Category: Acqua

Autodesk partecipa ad H2O a Ferrara

Negli ultimi anni la soluzione Autodesk per il mondo GIS e delle Infrastrutture ha introdotto nuovi potenti strumenti per la progettazione e la gestione delle reti tecnologiche, in particolare acquedotti e fognature.

Ad esempio, l’integrazione di Topobase all’interno di AutoCAD Map 3D: oggi puoi gestire le reti esistenti grazie ai modelli di settore, sia su DWG che in un geodatabase basato su Oracle o su SQL Server. Questo ti permette di superare la logica CAD e di interfacciare i dati geometrici ed alfanumerici con tutto il resto del database aziendale, ad esempio quello legato alle utenze ed alla fatturazione. Puoi portare tutti i tuoi dati sul campo o in cantiere, grazie alla possibilità di lavorare offline.

Ad esempio, l’introduzione della nuova estensione Storm and Sanitary Analysis, che ti permette di studiare l’impatto delle piogge sulle reti di fognature, verificarne i punti deboli ed evitare inondazioni, come abbiamo mostrato durante i seminari online “Mai più inondazioni”, che puoi rivedere qui..

Ad esempio, le nuove potenzialità di AutoCAD Civil 3D nella progettazione di reti di fognature, ed oggi anche di reti in pressione, quindi di acquedotti. Puoi progettare le tue reti in 3D, verificando la profondità rispetto al terreno e la pendenza, tenendo conto delle regole che vanno seguite se la rete è in pressione. E poi puoi effettuare ulteriori verifiche utilizzando l’estensione Storm and Sanitary Analysis di cui sopra.

Ecco perché Autodesk non poteva non partecipare ad H2O, che si terrà a Ferrara dal 23 al 25 maggio. Si tratta della fiera dedicata alle tecnologie per il trattamento e la distribuzione dell’acqua potabile ed il trattamento delle acque reflue, dove il software sta assumendo un ruolo sempre più importante, sia per la progettazione degli impianti che per la loro gestione.  La complessità crescente delle normative, la frammentazione delle informazioni disponibili, la disponibilità di budget ridotti richiede infatti strumenti adeguati per affrontare le sfide del settore: la soluzione Autodesk permette di affrontare efficacemente tutte queste sfide, offrendo nuovi strumenti integrati a costi decrescenti.

Vieni quindi a scoprire la soluzione Autodesk per le reti tecnologiche e le infrastrutture dal 23 al 25 maggio ad H2O, a Ferrara, al padiglione C, stand 3/4 dove troverai  gli amici di Abitat, che sono molto qualificatiin questo settore.

il sito ufficiale di H2o: www.accadueo.com

Ci vediamo a Ferrara!
GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2012/04/autodesk-partecipa-ad-h2o-a-ferrara/

Modellare il terreno con AutoCAD Map 3D

PS: come previsto, l’estensione Interactive Terrain Shaping è stata ritirata dai Labs il 31 agosto 2012, come ci annuncia Scott qui. Speriamo di ritrovarla in futuro come estensione permanente per i possessori del contratto di aggiornamento (Subscription) oppure come funzionalità della prossima versione di Map 3D e Civil 3D. Intanto Autodesk ringrazia tutti coloro che hanno contribuito alla valutazione dell’estensione inviando il loro feedback via email o sul gruppo di discussione. Lascio a futura memoria il testo dell’articolo originale: 

Ma perbacco, non è AutoCAD Civil 3D lo strumento per modellare il terreno? Certamente, ma grazie ad una nuova estensione,  pubblicata da Autodesk Labs, ora è possibile provare anche con AutoCAD Map 3D 2012 (solo con la versione a 64 bit).

Ti avevo già annunciato questa estensione, chiamata Interactive Terrain Shaping in un mio articolo di febbraio, ora è ufficiale il supporto anche per AutoCAD Map 3D, come ci ha informato ieri Scott Sheppard in questo articolo sul suo Blog, dove appaiono ben 11 video YouTube per vedere come funziona.

Bene, se vuoi scaricare l’estensione, che è del tutto gratuita, ti basta iscriverti agli Autodesk Labs:

Fai clic qui per scaricare l’estensione Interactive Terrain Shaping

Oppure puoi cominciare a guardare i filmati che mostrano come usare l’estensione con AutoCAD Map 3D:


Come progettare un parcheggio


come progettare un piccolo lago

Infine, a proposito di Autodesk Labs, il progetto Galileo Online è stato esteso fino al 30 settembre.

Grazie mille a Maurizio, Enzo e Stefano per le tempestive segnalazioni!

