Eventi online in arrivo, su Scan2BIM e Legal&Contractual BIM

Ti annuncio con piacere due eventi interessanti, online e gratuiti, organizzati dagli amici di Orienta+Trium per i prossimi giorni.

Il primo evento è una Webcast, che si terrà il 22 ottobre dalle 10.30 e si occuperà di Scan2BIM. Tieni conto che Orienta+Trium ha una consolidata esperienza di in questo campo, ed è anche partner di Leica Geosystems. Ho pubblicato poco fa un’altra loro esperienza interessante qui.

Il 22 ottobre potrai assistere alla presentazione di metodologie di rilievo integrato, modellazione e progettazione e recupero dell’edificato attraverso metodologia BIM, modellazione BIM da nuvola di punti attraverso Autodesk Revit, modellazione e progettazione di spazi urbani, integrazione nuvola di punti in Civil 3D, utilizzo di Infraworks per la progettazione di massima.

Puoi già iscriverti con un clic qui

Il secondo evento, invece, riguarda le novità di tipo giuridico che riguardano il BIM. Il nuovo Codice degli Appalti, poi Codice dei Contratti, ed il Decreto BIM hanno introdotto rilevanti cambiamenti nella gestione giuridica delle gare d’appalto pubbliche.

Si tratta di un seminario online gratuito che si terrà il 23 ed il 29 ottobre, intitolato Legal & Contractual BIM, che punta non solo ad analizzare il nuovo quadro delle regole che si sta delineando a seguito della progressiva introduzione della modellazione e della gestione informativa, ma anche a fornire degli spunti pratici per la gestione in termini contrattuali della nuova metodologia.

Il Seminario, sarà tenuto dall’avvocato Cristian Barutta, specializzato nella materia degli appalti pubblici ed esperto di contrattualistica, specializzato in profili giuridici e contrattuali inerenti l’utilizzo del BIM.

Per maggiori informazioni e l’iscrizione agli eventi fai clic qui

Bene, buona partecipazione!
Giovanni Perego

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2020/10/eventi-online-in-arrivo-su-scan2bim-e-legalcontractual-bim/

L’Esperto risponde: un evento a misura di professionista del BIM

Prosegue la pubblicazione di articoli gentilmente proposti dai rivenditori del canale Autodesk. Oggi Systema presenta la sua nuova iniziativa rivolta a rispondere a tutte le domande dei partecipanti, sulle tematiche BIM, chiamata “L’Esperto risponde”.

Abbiamo chiesto a Santina Bloise, responsabile del settore AEC BIM per Systema, di raccontarci “L’Esperto Risponde”, l’iniziativa via web organizzata da Systema in programma il prossimo 21 e il 28 ottobre.

Ci siamo accorti che alcune tematiche specifiche in tema digitalizzazione e BIM sono particolarmente sentite dai professionisti del mercato Architettura, Ingegneria e Costruzioni. Le abbiamo identificate in base alla nostra esperienza sul campo e abbiamo deciso di proporle in un modo diverso.

Piuttosto che declinarle nella solita modalità “Demo preconfezionata” seppur dal vivo, abbiamo pensato di coinvolgere il pubblico e renderlo partecipe nella creazione dell’iniziativa stessa. Il format prevede infatti che siano i partecipanti a proporre delle domande al nostro esperto per risolvere eventuali dubbi e perplessità specifiche del loro metodo di lavoro quotidiano.

I quesiti ci possono essere inviati preventivamente così da poter studiare la problematica dello specifico utente – ovviamente in linea con la tematica del giorno – oppure possono essere proposti durante la sessione web.

Partiremo il 21 ottobre con le Famiglie BIM: sarà un’occasione per capire le logiche alla base di una creazione intelligente di librerie che contengano informazioni fruibili da tutti gli attori che concorrono al processo. Quante volte è capitato ai professionisti di non avere a disposizione delle buone librerie o di non averle affatto?

Il 28 ottobre sarà la volta, invece, della verifica della verifica delle interferenze, per il corretto rilevamento dei conflitti nel progetto BIM, fondamentale per risparmiare tempo, errori e denaro in cantiere.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di dare voce ai dubbi dei professionisti e dare delle risposte valide.

