in ambito privato e pubblico, ed il rinnovato interesse del legislatore per l’adozione delle nuove tecnologie digitali, rende sempre più impellente l’esigenza di un cambio di marcia anche nelle tecnologie GIS (Geographic Information System).

La progettazione BIM nelle infrastrutture spesso si scontra con la presenza di dati geografici non sempre rispondenti alle stringenti tolleranze esecutive.

Pertanto, cresce sempre di più l’esigenza di collegare questi due domini tecnologici, il BIM da una parte e il GIS dall’altra, che pur avendo gradi di maturità diversi devono necessariamente coesistere e interoperare al fine di governare non solo il processo di progettazione con maggiore efficacia e qualità, ma anche e soprattutto il processo costruttivo e manutentivo delle opere.

Da un punto di vista puramente ontologico gli universi insiti negli acronimi BIM e GIS sono ancora tutti da esplorare, standardizzare e rendere pienamente interoperabili. Gli stessi data base che descrivono tali universi sono da unificare, così che i dati possano transitare da una fonte all’altra senza perdite considerevoli.

Crediamo che questa sia la sfida reale del prossimo futuro e le tecnologie in qualche modo dovranno tenerne conto, a maggior ragione se si pensa di connettere tali modelli di dati agli apparati reali, mediante lo scambio di misure rilevate sul campo, dando quindi evidenza di un’altra necessità crescente legata ad un ulteriore dominio: quello del IoT (Internet of Things).

L’unione di questi tre elementi sarà la vera rivoluzione digitale: BIM+GIS+IoT daranno magari luogo ad un nuovo acronimo, a nuovi formati interoperabili o semplicemente alla possibilità di scambiare informazioni con i protocolli esistenti mediante procedure di trasduzione.

L’adozione crescente delle tecnologie hardware e software e la crescente esigenza di interoperabilità tra dati grafici e non grafici, darà luogo ad uno sviluppo esponenziale delle attuali tecnologie e delle possibilità da esse offerta.

Questo perché a parer nostro siamo in procinto di oltrepassare la curva dell’entusiasmo: ora sono le esigenze della Committenza ed il desideratum a spingere lo sviluppo della tecnologia e in generale delle competenze professionali in ambito digitale.

Nell’ottica di aumentare il controllo del progetto, la sostenibilità dello stesso e infine i consumi derivanti dalla conduzione e dalla manutenzione, sarà necessario raguardare elementi di congiunzione tra diverse tecnologie.

Il progettista stesso – così come il costruttore e l’ente di gestione delle infrastrutture – sta migrando verso una formazione sempre più diretta alla gestione dei dati e non solo alla produzione di essi, ed è sempre più frequente la domanda di figure professionali che abbiano competenze nel coding o che non disdegnino la formazione in discipline spesso più legate all’information tecnology che alla pura professione ingegneristica disciplinare.

Nel prossimo futuro ci aspettiamo una maggior competenza degli operatori anche su temi riguardanti la gestione digitale dei progetti, ma questo avverrà senza incorrere in grosse difficoltà, proprio perché l’adozione crescente delle tecnologie sopra citate fa si che aumenti anche la semplicità di utilizzo senza snaturare la specifica professione.

Clic qui per maggiori informazioni su Systema e sui servizi BIM e di digitalizzazione per il settore Architettura, Ingegneria e Costruzioni

Grazie Costantino, grazie Systema. alla prossima!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/10/gis-bim-ed-iot-per-le-infrastrutture/

Ti presento GeoBIM: un importante passo avanti nella collaborazione tra BIM e GIS, ora in Cloud

L’accordo di collaborazione tra Autodesk ed Esri, lanciato nel 2017, ha già portato ad importanti risultati nell’integrazione tra BIM e GIS, che ho seguito attentamente e presentato in questo Blog.

Come ad esempio ArcGIS Connector per Autodesk InfraWorks, seguito in breve tempo da ArcGIS Connector per Civil 3D.

Una tecnologia davvero innovativa, che permette ai due software Autodesk di connettersi ad ArcGIS Online per scaricare dati geografici utili per i progetti BIM, e viceversa: i dati BIM aggiornati possono essere caricati in ArcGIS online per aggiornare il database GIS.

Nei giorni scorsi è stato annunciato un altro passo importante: ArcGIS GeoBIM, una nuova applicazione di collaborazione tra BIM e GIS, che metterà in collegamento ArcGIS di Esri con la piattaforma Autodesk Construction Cloud.