A presto
GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2012/03/modellare-il-terreno-con-autocad-map-3d/

Autodesk Infrastructure Design Suite

Infrastructure Design Suite Ultimate box

Lo so, il nome è lungo: chiamiamola IDS, per gli amici.
Si tratta di una novità importante, in casa Autodesk: cosa ne diresti di avere a disposizione, sul tuo PC:

  • AutoCAD®
  • AutoCAD® Map 3D
  • Autodesk® Storm and Sanitary Analysis
  • AutoCAD® Civil 3D®
  • Autodesk® 3ds Max® Design
  • Autodesk® Navisworks® Simulate

Sei differenti  software: AutoCAD, il principe del CAD, i pezzi forti per il mondo GIS e delle infrastrutture, AutoCAD Map 3D ed AutoCAD Civil 3D, e poi Storm and Sanitary Analysis, per gli amici SSA, per l’analisi delle condotte di scarico delle acque, 3ds Max Design per il rendering e la creazione di filmati, Navisworks per la validazione dei progetti ed il coordinamento dei cantieri.

Il tutto ad un costo solo di poco superiore ad un AutoCAD Civil 3D, oppure, se già possiedi AutoCAD, ad un costo non molto diverso da quello di un aggiornamento.

L’occasione mi sembra molto ghiotta. Del resto la strategia di Autodesk da tempo è quella che porta dal prodotto alla soluzione migliore per i suoi clienti, come ci ha spiegato poco fa Ray Savona, vice president Emea Channel Sales di Autodesk qui. Infatti le Design Suites disponibili sono 7, e coprono tutti i mercati in cui Autodesk è presente, dal territorio alle infrastrutture, dall’architettura alla meccanica, alla progettazione di impianti, alla produzione di contenuti 3D.

Tornando a noi, IDS ti mette a disposizione tutti gli strumenti necessari per pianificare, progettare, documentare, convalidare il progetto, coordinare la costruzione, ed infine gestire l’infrastruttura realizzata. Come puoi vedere in questo interessante filmato in italiano.

E’ importante notare che IDS introduce un concetto importante: quello di BIM per le infrastrutture.

Cioè l’uso di modelli tridimensionali intelligenti, in grado di affrontare le sfide più importanti in questo genere di progettazione: la complessità delle normative, il coordinamento dei diversi attori, lo scambio di informazioni in formati differenti, la necessità di gestire velocemente ed in modo coerente le varianti. Il tutto, naturalmente, utilizzando budget di spesa sempre inferiori.

Per capire meglio cosa intendo, puoi guardare il filmato qui sotto. Maggiori informazioni all’indirizzo: www.autodesk.it/bim

Bene, stiamo preparando nuove presentazioni online per mostrarti i vantaggi della nuova IDS. Verranno pubblicate nella pagina degli eventi Autodesk.
Conviene cominciare a conoscere IDS, anche perché questa primavera mi aspetto che la nuova versione 2013 introduca molte novità interessanti…

Resta sintonizzato!
GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2012/02/autodesk-infrastructure-design-suite/

Mai più inondazioni: disponibili i due seminari online

Finalmente sono disponibili sul sito Web italiano di Autodesk entrambe le registrazioni dei seminari “Mai più inondazioni”.

Ti ricordo che questi due seminari hanno presentato le nuove potenzialità del software Autodesk per prevenire un problema di fondamentale importanza, visto quello che accade in Italia appena piove più del normale: quello delle inondazioni. Potenzialità che più in generale permettono di affrontare il tema del ciclo dell’acqua.

Bene,  se non hai potuto partecipare dal vivo, ora puoi guardarti le registrazioni online, gratuitamente: basta compilare una rapida scheda di registrazione.

Il primo seminario ha presentato la soluzione Autodesk che permette di integrare la progettazione delle condotte di scarico delle acque meteoriche, con  la verifica del loro corretto dimensionamento, sulla base delle precipitazioni previste.  Grazie a questa nuova soluzione, il progettista può modellare la rete delle condotte di scarico in tre dimensioni, tenendo conto del terreno esistente e delle superfici di raccolta delle acque. La rete può essere sottoposta alle verifiche del suo corretto dimensionamento, applicando simulazioni delle precipitazioni meteoriche. Quindi il modello della rete delle condotte può essere immediatamente modificato, per garantirne la piena affidabilità anche nel caso di precipitazioni eccezionali.