Questi due appuntamenti potrebbero essere i primi di una lunga serie.

Ci piacerebbe anche che fossero i partecipanti a suggerirci delle tematiche su cui vorrebbero un approfondimento, così da cucire delle iniziative ancor più su misura.

Per informazioni ed iscrizioni agli eventi “L’esperto risponde” fai clic qui

Santina Bloise
Responsabile del settore AEC BIM per Systema Srl

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2020/10/lesperto-risponde-un-evento-a-misura-di-professionista-del-bim/

Vuoi saperne di più sulla progettazione BIM delle reti di condotte a gravità?

E’ stato pubblicato pochi giorni fa, nella pagina Autodesk dedicata ai professionisti delle infrastrutture, il sesto video di Salvatore Macrì, Technical Sales Manager di Autodesk, che affronta proprio questo argomento.

Grazie a questo video, che dura più di 40 minuti, potrai farti un’idea degli strumenti BIM disponibili in Autodesk Civil 3D per la progettazione BIM delle reti di condotte a gravità. Il video tratta di:

  • Modellazione di base della rete
  • Estrazione del profilo altimetrico
  • Modifica del profilo altimetrico
  • Etichette degli elementi della rete
  • Conversione di una polilinea in elementi di Civil 3D
  • Conversione di uno SHP file in elementi di Civil 3D
  • Unione di rami in un’unica rete
  • Gestione della rete principale: profilo, etichette e tabelle
  • Trincea di scavo

Ti ricordo che nella stessa pagina Autodesk dedicata ai professionisti delle infrastrutture, trovate altri 5 video, dedicati alla creazione di elementi parametrici personalizzati per Autodesk Civil 3D (Subassembly Composer), a come lavorare con punti COGO e modellare le Superfici, modellare gli scavi, ed infine progettare strade con il Country Kit italiano.

Grazie Salvatore!

Buona visione…
Giovanni Perego

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2020/10/vuoi-saperne-di-piu-sulla-progettazione-bim-delle-reti-di-condotte-a-gravita/

Estrarre le informazioni ed ottenere GeoTiff dalla cartografia catastale

L’apertura della licenza d’uso della cartografia catastale fornita dall’Agenzia delle Entrate attraverso il servizio WMS, avvenuta il 24 settembre, sta scatenando i miei vecchi amici gissari, che naturalmente non aspettavano altro per lanciarsi nell’uso di quella che rappresenta la più grande base dati geografica italiana, ora finalmente accessibile.

A questo proposito, voglio ricordare l’azione di pressione avviata molti anni fa anche dal sottoscritto sulle agenzie governative, per l’apertura dei dati geografici, qui un esempio. Finalmente sta dando buoni frutti, meglio tardi che mai.

Certo, si può fare ancora di più: ad esempio la pubblicazione di un servizio WFS, che distribuisce dati vettoriali invece dei raster offerti dall’attuale WMS sarebbe l’ideale: ma intanto sfruttiamo al meglio quello che è già disponibile: vedi ad esempio l’articolo che ho pubblicato qui, che mostra come caricare la cartografia catastale con AutoCAD Map 3D ed Autodesk Civil 3D, oppure il video che ho pubblicato qui.

Oggi però voglio segnalarti l’articolo di Andrea Borruso, estremamente interessante, anche se molto tecnico, perchè ti mostra in che modo puoi:

NB: GDAL è una libreria Open Source, che puoi scaricare ed installare liberamente.

Molto interessante, ed è solo l’inizio… 🙂

Alla prossima!
Giovanni Perego

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2020/10/estrarre-le-informazioni-ed-ottenere-geotiff-dalla-cartografia-catastale/

Vuoi saperne di più sulla progettazione ferroviaria BIM? Ti aspetto il 13 ottobre!

La progettazione BIM di infrastrutture non significa solo strade e autostrade…

Ti invito quindi al Webinar, organizzato dagli amici di NKE, che terrò martedì 13 ottobre a partire dalle ore 11.00, dove ti presenterò il flusso di lavoro e gli strumenti disponibili per la progettazione ferroviaria BIM,

Dal piano di fattibilità con Autodesk InfraWorks ed Autodesk Recap Pro, alla progettazione definitiva ed esecutiva con Autodesk Civil 3D, approfondendo l’interoperabilità con le soluzioni di altri produttori, la progettazione parametrica con Dynamo per Civil 3D, la preparazione del cantiere con Autodesk Navisworks.