Quindi la collaborazione tra BIM e GIS si evolve: sviluppata in un primo tempo da Desktop a Cloud, sarà disponibile da Cloud a Cloud.

Un’altra novità è che dopo questo lancio verrà resa disponibile una nuova offerta commerciale congiunta che comprende ArcGIS GeoBIM ed Autodesk BIM Collaborate Pro.

Grazie a questa nuova offerta potrai costruire progetti per esplorare le informazioni di un progetto BIM in un contesto geospaziale, tramite applicazioni Web specifiche per ogni attività.

Progetti che permetteranno agli operatori BIM e GIS di lavorare meglio insieme, migliorare le conoscenze e ridurre al minimo i rischi durante il ciclo di vita di un progetto.

Per capire meglio, puoi guardare qui sotto Anthony Enteria di Esri presentare ArcGIS GeoBIM:

Bene, sono convinto che questa soluzione aprirà molte nuove prospettive per gli operatori BIM e GIS.

Se vuoi approfondire:

Buona collaborazione tra BIM e GIS!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/10/ti-presento-geobim-un-importante-passo-avanti-nella-collaborazione-tra-bim-e-gis-ora-in-cloud/

Novità BIM e GIS all’One Team User Meeting del 28 ottobre: sono aperte le iscrizioni

Prosegue la pubblicazione di articoli gentilmente proposti dai rivenditori a valore aggiunto di Autodesk.
Oggi One Team ci presenta il suo User Meeting 2021 per il settore AEC, Architecture, Engineering and Construction, che si terrà il 28 ottobre online.

La crescente collaborazione tra la metodologia BIM e gli strumenti GIS rappresenta un aiuto molto importante per la gestione consapevole e sostenibile della trasformazione del territorio.

La sinergia tra le soluzioni software di Autodesk ed Esri, fornisce un flusso continuo di informazioni tra la piattaforma e le parti interessate, eliminando le ridondanze, amplificando le capacità di analisi e creando un ambiente in cui i professionisti possono collaborare.

L’interoperabilità tra BIM e GIS è in continua evoluzione, con la piena implementazione di diversi formati file.

Lato GIS, tra le novità più importanti spicca sicuramente la lettura diretta del formato IFC all’interno di ArcGIS Pro.

Prima dell’ultima versione, per utilizzare il formato IFC all’interno di ArcGIS Pro era necessario servirsi dell’estensione Data Interoperability, a differenza dei file RVT provenienti da Autodesk Revit e DWG di Autodesk Civil3D.

La nuova versione di ArcGIS Pro consente di importare direttamente nel software i file IFC (IFC2x3 e IFC4), leggendone correttamente attributi, simbologia ed etichette.

L’IFC viene letto come un BIM file workspace, analogamente a quanto già avviene per i file provenienti da Revit.

È quindi possibile utilizzare tutti i tool di ArcGIS Pro disponibili per i BIM files, tra cui BIM File to Geodatabase e Make Building Layer, consentendo la conversione nel Geodatabase con l’utilizzo della simbologia originale.

Approfondiremo questa novità ed altri temi legati alla collaborazione  BIM e GIS nella sessione “Flusso di interazione Autodesk-ESRI: novità” durante l’One Team User Meeting 2021, che si terrà online il 28 ottobre per il settore AEC ed il 29 ottobre per il settore MFG.

Questo il programma della giornata del 28 ottobre:

Cosa aspetti? Ti puoi già registrare gratuitamente qui

Ci vediamo, virtualmente, allo User Meeting!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/10/novita-bim-e-gis-allone-team-user-meeting-del-28-ottobre-sono-aperte-le-iscrizioni/

Usi AutoCAD? Approfitta degli strumenti GIS gratuiti, grazie a Map 3D e Raster Design

A partire da luglio, Autodesk sta trasformando, gratuitamente ed automaticamente, tutti gli abbonamenti ad AutoCAD in abbonamenti che comprendono sette strumenti specializzati:

I sette strumenti specializzati disponibili per tutti gli abbonamenti di AutoCAD

Non è previsto nessun costo aggiuntivo e nessun aumento nel costo del rinnovo.

Penso che per molti questa sia un’occasione molto importante.

Oggi voglio attirare la tua attenzione su due di questi strumenti, che ti permettono di ottenere un notevole valore aggiunto: Map 3D e Raster Design.