Guarda qui la registrazione del seminario online Mai più inondazioni (1^ Parte)
Progettazione e verifica delle condotte di scarico delle acque meteoriche 

Il secondo seminario ha presentato la soluzione Autodesk che permette di effettuare sia l’analisi di vulnerabilità, sia la progettazione del ripristino dei corsi d’acqua per garantire il più veloce deflusso delle ondate di piena. Grazie a questi strumenti, gli enti di regolazione ed i pianificatori ora sono in grado di predisporre le fasce di rispetto per il vincolo di inedificabilità e per i piani di emergenza nel caso di inondazione. Ma non basta: per mitigare il rischio è possibile progettare il ripristino del corsod’acqua, per garantirne l’equilibrio dinamico e recuperarne tutte le potenzialità di deflusso.

Guarda qui la registrazione del seminario online Mai più inondazioni (2^ Parte)
Analisi di vulnerabilità e mitigazione del rischio attraverso il ripristino dei corsi d’acqua 

Se poi sei in vena di seminari online registrati, fai clic qui per vedere la lista completa dei seminari Autodesk per il settore GIS & Infrastrutture.

Buona visione!
GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2012/01/mai-piu-inondazioni-entrambi-i-seminari-disponibili-online/

Mai più inondazioni: ti aspetto mercoledì 11

Bentornati, tanti auguri a tutti per il nuovo anno!

Come sai, da tempo mi sto dedicando allo studio delle nuove ed potenzialità dei software Autodesk per combattere un problema che qui in Italia è ben presente.
Quello delle inondazioni, e più in generale della gestione del ciclo dell’acqua.

Bene, mercoledì 11 gennaio alle 11.00 ti presenteremo lo stato dell’arte, insieme all’ottimo Stefano Toparini di Autodesk. Il seminario online è gratuito e rivolto ad un pubblico professionale. Fai clic sul titolo qui sotto per iscriverti subito, ormai manca poco:

Iscriviti al seminario online Mai ai più inondazioni (2^ Parte):
Analisi di vulnerabilità e mitigazione del rischio attraverso il ripristino dei corsi d’acqua

In questo seminario verrà presentata la soluzione Autodesk che permette di effettuare sia l’analisi di vulnerabilità, sia la progettazione del ripristino dei corsi d’acqua per garantire il più veloce deflusso delle ondate di piena. Grazie a questi strumenti, gli enti di regolazione ed i pianificatori ora sono in grado di predisporre le fasce di rispetto per il vincolo di inedificabilità e per i piani di emergenza nel caso di inondazione. Ma non basta: per mitigare il rischio è possibile progettare il ripristino del corsod’acqua, per garantirne l’equilibrio dinamico e recuperarne tutte le potenzialità di deflusso.

Se hai perso la prima parte del seminario Mai più inondazioni, tenutasi in dicembre, niente paura: è già disponibile online, te lo puoi riguardare quando vuoi, basta far clic qui sotto e compilare la scheda di registrazione:

Guarda la registrazione del seminario online Mai più inondazioni (1^ Parte)
Progettazione e verifica delle condotte di scarico delle acque meteoriche 

Allora ci vediamo (virtualmente) mercoledì!
GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2012/01/mai-piu-inondazioni-ti-aspetto-mercoledi-11/

Mai più inondazioni: guarda il seminario online

Sono felice di annunciarti che Autodesk ha appena pubblicato il link per rivedere la prima parte del seminario online “Mai più inondazioni“. Un ottimo regalo di Natale, direi.

Questo seminario, tenutosi dal vivo il 14 dicembre, ha presentato la nuova soluzione Autodesk che permette di integrare la progettazione delle condotte di scarico delle acque meteoriche, con  la verifica del loro corretto dimensionamento, sulla base delle precipitazioni previste.
Un tema di grande attualità, visto che quello che, purtroppo, accade in Italia quando piove più del normale.

Grazie a questa nuova soluzione Autodesk, il progettista può modellare la rete delle condotte di scarico in tre dimensioni, tenendo conto del terreno esistente e delle superfici di raccolta delle acque. La rete può essere sottoposta alle verifiche del suo corretto dimensionamento, applicando simulazioni delle precipitazioni meteoriche. Quindi il modello della rete delle condotte può essere immediatamente modificato, per garantirne la piena affidabilità anche nel caso di precipitazioni eccezionali.

Il seminario è gratuito, per rivederlo ti viene richiesta solo una veloce registrazione.

Fai clic qui per vedere il seminario online
Mai più inondazioni – prima parte
.