Bene, non ti resta che iscriverti gratuitamente con un clic qui.

Ti aspettiamo!
Giovanni Perego

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2020/10/vuoi-saperne-di-piu-sulla-progettazione-ferroviaria-bim-ti-aspetto-il-13-ottobre/

One Team User Meeting 2020 Virtual Edition: un’occasione speciale

L’appuntamento annuale di One Team dedicato alle novità software dei settori della progettazione e del manufacturing è giunto alla sua quattordicesima edizione, che sarà del tutto speciale.

Sarà un’occasione per conoscere le principali novità Autodesk 2021 relative a Revit, BIM 360, Civil 3D, Inventor, Vault e così via, ed assistere alla presentazione delle soluzioni su Industria 4.0 e BIM di One Team ed i suoi partner.

Quest’anno l’evento riserva grandi sorprese: i partecipanti potranno assistere alle conferenze senza muoversi dalla propria postazione di lavoro.

Questa edizione, infatti, sarà totalmente virtuale e immersiva: l’appuntamento è fissato dal 13 al 17 ottobre e sarà ospitato da una piattaforma virtuale ambientata a Dubai. La novità della piattaforma la si trova anche nell’utilizzo degli Avatar: ogni utente potrà crearne uno personalizzato e usarlo per spostarsi negli ambienti, parlare con gli altri partecipanti e scambiarsi il bigliettino da visita.

Nel padiglione principale, gli utenti potranno trovare i desk informativi di One Team ed i suoi sponsor, che quest’anno saranno: Autodesk, Esri, Sme.Up, HP, Traceparts, Elmec, Assobim e S.T.A. Data.

L’evento si aprirà con una conferenza live nella giornata del 13 ottobre, dalle 9 alle 13.30, i quali contenuti non saranno replicati nel corso delle giornate successive e tratteranno del contesto, attualità, stato dell’arte e formazione. Ospiti speciali della tavola rotonda saranno l’Arch. Pavan del Politecnico di Milano, l’Ing. Sacco di Anas, l’Ing. Gatto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e l’Ing. Boccognani di Ance.

Nello stesso spazio ci sarà un’area dedicata ad una serie di webinar on-demand, che saranno disponibili fino al 17 ottobre, nei quali racconteremo le principali novità del settore sia in ambito BIM che Manufacturing.

Cosa aspetti? Prenota il tuo posto gratuitamente qui

Ti aspettiamo!

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2020/10/one-team-user-meeting-2020-virtual-edition/

Webinar Autodesk su Project Explorer per Civil 3D martedì 6 ottobre

Come ti avevo annunciato qui, la novità principale di Autodesk Civil 3D 2021.1, rilasciato in agosto, è rappresentata da Project Explorer.

Project Explorer permette di gestire più facilmente la grande quantità di dati di progettazione dei modelli BIM di Civil 3D. Semplifica la comprensione del progetto ed il controllo della distribuzione delle informazioni geometriche ai collaboratori ed a tutti i portatori di interesse coinvolti nel progetto.

Si tratta di un vero e proprio software aggiuntivo, acquisito qualche tempo fa da Autodesk, ed ora perfettamente integrato nella soluzione. Vale davvero la pena di conoscerlo meglio: per questo Autodesk ha organizzato un Webinar gratuito per l’Europa, che si terrà martedì 6 ottobre dalle 16.00 ora italiana.

In questo webinar, verrà illustrato in che modo il nuovo Project Explorer per Civil 3D si integra con altri strumenti della collezione AEC per migliorare l’efficienza della produzione per la progettazione dei modelli BIM, il coordinamento dei siti ed i flussi di lavoro per la progettazione di reti di sottoservizi. In particolare:

  • Una panoramica delle funzionalità di Project Explorer per Civil 3D
  • Come migliorare la progettazione di modelli BIM stradali e ferroviari di Civil 3D in collaborazione con InfraWorks
  • Come migliorare l’uso di superfici topografiche in collaborazione tra Civil 3D e Revit
  • Come migliorare la progettazione di reti di sottoservizi e la ricerca delle interferenze con Civil 3D e Navisworks