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/09/usi-autocad-approfitta-degli-strumenti-gis-a-tua-disposizione-grazie-a-map-3d-e-raster-design/

Ricostruzione del modello 3D del territorio: seminario in presenza ed online il 12 luglio

Il classico modello di Montalcino (SI) ottenuto dai dati geografici Open di Regione Toscana

Dopo il seminario sull’integrazione tra BIM e GIS, di cui trovi la registrazione qui, sono stato invitato di nuovo dagli amici di BIM Hub Ticino per un seminario sulla ricostruzione del modello 3D del territorio per la progettazione BIM di infrastrutture e la presentazione dei progetti.

Il seminario si terrà il 12 luglio dalle ore 16.00, per la prima volta in presenza a Lugano, ma anche online.

L’iscrizione è gratuita ma obbligatoria, fai clic qui

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/07/ricostruzione-del-modello-3d-del-territorio-seminario-in-presenza-ed-online-il-12-luglio/

Dynamo dal GIS al BIM: portare dati GIS da Autodesk Civil 3D a Revit

Frederic Classon ha pubblicato nei giorni scorsi in Autodesk Knowledge Network qui uno script di Dynamo davvero interessante, con un video che ne mostra il funzionamento.

Lo ha descritto in questo modo:

#Autodesk & #ESRI stanno lavorando alla convergenza di #BIM e #GIS.
E molto è già stato realizzato. Ma c’è un flusso di lavoro, di cui mi chiedono spesso, che non è ancora disponibile direttamente: Portare i dati GIS in #Revit.
Così, ho sviluppato qualcosa! E puoi farlo anche tu, anche senza essere un programmatore.
Con la AEC Collection di Autodesk hai tutto a portata di mano: Civil 3D come porta d’accesso ai dati GIS, #Dynamo (uno strumento di programmazione visuale) per l’elaborazione dei dati e, naturalmente, Revit.

Guarda il video qui sotto per il flusso di lavoro.
A proposito: Lo script Dynamo è allegato all’articolo AKN qui: https://autode.sk/3uZ7TJr
(NB: mia traduzione dall’inglese del post che trovi qui.)

Lo script di Dynamo genera dei solidi a partire dai dati GIS caricati in Civil 3D. Questi solidi vengono poi esportati in formato IFC per essere poi importati in Revit per essere utilizzati in ambiente BIM verticale.

Il bello è che Frederic ha messo a disposizione lo script, per permettere a tutti di utilizzarlo: Non ti resta che scaricare lo script di Dynamo qui, e provarlo!

Grazie davvero Frederic, alla prossima!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/05/dynamo-dal-gis-al-bim-portare-dati-gis-da-autodesk-civil-3d-a-revit/

I Geodati digitali di Swisstopo sono gratuiti e possono essere utilizzati liberamente

Il modello del passo del Maloia che ho costruito con InfraWorks grazie ai Geodati Open di Swisstopo

Ho riportato nel titolo di questo post le stesse parole che trovate qui nel comunicato ufficiale di swisstopo che ha aperto a tutti noi una vera e propria miniera preziosa di Geodati.

Il comunicato ufficiale prosegue dicendo giustamente : In questo modo, swisstopo crea nuove opportunità per imprese, privati e organizzazioni dal carattere innovativo di sviluppare servizi di informazione.

Musica per le mie orecchie, visto che da sempre sostengo, specialmente in campo GIS gli Open Data, che in Svizzera definiscono Open Government Data (OGD): le condizioni di utilizzo sono disponibili qui.

Eccomi dunque a recensire questo Geoportale nazionale, accessibile anche in lingua italiana, che contiene dati precisi e molto, ma molto interessanti.

Modelli digitali di elevazione con risoluzione 0.5 metri, Ortofoto con risoluzione 10 cm, modelli del territorio vettoriali, modelli 3D degli edifici e molti altri Geodati ancora…

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/05/i-geodati-digitali-di-swisstopo-sono-gratuiti-e-possono-essere-utilizzati-liberamente/

L’integrazione tra GIS e BIM per le infrastrutture: guarda l’intervista registrata

Il 4 febbraio sono stato intervistato da Davide Barbero di BIM HUB Ticino sull’integrazione tra BIM e GIS nel campo della progettazione delle infrastrutture.