Naturalmente ti aspetto l’11 gennaio 2012 alle 11.00 per la seconda parte:

Mai più inondazioni (Parte 2):
Analisi di vulnerabilità e mitigazione del rischio attraverso il ripristino dei corsi d’acqua

In questo secondo seminario verrà presentata la soluzione Autodesk che permette di effettuare sia l’analisi di vulnerabilità, sia la progettazione del ripristino dei corsi d’acqua per garantire il più veloce deflusso delle ondate di piena. Grazie a questi strumenti, gli enti di regolazione ed i pianificatori ora sono in grado di predisporre le fasce di rispetto per il vincolo di inedificabilità e per i piani di emergenza nel caso di inondazione. Ma non basta: per mitigare il rischio è possibile progettare il ripristino dei corsi d’acqua, per garantirne l’equilibrio dinamico e recuperarne tutte le potenzialità di deflusso.

Non mi resta che farti i miei più sentiti auguri di buon Natale e di un felicissimo anno nuovo!
GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2011/12/mai-piu-inondazioni-guarda-il-seminario-online/

Soluzioni per l’Amministrazione Pubblica: guarda il seminario online

Sono lieto di annunciarti che Autodesk ha appena pubblicato sul suo sito Web il link per rivedere il seminario online sulle soluzioni per l’Amministrazione Pubbliche territoriali e le aziende di servizi.

Comuni, comunità montane, province, regioni, consorzi, parchi, aziende di gestione di reti tecnologiche (acquedotti, fognature, reti elettriche e del gas), e molti altri enti ancora con competenze territoriali, possono trarre grandi benefici dall’uso del software adatto alle loro esigenze, soprattutto in questi momenti difficili, per rendere più efficace il loro lavoro in numerose attività:

  • Urbanistica e pianificazione del territorio
  • Gestione del suolo e del ciclo delle acque
  • Progettazione e gestione delle infrastrutture e delle reti tecnologiche
  • Comunicazione ai professionisti ed ai cittadini delle informazioni territoriali via Web

Fai clic qui per vedere gratuitamente il seminario online.

Ti verrà chiesta una breve registrazione per poter accedere. La durata è di un’ora circa, ma potrai muoverti velocemente alla parte che più ti interessa.

E poi non perderti l’altro seminario online appena pubblicato:  “Mai più inondazioni – prima parte”: fai clic qui per maggiori dettagli.

A presto
GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2011/12/soluzioni-per-lamministrazione-pubblica-guarda-il-seminario-online/

Analisi dei corsi d’acqua: tutto il 2012 a disposizione

PS dell’1-2-2013: Questa estensione è stata prorogata al 30-6-2013! Leggi qui maggiori dettagli

__________

Giusto ieri sono tornato sulla pagina di Autodesk Labs dedicata alla River Analysis Extension e mi sono accorto che era stata appena aggiornata, con una importante novità: l’estensione è stata prorogata fino al 31 dicembre 2012! Un’ottima notizia per lo studio e la prevenzione delle inondazioni.

Infatti, come ti ho scritto qui, si tratta di una estensione gratuita, utilizzabile con AutoCAD Map 3D ed AutoCAD Civil 3D per la modellizzazione dei corsi d’acqua. L’estensione permette di utilizzare il famoso HEC-RAS, il software sviluppato dall’Hydrologic Engineering Center (HEC) chiamato River Analisys System (RAS). Sto studiandone il funzionamento, insieme a Stefano Toparini di Autodesk: ti presenteremo i nostri risultati mercoledì 11 gennaio 2012 alle ore 11.00, durante il seminario online Mai più inondazioni (Parte 2): Analisi di vulnerabilità e mitigazione del rischio attraverso il ripristino dei corsi d’acqua.

Per maggiori dettagli sulla River Analysis Extension e l’indirizzo dove scaricarla puoi leggere questo mio articolo.

A presto!
GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2011/12/analisi-dei-corsi-dacqua-tutto-il-2012-a-disposizione/

Mai più inondazioni: Prima parte

La prima parte del seminario online “Mai più inondazioni” è andata molto bene.
Quaranta i partecipanti e molti di più gli iscritti, peccato non siano riusciti tutti a collegarsi. Ma niente paura: spero di poter pubblicare al più presto il link per rivedere la registrazione del seminario sul sito Autodesk, così tutti potranno rivedere il seminario, scegliendo il momento opportuno. Intanto non perderti la seconda parte, puoi già iscriverti gratuitamente qui.

In questa prima parte del seminario ho presentato in che modo il software Autodesk ora ci permette di analizzare le condutture di scarico delle acque piovane, sottoponendole a simulazioni di eventi piovosi anche straordinari, calcolati in base a modelli metereologici, oppure in base alle serie storiche dei dati rilevati dai pluviometri (che puoi trovare qui). Si tratta di una tecnologia nuova, che permette di risparmiare un sacco di tempo e di calcoli, e che si avvale delle grandi potenzialità AutoCAD Map 3D ed AutoCAD Civil 3D nel preparare i dati necessari, caricandoli da disegni di AutoCAD, da dati GIS, dai modelli dati di settore per le reti tecnologiche, o addirittura progettando direttamente le nuove le condotte in 3D.