I protagonisti di questo Webinar saranno:

  • John Sayre, Autodesk Technical Marketing Manager, Infrastructure
  • Ben Wardell, Autodesk Technical Marketing Manager, Civil Infrastructure
  • Tim Yarris, Autodesk Product Manager, Civil 3D
  • Bruce Harfield, Autodesk Infrastructure Solutions Development Partner

Clic qui per iscriverti gratuitamente al Webinar su Project Explorer per Civil 3D

Ci vediamo lì!
Giovanni Perego

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2020/10/webinar-autodesk-su-project-explorer-per-civil-3d-martedi-6-ottobre/

Rilievo integrato con drone, GPS, stazione totale e laser scanner per la progettazione BIM

Prosegue la pubblicazione di articoli gentilmente proposti dai rivenditori del canale Autodesk.
Oggi Umberto Pavanello di Orienta+Trium ci illustra un percorso di rilievo integrato, con l’utilizzo di drone, GPS, stazione totale e laser scanner, ed il suo utilizzo nell’ambito della soluzione Autodesk con Civil 3D, InfraWorks, Recap Pro, Revit, Navisworks, grazie anche agli strumenti ed ai software messi a disposizione da Leica Geosystems

Punto di partenza di qualsiasi progettazione è la conoscenza del sito su cui si svilupperà il progetto, sia questo infrastrutturale che architettonico.

Si parte quindi da quello che è il rilievo topografico, dove “Topos” o luogo e “grafia” o scrivere, identificano la scienza che ha per scopo la determinazione e la rappresentazione metrica, attraverso il disegno, della superficie terrestre.

Negli ultimi anni, in questo campo, siamo stati testimoni di un forte sviluppo tecnologico per quanto concerne la parte hardware e software, che ha supportato fortemente l’introduzione della metodologia BIM, sia per quanto riguarda l’importanza di misure precise e tridimensionali, sia per quanto riguarda la collaborazione tra software e tra professionisti.

Si pensi al sistema di misura GPS, progetto sviluppato a partire dal 1973 e diventato pienamente operativo nel 1994, che ha cambiato l’operatività e quindi la produttività del rilievo stesso, o al laser scanner 3D che fece i suoi primi passi a partire dalla fine degli anni ‘50 per arrivare ad un prodotto rivolto al mercato topografico alla fine degli anni ’90. Ad oggi, i sistemi di scansione permettono di acquisire una nuvola di punti 3D a 360° sull’azimutale e 300° sullo zenitale, con panoramica di foto 3D in HDR in soli 2’30”, generando l’unione delle scansioni, in automatico, già in campagna.

Per non parlare delle stazioni totali integrate con distanziometro, o ai voli LiDAR per l’acquisizione di dati da volo aereo, o ancora le ultime applicazioni sempre in ambito fotogrammetrico attraverso l’utilizzo dei droni.

Ma cosa ha aiutato davvero l’evoluzione di questi sistemi innovativi? Sicuramente la componente software, sempre più intuitiva e di facile utilizzo, per la velocità e la precisione nell’acquisizione dei dati di rilievo e la possibilità di lavorare in sicurezza. Quello che davvero oggi fa la differenza è l’integrazione tra i differenti software, in un flusso di lavoro organico e coordinato. In questo articolo mostreremo l’integrazione tra ambiente Autodesk e Leica Geosystems.

Parlando quindi di rilievo integrato ed interoperabilità, proviamo ad analizzare un’esperienza reale, dove la richiesta da parte del committente era quella di avere il rilievo dello stato di fatto di uno dei suoi siti produttivi, al fine di creare un modello digitale dello stesso, per una ri-progettazione attraverso la metodologia BIM.

Vediamo allora le fasi operative

Continue reading

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2020/09/rilievo-integrato-con-drone-gps-stazione-totale-e-laser-scanner-per-la-progettazione-bim/

Finalmente il Catasto è libero! La cartografia catastale ora è utilizzabile, con licenza Open

Mappali, fabbricati e vestizioni catastali ottenute dal servizio pubblico WMS, sovrapposte alle ortofoto di Bing, in ambiente AutoCAD Map 3D ed Autodesk Civil 3D

Finalmente l’Agenzia delle Entrate ha modificato la licenza d’uso della cartografia catastale, per renderla avvero utilizzabile. Ringrazio Renzo Carlucci e la rivista Geomedia che lo hanno annunciato qui.