Come saranno le città del futuro? Come cambieranno i processi di pianificazione urbanistica?  Come verranno gestiti i dati GIS (Sistemi di informazione geografica) integrati ai processi di lavoro BIM ( Building Information Modeling) ? Come cambierà la progettazione delle infrastrutture? Come affrontare le sfide del cambiamento climatico e l’urbanizzazione di massa?  Quali sono i benefici che la committenza potrà trarne?

Ora l’intervista è stata pubblicata su YouTube, eccola:

Spero davvero ti sia utile...

Ringrazio caldamente Davide Barbero e Benedetta Raiola per aver pensato a me.

Buona visione e buon ascolto!
Giovanni Perego

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/04/lintegrazione-tra-gis-e-bim-per-le-infrastrutture-guarda-lintervista-registrata/

Tutte le novità dell’integrazione tra BIM e GIS: dal Generative Design alla Science of Where

Prosegue la pubblicazione di articoli gentilmente proposti dai rivenditori a valore aggiunto di Autodesk.  Oggi One Team ci racconta il recente Webinar sull’integrazione tra GIS e BIM, un tema molto interessante, che appare spesso in questo Blog.

Si è svolto lo scorso 24 febbraio il Webinar Organizzato da ESRI in collaborazione con One Team su GIS e BIM per lo sviluppo sostenibile del territorio e la riqualificazione urbana.

L’evento è stato l’occasione per fare il punto della situazione sulle novità riguardo alle soluzioni di integrazione dei due modelli e sulla sua applicazione alla progettazione infrastrutturale, urbana e territoriale.

Emilio Misuriello di ESRI Italia ha aperto i lavori dichiarando che ormai la connessione tra i due strumenti è stata sdoganata ed i risultati ottenuti hanno dimostrato come sia indispensabile questa interrelazione, soprattutto quando si tratta di progettare opere complesse.

“Il BIM è sempre più integrato con i sistemi territoriali e l’obiettivo, ormai quasi raggiunto, è quello di creare una piattaforma comune di scambio di dati anche a favore delle politiche territoriali e infrastrutturali. La parte BIM è sicuramente fondamentale, ma il passo successivo è quello di integrare a questi strumenti anche l’intelligenza artificiale”.

Per Riccardo Perego, presidente di One Team:

“BIM e GIS sembrano nati per lavorare assieme e per dare il valore aggiunto agli strumenti di analisi esistenti. Permettono di analizzare gli oggetti reali attraverso la loro rappresentazione e una raccolta di informazioni e dati ad essi collegati. Anche lavorano in modalità differenti, il primo in 3D e il secondo prevalentemente sulla cartografia, la loro impostazione di base è comunque la stessa. Inoltre, adesso, attraverso strumenti più avanzati, potremo sfruttarne al massimo le potenzialità. La necessità di comprendere come cambieranno i nostri sistemi urbani, alla luce delle nuove abitudini e lifestyle, anche dovuti alla pandemia, ci richiede strumenti di analisi, simulazione e previsione evoluti e in grado di anticipare le tendenze. Per fortuna abbiamo già le soluzioni in mano, dobbiamo solo ottimizzarle e applicarle”

Nel corso del Webinar è stato presentato il quadro normativo all’interno del quale si colloca la necessità dell’integrazione BIM e GIS e successivamente sono state mostrate al pubblico le novità in tema software.

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/03/tutte-le-novita-dellintegrazione-tra-bim-e-gis-dal-generative-design-alla-science-of-where/

Una chiacchierata in libertà su: GIS, BIM, Infrastrutture ed il mondo Autodesk

Qualche giorno fa, sono stato intervistato dall’ottimo Paolo Corradeghini, ingegnere, topografo e blogger (www.3dmetrica.it), sui temi GIS, BIM, infrastrutture ed il mondo Autodesk.

Ne è uscita una bella chiacchierata, durata un’oretta, durante la quale ho presentato chi sono, ed ho cercato di dare una panoramica del mondo in cui lavoro, parlando di CAD, di BIM orizzontale e BIM verticale, di Reality Capture, quindi di Scan2BIM, e poi di Dynamo, di progettazione parametrica e Generative Design, di CDE o AcDAT e condivisione in dei modelli BIM in Cloud.

Puoi guardarci su YouTube qui sotto:

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.gisinfrastrutture.it/2021/02/una-chiacchierata-in-liberta-su-gis-bim-infrastrutture-ed-il-mondo-autodesk/