Penso che l’applicazione di una tecnologia come questa in Italia potrebbe dare un grande contributo alla soluzione di molti dei problemi che purtroppo nascono appena comincia a piovere seriamente. E contemporaneamente, aiuterebbe ad abbattere i costi ed a migliorare la qualità dei risultati.

Il nuovo software che ho presentato si chiama Storm and Sanitary Analysis (Analisi acque piovane e grigie, SSA per gli amici) ed è presente in AutoCAD Map 3D, in AutoCAD Civil 3D e nella nuova Infrastructure Design Suite.

Se vuoi approfondire subito, segui il video di Dana Probert che ti presenta SSA su AutoCAD Map 3D:

Oppure puoi seguire questo secondo video che ti presenta SSA su AutoCAD Civil 3D.
Dove puoi vedere anche la simulazione dell’allagamento della condotta:

Bene, il lancio di questo nuovo software è appena cominciato, penso ci darà grandi soddisfazioni.
L’11 gennaio invece, nella seconda parte del seminario vedremo ancora i nostri AutoCAD Map 3D ed AutoCAD Civil 3D alle prese con l’analisi di vulnerabilità e la mitigazione del rischio attraverso il ripristino dei corsi d’acqua. Anche qui sarà importante il contributo di un nuovo software, chiamato River Analysis Extension. Non ti resta che iscriverti qui.

Ti aspetto!
GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2011/12/mai-piu-inondazioni-prima-parte/

Analisi dei corsi d’acqua con Map 3D e Civil 3D

PS dell’1-2-2013: questa estensione è stata prorogata al 30-6-2013. Maggiori dettagli qui.

__________

A proposito di inondazioni.
Te l’avevo già annunciata in maggio, ma ora è di stretta attualità: gli Autodesk Labs hanno reso disponibile una anteprima di tecnologia molto interessante, chiamata River Analysis Extension, utilizzabile con AutoCAD Map 3D ed AutoCAD Civil 3D.

Si tratta di un pacchetto per la modellizzazione dei corsi d’acqua, che supporta il famoso HEC-RAS, il software sviluppato dall’Hydrologic Engineering Center (HEC) chiamato River Analisys System (RAS) e liberamente scaricabile qui. Naturalmente approfittando del potenti strumenti messi a disposizione da Map 3D e Civil 3D nell’utilizzare i dati cartografici, topografici e GIS.

In particolare la River Analysis Extension permette di:

  • Automatizzare le funzioni di HEC-RAS come il calcolo di sezioni trasversali dei corsi d’acqua, l’analisi del profilo della superficie dell’acqua, la previsione delle aree allagate in caso di lluvione ed altri operazioni di modellizzazione.
  • Utilizzare gli strumenti di calcolo di sezioni e profili dai modelli digitali di elevazione, sia di tipo TIN (usati da Civil 3D) sia DEM (usati da Map 3D), sia LiDAR (usati da entrambi).
  • Eseguire analisi sofisticate per la progettazione di, ponti e canali sotterranei.
  • Automatizzare l’introduzione in mappa delle stazioni di monitoraggio, della lunghezza dei corsi d’acqua e dei flussi, della presenza di argini, della rugosità delle aree, a partire dai dati rilevati
  • Generare automaticamente mappe di inondazione per la delimitazione delle aree di rischio

La River Analysis Extension è disponibile per il download gratuito a questo indirizzo, basta registrarsi presso il sito di Autodesk Labs. La sua durata è limitata al 31 dicembre 2011. PS: alla fine del 2011 la data di scadenza è stata prorogata al 31-12-2012! Abbiamo ancora un anno a disposizione!

Se vuoi saperne di più iscriviti subito ai seminari Autodesk online:

Mercoledì 14 dicembre 2011, alle ore 11.00:
Mai più inondazioni (Parte 1):
Progettazione e verifica delle condotte di scarico delle acque meteoriche

Mercoledì 11 gennaio 2012 alle ore 11.00:
Mai più inondazioni (Parte 2):
Analisi di vulnerabilità e mitigazione del rischio attraverso il ripristino dei corsi d’acqua

Per maggiori informazioni sui seminari online puoi leggere questo mio articolo.

A presto!
GimmiGIS

Permanent link to this article: https://www.gisinfrastrutture.it/2011/12/analisi-dei-corsi-dacqua-con-map-3d-e-civil-3d/