Dal 24 settembre, quindi, è possibile consultare la cartografia catastale senza limiti, anche per realizzare nuovi servizi o applicazioni, grazie alla nuova licenza d’uso adottata, la Creative Commons BY 4.0.

Finora, pur essendo possibile consultare comodamente la cartografia catastale, sia attraverso un geoportale dedicato che ti ho descritto qui, sia attraverso un servizio WMS, che ti permette di inserirla nel tuo software preferito, come ti ho mostrato ti ho mostrato qui per AutoCAD Map 3D ed Autodesk Civil 3D, la licenza d’uso ne impediva gli utilizzi pratici. In buona sostanza, potevi consultarla ma non potevi farla vedere a nessuno… 🙁

Grazie alla nuova licenza, i cittadini, i professionisti e le imprese possono accedere al patrimonio informativo del catasto (300 mila mappe, nelle quali sono rappresentati oltre 85 milioni di particelle e 18 milioni di fabbricati) e valorizzarlo grazie ad applicazioni e servizi.

Ora quindi puoi davvero approfittare della procedura che ti ho spiegato nel dettaglio qui, per caricare facilmente la cartografia catastale nei tuoi progetti di AutoCAD Map 3D e di Autodesk Civil 3D 2021. Recentemente ho pubblicato anche un video che illustra la stessa procedura con la versione 2021, eccolo qui sotto per tua comodità.
Per le versioni di AutoCAD Map 3D ed Autodesk Civil 3D precedenti alla 2021, segui l’articolo che ho pubblicato qui.

Leggi qui l’articolo con la procedura nel dettaglio

Buon lavoro con la cartografia catastale!
Giovanni Perego

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2020/09/catasto-libero-finalmente-la-cartografia-catastale-e-veramente-utilizzabile-grazie-alla-licenza-open/

NKE e FARO CAM2 insieme, per il rilievo del Museo dello Spedale del Ceppo di Pistoia

Diamo il via alla pubblicazione di articoli proposti da rivenditori a valore aggiunto di Autodesk.
In questo articolo, NKE ci presenta la sua esperienza, in collaborazione con FARO CAM2, per il rilievo del museo dello Spedale del Ceppo di Pistoia e la sua restituzione in un modello BIM.
Questa esperienza verrà presentata in un Webinar l’1 ottobre: puoi iscriverti gratuitamente qui.
Buona lettura.

PS: Questa esperienza è stata illustrata in una webcast NKE, puoi guardare la registrazione qui, ed è oggetto di un corso per tutti coloro che fossero interessati ad approfondire l’uso del laser, delle foto digitali e dei droni per il rilievo BIM. Entrambi saranno tenuti dall’arch. Paolo Formaglini, che, insieme a Filippo Giansanti, Guido Antonielli e Alberto Sardo, si è occupato dei rilievi per il “Museo dello Spedale del Ceppo”.

Il sistema BIM è una realtà consolidata da diversi anni, nell’ambito della progettazione e realizzazione di nuovi edifici: permette una forte interazione fra gli operatori del processo edilizio e una semplificazione delle scelte costruttive e di gestione.

Noi di NKE – Autodesk Platinum Partner stiamo tentando di spingerci verso una nuova frontiera, ad oggi non molto esplorata, che vede l’applicazione di questa tecnologia nel campo della salvaguardia, gestione e valorizzazione del patrimonio architettonico già costruito.

Significa applicare la tecnologia BIM ad un bene architettonico esistente, per poterlo gestire e monitorare più facilmente sia per difenderlo dal degrado che nelle operazioni di manutenzione e restauro e, quindi, di poter sfruttare appieno tutte le potenzialità che il sistema BIM già offre in ambito progettuale.

Continue reading

Permanent link to this article: http://www.gisinfrastrutture.it/2020/09/nke-e-faro-cam2-insieme-per-il-rilievo-del-museo-dello-spedale-del-ceppo-di-pistoia/